Fratture per Alaphilippe e Van Wilder

Fratture per Alaphilippe e Van Wilder

Piergiorgio Sbrissa, 25/04/2022

La squadra belga Quick-Step ha diramato un comunicato in cui aggiorna sulle condizioni di salute dei suoi corridori Ilan Van Wilder e Julian Alaphilippe. I due corridori sono stati coinvolti in una caduta di gruppo alla Liège-Bastogne-Liège di ieri, quando mancavano 62km all’arrivo avvenuta ad una velocità di quasi 80km/h.

Il giovane (21 anni) Van Wilder si è fratturato la mascella, mentre il campione del mondo in carica, Alaphilippe, si è fratturato due costole, una scapola ed ha un pneumotorace. I due sono stati trasferiti all’ospedale di Herentals dove sono sottoposti ad ulteriori accertamenti.

La scena di Alaphilippe caduto in un fosso di lato alla strada è stata definita “drammatica” da Romain Bardet (Team DSM), che in un gesto di grande sportività ha lasciato la propria bici sulla strada ed è sceso lungo il terrapieno per soccorrere il connazionale.

Secondo quanto raccontato da uno scosso Bardet, Alaphilippe gli diceva che non riusciva a muoversi e respirare, tanto da fargli pensare al peggio. Bardet ha anche raccontato di come i soccorsi ci abbiano messo “un’eternità” ad arrivare e che lui fosse stato preso dal panico. Le auto ed i mezzi in realtà erano bloccati dai vari ciclisti caduti a terra.

Stagione sfortunata per il campione del mondo, che ora deve riprendersi per il Tour de France, che era in ogni caso la sua prossima gara in programma.

Commenti

  1. fabiopon:

    Per i dischi rotanti? ;pirlùn^
    A parte gli scherzi, si è preso uno spago tale da andare in panico mi sembra...
    Beh si, a parte i dischi (e relativa battuta) descrive la caduta, in maniera da tregenda (caschi che sbattevano al suolo ecc.) quando mi sembra che per quanto cruenta se ne siano viste di similari tot volte. Quando cascano in volata, per dire, la velocità è pressappoco quella e in generale quando sono in gruppo ventre a terra (al Tour quasi sempre) se non vanno a 70 poco ci manca.
  2. sartormassimo:

    Non voglio nemmeno pensare l'abbia fatto con l'intenzione di far fuori gli avversari!
    Credo abbia fatto una leggerezza (fossi stato io la penserei così) che ha messo in difficoltà entrambi i compagni di fuga.
    Proviamo a pensare se dietro a WVA ci fosse stato un gruppo anche solo di 20/30 ciclisti cosa sarebbe potuto accadere..
    Secondo me era involontario.
    Lui ovviamente cercava un poca di scia, si aspettava forse che la moto, vedendoli arrivare, riprendesse velocitä al posto che piantarsi a bordo strada...