Training and Racing with a Power Meter (parte seconda)

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

 

Roberto Massa

Scalatore
11 Marzo 2008
6.678
691
Bici
n+1
[PRO]



utlimi 13.26 km. Fabian Cancellara: 16'8''= 49.314 Km/h
sulla base di queste velocità nel finale del Fiandre di domenica
è stimabile una potenza media di 480~490 W ossia >5,85 W/kg (presupponendo 0 vento, pendenza trascurabile e nessuna influenza data dai mezzi di apertura corsa, che in ogni caso danno sempre un piccolo effetto).

Peter Sagan: 17'30''= 45.463 Km/h
Scollinamento Paterberg → Traguardo: Cancellara 2013 16'08'' | nel 2012: Boonen, Pozzato 17'56'' (+1'48'')
 
Ultima modifica:

yuk

Scalatore
1 Marzo 2007
6.609
399
Bici
triciclo
Riguardo alla frequenza cardiaca a riposo che "dovrebbe" fornire un parametro per l'allenamento....ieri mattina uscita tirata col gruppo poi riposino pomeridiano e successivamente la notte al lavoro be stamattina i battiti sono a 40 bpm teoricamente anche oggi potrei fare un allenamento tirato, nella realtà sono morto e mi appresto ad andare a dormire, interessante sarebbe verificare la varianza cardiaca in quanto il battito a riposo da turnista non lo ritengo un parametro sufficientemente valido

:mrgreen:
 

Roberto Massa

Scalatore
11 Marzo 2008
6.678
691
Bici
n+1
FC basale è un parametro semplice, facilmente misurabile e talmente banale da essere intuitivo, comprensibile e applicabile da tutti (o quasi...) ma se altri segnali superano il dato riscontrato ci si adegua a questi ultimi. I segnali di affaticamento non sono solo rilevabili da un unico parametro biologico, anche se esso può essere di primo e immediato riferimento e riscontro.
 

yuk

Scalatore
1 Marzo 2007
6.609
399
Bici
triciclo
Infatti la fc basale per mia esperienza non è applicabile ad un lavoratore turnista (da ben 22 anni )
 

nemorino

Ammiraglia
24 Febbraio 2009
17.627
253
47
Brianza
Bici
Trek Emonda SLR
Dopo 4 mesi di allenamento coi watt noto un bel po' di "novità" nel mio rendimento, non so se tutte positive

Al di là del fatto che credo che il tutto sia in parte condizionato dal pessimo meteo che mi ha ostretto a fare rulli e poche uscite ma.... Inizio ad avere elementi per poter fare un confronto tra l'anno scorso a questo punto della stagione (poi mi sono dovuto fermare per un infortunio conseguente ad una caduta) e la stagione attuale

I risultati sono "strani" nel senso che su salite lunghe (di un'ora) salgo più veloce (tempi abbassati di un 10% circa rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quindi un risparmio di circa 5 min per una salita di un'ora) sia che si tratti di salite pedalabili sia salite dure e ciò con minor sensazione di fatica e resa molto più omogenea... Considerando che per arrivare ai miei migliori tempi su quelle salite mi manca un altro 10% ma quei tempi li ho fatti in estate (e quindi con altri 4 mesi di allenamenti/gare) e quando pesavo 3/4 kg meno direi che sono sulla buona strada

su salite di 20/30 minuti vado comunque più forte ma l'incremento non è così netto come sulle salite lunghe ma qui contano anche variabili come temperatura, impaccio abbigliamento invernale, condizioni asfalto, vento etc

Il "dramma" è che su salite di 10-15 min (che erano un po' il mio forte) al contrario salgo decisamente più piano, con tempi superiori di un 10/15%

Probabile abbia bisogno di recupero, avendo aumentato molto il carico prevalentemente in Z5 nell'ultimo mese

Tra l'altro ho notato che su di una salita della mia zona (villa vergano) che l'anno scorso in questo periodo facevo circa in 12' e 20" l'altro ieri ci ho messo 13' e 57" con una potenza media pari al 112%FTP (c'è anche un tratto in leggera discesa)

Non ho spinto a tutta ma comunque non ho passeggiato e la cosa che mi ha stupito è che ho fatto 6 minuti circa in Z6

A sto punto credo che l'anno scorso visto il tempo migliore la salita probabile l'abbia fatta quasi tutta in Z6 bassa

Vedrò di continuare ancora il lavoro in Z5 con sconfinamenti in Z6 e vediamo che succede :)
 
Ultima modifica:

Little58

Gregario
6 Marzo 2011
615
27
Bici
mi piacerebbe!
Non entro nel merito e nei dettagli, ma ti dico una cosa che ha valenza generale:
E' piu' facile avere miglioramenti quantitativamente consistenti sulla resistenza che non nei tratti brevi, soprattutto nel breve periodo (mesi)

Anche io sono attualmente piu' lento nei tratti sotto i 15 minuti (6-10 in particolare), ma sono fiducioso, anche perche' il mio programma non è ancora entrato nel vivo di quel segmento (anaerobico)
 

nemorino

Ammiraglia
24 Febbraio 2009
17.627
253
47
Brianza
Bici
Trek Emonda SLR
Non entro nel merito e nei dettagli, ma ti dico una cosa che ha valenza generale:
E' piu' facile avere miglioramenti quantitativamente consistenti sulla resistenza che non nei tratti brevi, soprattutto nel breve periodo (mesi)

Anche io sono attualmente piu' lento nei tratti sotto i 15 minuti (6-10 in particolare), ma sono fiducioso, anche perche' il mio programma non è ancora entrato nel vivo di quel segmento (anaerobico)
sì pure io

io ho adottato un programma "stratificato" con carichi prevalenti crescenti :mrgreen:

novembre Z2 + sprint brevi in Z7
dicembre Z2/Z3 + qualche allungo veloce in Z6 e sprint in Z7
gennaio Z3/SST
febbraio SST/Z4
marzo FTP/Z5

credo che ora sia tutto "inquinato" dalla stanchezza, il PM mi dà uno stress balance negativo se pur non così tremendo ma nel mese di marzo ho incrementato lo stress cronico in quantità ben maggiore rispetto agli altri mesi e forse sarebbe il caso di staccare un po'... penso di farlo settimana prossima anche perchè domenica l'altra avrei la mia prima GF (cui non tengo particolarmente ma voglio arrivare un po' fresco)

ho notato appunto una notevole resistenza sulle salite prolungate e la cosa più piacevole è la capacità, mentre affronto la salita, di recuperare in modo molto rapido anche se faccio fuorigiri prolungati (che prima segavano le gambe)... in particolare vedo che riesco a fare alcuni minuti in Z5 e quando inizio ad essere in affanno torno in zona Z4 alta per recuperare lo sforzo... e tutto funziona a meraviglia

prima se sforavo erano dolori e alla fine della salita l'acido lattico mi faceva piantare... ora arrivo in cima molto più fresco (e la fc rimane sotto soglia, il cuore sale molto più lentramente e scende molto più velocemente)

insomma... direi risultato positivo, magari non miracoloso ma positivo

ora aprile cercherò di continuare FTP/Z5 con qualche "muro" brianzolo da 10/15" da fare a tutta

e magari un test FTP

sperando che il tempo tenga perchè ho la nausea di fare rulli
 

boogerd

Apprendista Passista
14 Ottobre 2009
1.111
65
Gargano
Bici
troppe
calibrare calibrare...calibrare
Scusate forse sono OT, ma mi devo sfogare con voi.. visto anche l'argomento appena trattato
Mi stò nauseando di calibrazioni da quando ho preso il quarq.. e sebbene non abbia mai giocato al lotto.. mi sà che dovrò tentare con i numeri che mi escono:wacko:


oggi nella prima parte di allenamento, in pianura, mi accorgo che sovrastima...(di nuovo!!!)
Prima di partire, come al mio solito da quando ho letto i consigli di Roberto, avevo calibrato e segnava -475..
come me ne accorgo che sovrastima?? ero con 2 altri "powermanpowertappati", entrambi + alti e pesanti di me, oramai 'calibrati' a +20w circa rispetto a me quando uso il PT.
Ebbene oggi ero io a segnare +20 rispeto a loro due.. assurdo. Mi fermo e ricalibro (anche loro) e valore a -485. Vabbò.. l'aria era di pioggia e la variabilità atmosferica può essere la causa, ma ero a soli 60' circa dalla prima calibrazione. Faccio ancora qualcosina, visto che il tempo non tiene rientro. Ricalibro e ... 514:cry:
Mannaggia a mè e quando ho venduto la ruota PT leggera da gara per il quarq:bua:.. e prima ancora a quando ho venduto il vecchio sistema polar..(andavo come un treno con potenza misurata a spannowatt)
Ora mi toccherà comprare il ricevitore ant+ per iphone e fare la procedura di verifica sloope?? non sò di che parlo, sia chiaro:cry::cry:
[MENTION=2098]lollo[/MENTION]
x favore fai un 5+5 che il mio record è troppo vecchio e non mi appartiene nemmeno + (a dire il vero non ho controllato se sia ancora il mio il record;nonzo%) come valori non sono + quello di una volta:cry
 

nemorino

Ammiraglia
24 Febbraio 2009
17.627
253
47
Brianza
Bici
Trek Emonda SLR
Scusate forse sono OT, ma mi devo sfogare con voi.. visto anche l'argomento appena trattato
Mi stò nauseando di calibrazioni da quando ho preso il quarq.. e sebbene non abbia mai giocato al lotto.. mi sà che dovrò tentare con i numeri che mi escono:wacko:


oggi nella prima parte di allenamento, in pianura, mi accorgo che sovrastima...(di nuovo!!!)
Prima di partire, come al mio solito da quando ho letto i consigli di Roberto, avevo calibrato e segnava -475..
come me ne accorgo che sovrastima?? ero con 2 altri "powermanpowertappati", entrambi + alti e pesanti di me, oramai 'calibrati' a +20w circa rispetto a me quando uso il PT.
Ebbene oggi ero io a segnare +20 rispeto a loro due.. assurdo. Mi fermo e ricalibro (anche loro) e valore a -485. Vabbò.. l'aria era di pioggia e la variabilità atmosferica può essere la causa, ma ero a soli 60' circa dalla prima calibrazione. Faccio ancora qualcosina, visto che il tempo non tiene rientro. Ricalibro e ... 514:cry:
Mannaggia a mè e quando ho venduto la ruota PT leggera da gara per il quarq:bua:.. e prima ancora a quando ho venduto il vecchio sistema polar..(andavo come un treno con potenza misurata a spannowatt)
Ora mi toccherà comprare il ricevitore ant+ per iphone e fare la procedura di verifica sloope?? non sò di che parlo, sia chiaro:cry::cry:
@lollo
x favore fai un 5+5 che il mio record è troppo vecchio e non mi appartiene nemmeno + (a dire il vero non ho controllato se sia ancora il mio il record;nonzo%) come valori non sono + quello di una volta:cry
dopo che Roberto qualche settimana fa mi ha consigliato di calibrare prima di ogni salita, pure io sto calibrando piuttosto spesso

e pure io noto che il valore è mutevole anche nel giro di 2-3 secondi

capita che calibri e mi dia -1069

esco dalla schermata, rientro, ricalibro e -1074

esco, rientro, ricalibro e -1076

poi magari al quarto tentativo il valore è sempre -1076 e allora mi fermo

diciamo che tra un valore e un altro ci sono poche unità ma la calibrazione avviene a pari condizioni e a distanza di circa 2 secondi l'una dall'altra
 

Roberto Massa

Scalatore
11 Marzo 2008
6.678
691
Bici
n+1
sempre su autocalibrazione/calibrazione
Quarq does not have an auto-zero function, the user needs to choose to perform a torque zero (which is fine by me, it's far better than having an auto-zero you can't disable and have no control over or knowledge of when it happens). A torque zero can be done manually as normal or by back-pedalling the cranks a sufficient number of rotations (at least four).

Back pedalling to set a torque-zero is convenient for sure but introduces an error similar to that described in the video. The size of that error will vary and depends on how different your individual reading is compared to the fixed back pedal torque value assumed by Quarq. Best to check and set your torque-zero manually, and unclipped from the pedals, and preferably not when coasting either (on many bikes this latter item is no big deal but some have a bit of freehub drag that can apply positive torque to the cranks while coasting).

Power2Max enables you to do a manual torque zero check as normal and it also uses an auto-zero function which you cannot disable (at least not with a Garmin). P2M have publicly stated the auto-zero function will only trigger if the torque readings are stable for a period and presumably the crank is not rotating for a few seconds. The maximum torque variance that would trigger an auto-zero being no more than one "ppm", with "ppm" being the unit the P2M uses for torque measurement (each power meter reports using different units).

Using a filter of stable torque readings makes sense to prevent erroneous torque-zero values but I wonder how often that actually happens given it was not easy for me to keep a stable zero offset even when on a trainer and able to focus on doing just that.

P2M's reported torque units are about one-quarter to one-fifth as sensitive as those displayed by an SRM. So the torque values a P2M would interpret as being a stable zero point and trigger an auto-zero, would be the equivalent of an SRM zero offset value being within a range of ~5-10Hz. So while it seems likely that the P2M will trigger an auto zero when coasting with reasonable frequency, the consequence of this level of (in)sensitivity in the torque range used to trigger an auto-zero means it could well introduce a random error of up to +/- 5W in power readings.
 

lollo

Passista
29 Luglio 2004
4.171
112
46
Schoten (Belgio... Fiandre)
[MENTION=2098]lollo[/MENTION]
x favore fai un 5+5 che il mio record è troppo vecchio e non mi appartiene nemmeno + (a dire il vero non ho controllato se sia ancora il mio il record;nonzo%) come valori non sono + quello di una volta:cry
E' un tipo di sforzo che non mi piace molto, troppo breve. Senza considerare che trovare un pezzo di strada adatto per fare un "tempone" non è cosi' semplice dove abito.

E poi il tuo tempo secondo me non lo avvicino nemmeno con la bora nel sedere
 

::simo::

Gregario
4 Giugno 2008
515
8
sempre su autocalibrazione/calibrazione
Se posso aggiungere la mia esperienza sul Quarq anche io noto punti di differenza sui vari valori zero offset.
Sicuramente l'oggetto è sensibile alla temperatura, specialmente indoor.
Consiglierei di fare la calibrazione dopo qualche minuto (20?) dalla partenza dell'allenamento e prima di ogni ripetuta importante.
Secondo la formula:

"punti quarq zo"/32 * (cadenza*2*pgreco/60)

ogni circa 3-4 punti di differenza nel valore si ha 1 watt di differenza, quindi ogni 20 punti si hanno circa 5,88 watt sballati a 90rpm

Personalmente io calibro a inizio uscita e se riesco prima magari delle ripetute, e ricontrollo il valore alla fine.
Esiste poi anche la possibilità di calibrare (autocalibrazione) il Quarq ruotando la pedivella indietro per 5 volte, la calibrazione è meno precisa ma comunque di calibrazione si tratta.
Come dire... meno precisa, ma meglio che niente.
No di rado mi è capitato di avere lo stesso identico valore all'inizio e alla fine di un'uscita, ma un valore diverso a metà uscita...


Talvolta uso poi un "trucchetto" che non so quanto valga, però, se mi capita magari di percepire una forte variazione di temperatura quando posso pedalo "a vuoto" senza forza sui pedali e se vedo che il valore potenza indica comunque dei watt è un possibile segnale che lo zero offset non sia perfettamente calibrato.

Naturalmente come per tutti gli altri PM il discorso drift più o meno sensibile con la temperatura e la calibrazione ad ogni uscita sono dati per scontati.
 

Iceman

Apprendista Velocista
22 Febbraio 2008
1.407
52
Camelot
Bici
Legend IL RE, Scott SCALE
Parzialmente OT:

C'è qualcuno di voi che usa il misuratore della Rotor o sono l'unico?
 

igi

Pignone
14 Gennaio 2008
180
3
Casalecchio, BO
Bici
Carraro road, Dynatek tt, Visual track (tutte made in Italy, in effetti...)
Mi sono comprato i Look Keo Power.

No vedo l'ora di iniziare ad usarli.
Qualcuno li ha/li usa ?
 

mag

Maglia Rosa
19 Agosto 2012
9.994
473
Lontano da voi
Bici
solo 2
per chi usa 510 e 810
sono andato qualche pagina indietro e non ho l'ho visto postato quindi ve lo segnalo

notevoli e seri problemi di lettura potenza. avviene con criteri difficili al momento da comprendere, ma si parla di alcune volte ogni 1-3 minuti per 1 o 2 secondi, le potenze vengono salvate come dimezzate. le letture a display sono ok perché probabilmente sono smoothed a 3 secondi ma il dato raw è rovinato, nel .fit ci sono alcune letture con potenze circa dimezzate

https://forums.garmin.com/showthread.php?34165-Power-Readings-Issue
 
Ultima modifica:

NEMBO96

Apprendista Velocista
29 Luglio 2010
1.612
33
43
MESTRE
Bici
BIESSE
OT
Io uso solo il POWERTAP e mi trovo benissimo. Ma anche questo misuratore è soggetto a sballamenti durante la sessione o è una caratteristica di tutti gli altri?
 

 

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.