Fratture per Alaphilippe e Van Wilder

39

La squadra belga Quick-Step ha diramato un comunicato in cui aggiorna sulle condizioni di salute dei suoi corridori Ilan Van Wilder e Julian Alaphilippe. I due corridori sono stati coinvolti in una caduta di gruppo alla Liège-Bastogne-Liège di ieri, quando mancavano 62km all’arrivo avvenuta ad una velocità di quasi 80km/h.

Il giovane (21 anni) Van Wilder si è fratturato la mascella, mentre il campione del mondo in carica, Alaphilippe, si è fratturato due costole, una scapola ed ha un pneumotorace. I due sono stati trasferiti all’ospedale di Herentals dove sono sottoposti ad ulteriori accertamenti.

La scena di Alaphilippe caduto in un fosso di lato alla strada è stata definita “drammatica” da Romain Bardet (Team DSM), che in un gesto di grande sportività ha lasciato la propria bici sulla strada ed è sceso lungo il terrapieno per soccorrere il connazionale.

Secondo quanto raccontato da uno scosso Bardet, Alaphilippe gli diceva che non riusciva a muoversi e respirare, tanto da fargli pensare al peggio. Bardet ha anche raccontato di come i soccorsi ci abbiano messo “un’eternità” ad arrivare e che lui fosse stato preso dal panico. Le auto ed i mezzi in realtà erano bloccati dai vari ciclisti caduti a terra.

Stagione sfortunata per il campione del mondo, che ora deve riprendersi per il Tour de France, che era in ogni caso la sua prossima gara in programma.

Commenti

  1. Più che spettacolizzazione e cose varie direi che invece negli ultimi anni sembra un pronti via a cannone e da subito a giocarsi posizioni, mentre invece ricordo che qualche anno addietro per tot km il plotone pascolava tanto che taluni si fermavano anche a salutare e scambiare 2 chiacchiere.
    Spiace cmq per Ala.. speriamo riesca a rimettersi in sesto il prima possibile.
  2. grimpeur75:

    Scusa chi vorrebbe abbassare il limite peso delle bici?...al max alzare visto che ormai quasi nessuno lo raggiunge più...
    Cipollini, ad esempio: [MEDIA=youtube]_nni2r0ZR7Q:73[/MEDIA]
    Comunque, era solo un inciso nel mio discorso, non il focus della questione.
  3. samuelgol:




    Può segnalare una buca, un ostacolo che si vede solo dal davanti....quella volta Alaphilippe ha dormito, anche perchè era addirittura in 3 ruota e quello che era in seconda ruota evitò l'ostacolo.....ostacolo che se non non guardava solo la ruota di quello davanti, cosa sbagliata a prescindere si vedeva anche da 3 ruota, perchè era alto 2 metri. Può darsi che buche e tombini non se li segnalino più, non lo so, ammesso che una volta lo facessero, ma in quel caso l'esempio non mi sembra molto calzante.
    Chiaro che chi è davanti non deve fare da guida a chi segue ma se ti sposti mezzo metro prima di un ostacolo che stai per colpire non fai nemmeno il minimo sindacale. Alaphilippe poi potrà anche aver dormito ma se chi era davanti faceva un cenno o si spostava 10 metri prima si sarebbe risparmiata un bella botta, questo è indubbio. Ripeto, vedo troppo di frequente il gruppo aprirsi all'improvviso all'approssimarsi di un ostacolo ed anche senza segnalare a chi segue, Basterebbe aprirsi con qualche decina di metri in anticipo e forse non servirebbe nemmeno segnalare.
    Forse io sono troppo attento a queste forme di fair play (del resto in bici mi comporto così) che forse in gara "perdono" di significato.
Articolo precedente

Van Vleuten e Evenepoel trionfatori alla Liegi

Articolo successivo

Training Camp 2.0: Live Tracking, tracce GPS e milioni di km pedalati

Gli ultimi articoli in News