Giro 2019: Carapaz, le mani sul Giro

Giro 2019: Carapaz, le mani sul Giro

01/06/2019

Croce d’Aune – Monte Avena, 1 giugno 2019 – Lo spagnolo Pello Bilbao ha conquistato la sua seconda vittoria di tappa al 102esimo Giro d’Italia davanti al connazionale Mikel Landa e alla Maglia Azzurra Giulio Ciccone in cima alla salita di Croce d’Aune – Monte Avena nell’ultima tappa di montagna della Corsa Rosa. Era uno dei membri della fuga di giornata che era stata neutralizzata dal gruppo dei favoriti a 4 km dalla fine. Il suo compagno di squadra Miguel Angel Lopez non è però rimasto con i migliori dopo essere stato coinvolto in un incidente con uno spettatore. Richard Carapaz ha mantenuto lo stesso vantaggio di 1’54” sul secondo in Classifica Generale, Vincenzo Nibali. Il terzo in classifica prima della tappa, Primoz Roglic è sceso al quarto posto e ha ricevuto una penalità di 10” per essere stato spinto da uno spettatore. Landa, ora terzo, ha 23″ di vantaggio sullo sloveno in vista della Cronometro Individuale finale di 17 km a Verona domani.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Mai un deficit di 1’54” è stato recuperato in una prova a cronometro nell’ultimo giorno.
  • In tre occasioni su diciotto, la Maglia Rosa è cambiata nella cronometro di chiusura del Giro: nel 1984, da Laurent Fignon a Francesco Moser (nell’Arena di Verona come domani); nel 2012, da Joaquim Rodriguez a Ryder Hesjedal (a Milano); nel 2017, da Nairo Quintana a Tom Dumoulin (a Milano).
  • Seconda vittoria di tappa al Giro di Pello Bilbao dopo la tappa 7 a L’Aquila quest’anno. È anche la seconda vittoria di tappa per uno spagnolo in quest’edizione della Corsa Rosa.
  • È la 112esima vittoria di tappa per la Spagna nella storia del Giro. Prima di Bilbao, l’ultimo vincitore spagnolo era stato Mikel Nieve nella tappa 20 a Cervinia l’anno scorso.

RISULTATO FINALE
1 – Pello Bilbao (Astana Pro Team) – 194 km in 5h46’02”, media 33,638 km/h
2 – Mikel Landa (Movistar Team) s.t.
3 – Giulio Ciccone (Trek – Segafredo) a 2″

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da EnelRichard Carapaz (Movistar Team)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da SegafredoPascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca MediolanumGiulio Ciccone (Trek – Segafredo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da EurospinMiguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Richard Carapaz (Movistar Team)
2 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) a 1’54”
3 – Mikel Landa (Movistar Team) a 2’53”
4 – Primoz Roglic (Team Jumbo – Visma) a 3’16”
5 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) a 5’51”

 

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Pello Bilbao ha dichiarato: “Ero in fuga pronto per aiutare Miguel Angel Lopez in un secondo momento. Volevamo salisse sul podio finale. A 50 km dalla fine, ho iniziato a pensare alla vittoria di tappa perché sarebbe stato difficile per il gruppo raggiungerci. Nel finale pensavo di essere più veloce degli scalatori e sapevo che Carapaz avrebbe lavorato per Mikel Landa per fargli vincere la tappa. Quando si presenta una opportunità bisogna coglierla”.

La Maglia Rosa Richard Carapaz ha dichiarato: “Credo che domani 1’54” su Nibali possa bastare. Sono molto contento del lavoro di squadra di oggi. L’abbraccio di Nibali al traguardo è stato un gesto molto bello. L’ho visto molto forte oggi ma anche Mikel [Landa] ed io non eravamo da meno. So che il mio compagno è in grado di salire sul podio finale, ecco perché abbiamo attaccato Roglic. L’altro obiettivo che avremmo potuto centrare era la vittoria di tappa con Mikel. Ci siamo andati vicini. Peccato”.

27
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
25 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
13 Comment authors
Pmaxtor70TCL Recent comment authors
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Andrea Sicilia
Editor

E' una mia impressione, dettata magari, da una accentuata grancassa della tv sul fenomeno o ci sono stati parecchi problemi ai cambi da parte di diversi atleti?
Oggi Mollema, ieri 2 volte Vendrame, Roglic a Como, qualche altro che non ricordo di preciso.
La butto lì, ma non è che questi elettronici sfarfallano un pò troppo, sotto stress? Ripeto, magari è solo una mia errata impressione.;nonzo%

V
Member
VECCHIA

Ho notato anch’io doversi problemi ai cambi specialmente in questi ultimi giorni . Difficile fare ipotesi , un gruppo elettronico a livello di cambio é addirittira più robusto di un meccanico quindi mi sembra strano che abbia problemi sotto stress . Al limite potrebbe smettere di funzionare per problemi elettrici ma non pesche lo si strapazza .

B
Member

Forse più che dell'elettronica la colpa è dell'avere troppi pignoni in poco spazio, ammesso che ci sia stata effettivamente una maggiore problematica sui cambi rispetto agli altri anni.

V
Member
VECCHIA

A dire il vero oggi è successo molto poco . Tante chiacchere prima della tappa su come si sarebbe potuto attaccare Carapaz ma onestamente solo problemi tipo cadute o rogne meccaniche avrebbero potuto cambiare l’esito di questo giro che era già scritto da qualche giorno . Goro piatto con fughe lasciate andare ogni giorno e a parte Nibali gli altri a guardare il proprio orticello senza rischiare nulla . Almeno Nibali ha venduto cara la pelle cogliendo un secondo posto in classifica .

U
Member
utah

Anche se manca l’ultima crono..
Spero i fatti mi smentiscano, ma si tratta del secondo Giro consecutivo, dove gli errori delle ammiraglie sono stati determinanti.
2019 lo stallo tra Nibali e Roglic, regalati 4 minuti a Kaparezza.. Che poi il Giro se le è meritato tutto..
2018 i 3 minuti buttati via da Dumoulin in una Discesa… e mezza salita..

A memoria due errori consecutivi così madornali, non ne riscontro..

Nibali vorrei essere smentito, ma era suo ultimo treno per fare un tris al giro..

J
Member

non scherziamo,con un Carapaz e Landa cosi ed una Movistar fortissima,avrebbe comunque perso Nibali e Roglic,come infatti ha pure ammesso Nibali.
Erano i piu' forti,su questo non ci piove.
La fortuna della Movistar e' stata avere poi capitano Carapaz,perche' Landa mi spiace dirlo ma il capitano non sa farlo e si e' visto ieri…..scatta poi si fa' prendere in discesa…..li tirano la volata e perde…….il ragazzo se vuole vincere un GT prima che migliorare le gambe deve migliorare la testa a questo punto

U
Member

jan80 non scherziamo,con un Carapaz e Landa cosi ed una Movistar fortissima,avrebbe comunque perso Nibali e Roglic,come infatti ha pure ammesso Nibali. Erano i piu' forti,su questo non ci piove. La fortuna della Movistar e' stata avere poi capitano Carapaz,perche' Landa mi spiace dirlo ma il capitano non sa farlo e si e' visto ieri…..scatta poi si fa' prendere in discesa…..li tirano la volata e perde…….il ragazzo se vuole vincere un GT prima che migliorare le gambe deve migliorare la testa a questo punto Carapaz ha vinto un giro meritatissimo, però la supremazia assoluta che sembra emergere leggendo qualche messaggio,… Read more »

Andrea Sicilia
Editor

VECCHIA Ho notato anch'io doversi problemi ai cambi specialmente in questi ultimi giorni . Difficile fare ipotesi , un gruppo elettronico a livello di cambio é addirittira più robusto di un meccanico quindi mi sembra strano che abbia problemi sotto stress . Al limite potrebbe smettere di funzionare per problemi elettrici ma non pesche lo si strapazza . Si, pensavo più a problemi elettrici che non a problemi di robustezza. Non ho visto rotture, bensì capricci nelle cambiate. Lo ho avuto alcuni mesi un elettronico (Ultegra) e in effetti, non ha mai sgarrato. Al più ogni tanto, all'zionamento della leva,… Read more »

V
Member
VECCHIA

uber Carapaz ha vinto un giro meritatissimo, però la supremazia assoluta che sembra emergere leggendo qualche messaggio, io non l'ho vista. Senza il tempo perso a Ceresole da parte di Roglic e, soprattutto, Nibali, probabilmente si sarebbe visto un finale di giro diverso. Un conto è gestire, un conto è dover attaccare. Anche Landa (osannato da tutti come il migliore in salita) alla fine, tolto Ceresole (che come abbiamo visto è stato un episodio particolare), la vera differenza non è riuscito a farla.Carapaz invece c'è riuscito a Courmayer, però anche lì ci sono stati errori pesanti di valutazione da parte… Read more »

J
Member

ma non scherziamo……ieri a 120km dal traguardo Nibali e Roglic si sono staccati……..cosa doveva fare Carapaz dopo essere sicuro di avere la maglia rosa finale sul Mortirolo??chiaramente non ha rischiato fuorigiri

G
Member
jan80

ma non scherziamo

Appunto dai non scherziamo che ieri il duo Carapaz-Landa volevano vincere la tappa e si son ritrovati a dover contrastare le ultime sparate di Nibali e poi non hanno vinto.
E' chiaro che la tua lettura sulla corsa è fortemente condizionata dall'antipatia.

J
Member
golias

Appunto dai non scherziamo che ieri il duo Carapaz-Landa volevano vincere la tappa e si son ritrovati a dover contrastare le ultime sparate di Nibali e poi non hanno vinto.
E' chiaro che la tua lettura sulla corsa è fortemente condizionata dall'antipatia.

antipatie o meno…….la maglia rosa noon e' sulle spalle di Nibali,neghiamo anche questo???
Cosa doveva fare Carapaz???ritirarsi?mi spieghi quando Nibali ha staccato Carapaz?se poi credi veramente che Nibalifosse il piu' forte mi fa' piacere per te……anche io mi vedo il piu' bello del mondo

L
Member
lap74

Nibali nelle 2 cronometro disputate ha rifilato a Carapaz 1’19” di distacco. In salita ha dimostrato di essere leggermente inferiore rispetto all’ecuadoriano ma i valori mi sono sembrati piuttosto livellati. Ho avuto l’impressione che l’eccessivo marcamento fra Nibali e Roglic nel sue famose tappe, in particolare quella di Courmayeur, sia stato determinante nell’esito finale della corsa. Senza il “bonus” di 2’ credo che Carapaz la maglia rosa se la sarebbe dovuta sudare molto di più, fermo restando che non escludo che avrebbe comunque potuto farla sua.

U
Member
utah

samuelgol Si, pensavo più a problemi elettrici che non a problemi di robustezza. Non ho visto rotture, bensì capricci nelle cambiate. Lo ho avuto alcuni mesi un elettronico (Ultegra) e in effetti, non ha mai sgarrato. Al più ogni tanto, all'zionamento della leva, in prima battuta rimaneva immobile, ma ripetendo l'input cambiava subito. Ho avuto, dalle immagini di questi giorni, una sensazione di bizze strane, un pò oltre il normale. Potrei sbagliare. Ho avuto la stessa percezione, ma da un po' d tempo. Evidentemente non è solo una percezione. Bisognerebbe analizzare un po' tutti i casi.. Credo ci sia un… Read more »

J
Member

sinceramente credo che Vendrame non avesse il cambio meccanico pero'

P
Member
passioneciclista

In tutto questo, spero che Genovesi non venga più portato al giro… le banalità dette “dallo scrittore” in queste tre settimane, manco Ciccio Graziani nello spogliatoio del Cervia le diceva..

U
Member

Comunque è veramente complicato discutere di una tappa o di ciclismo in generale se dopo due, tre messaggi si trasforma tutto in un pro o contro Nibali. E' demoralizzante.

G
Member
uber

Comunque è veramente complicato discutere di una tappa o di ciclismo in generale se dopo due, tre messaggi si trasforma tutto in un pro o contro Nibali. E' demoralizzante.

o-o

L
Member
lap74

lap74 Nibali nelle 2 cronometro disputate ha rifilato a Carapaz 1’19” di distacco e manca ancora l’ultima. In salita ha dimostrato di essere leggermente inferiore rispetto all’ecuadoriano ma i valori mi sono sembrati piuttosto livellati. Ho avuto l’impressione che l’eccessivo marcamento fra Nibali e Roglic nelle due famose tappe, in particolare quella di Courmayeur, sia stato determinante nell’esito finale della corsa. Senza il “bonus” di 2’ credo che Carapaz la maglia rosa se la sarebbe dovuta sudare molto di più, fermo restando che non escludo che avrebbe comunque potuto farla sua. Aggiungi pure i 49” di oggi anche se credo… Read more »

L
Member
lap74

Confermato che Roglic alla fine é arrivato bollito, proprio come al tour dell’anno scorso

J
Member
uber

Comunque è veramente complicato discutere di una tappa o di ciclismo in generale se dopo due, tre messaggi si trasforma tutto in un pro o contro Nibali. E' demoralizzante.

e' demoralizzante si,visto che stiamo dicendo le stesse cose che dice Nibali,cioe' a Courmayer Carapaz e' stato un razzo…….se ha guadagnato 2 minuti non sono di certo stati regalati.
non capisco perche' si cerchi sempre di santificarlo……..ho letto e continuo a leggere che se ha perso il Giro e' colpa di Roglic……..ma puo' essere normale??

C
Member
jan80

e' demoralizzante si,visto che stiamo dicendo le stesse cose che dice Nibali,cioe' a Courmayer Carapaz e' stato un razzo…….se ha guadagnato 2 minuti non sono di certo stati regalati.
non capisco perche' si cerchi sempre di santificarlo……..ho letto e continuo a leggere che se ha perso il Giro e' colpa di Roglic……..ma puo' essere normale??

Sono un grande ammiratore di Vincenzo ma la cazzata di illustrare, a, Roglic il suo palmares mentre Carapaz se ne andava è stata enorme. Parliamo di uno che lo scorso anno ha fatto quarto.. mica un pincopallino qualunque

T
Member
coffeeman

Sono un grande ammiratore di Vincenzo ma la cazzata di illustrare, a, Roglic il suo palmares mentre Carapaz se ne andava è stata enorme. Parliamo di uno che lo scorso anno ha fatto quarto.. mica un pincopallino qualunque

Era quello che cercava di spiegare a Roglic [emoji1] [emoji1]

Sent from my honor 9 using BDC-Forum mobile app

M
Member

mettiamo da parte il "nazionalismo" per un momento: Nibali ha puntato tutto sul Giro, ancora una volta si era messo bene con l'uscita di scena di Domoulin e invece lo ha perso, senza se e senza ma, Carapaz NON era un signor nessuno come è già stato evidenziato e quindi Nibali ha fallito l'appuntamento della stagione, questo è un dato di fatto……(rimane comunque un gran corridore, si intende).

P
Member
lap74

Confermato che Roglic alla fine é arrivato bollito, proprio come al tour dell’anno scorso

Roglic aveva 5 gg di problemi allo stomaco ma questa informazione e arrivata fuori solo il mercoledì. Poi mettici il problema alla bici (poi la caduta) e che ha fatto praticamente mezzo giro senza squadra. La crono la ha fatta giusto per battere Landa al terzo posto.

L
Member
lap74

primoz75 Roglic aveva 5 gg di problemi allo stomaco ma questa informazione e arrivata fuori solo il mercoledì. Poi mettici il problema alla bici (poi la caduta) e che ha fatto praticamente mezzo giro senza squadra. La crono la ha fatta giusto per battere Landa al terzo posto. Questi problemi io non potevo conoscerli e comunque sono cose che capitano nell'arco di tre settimane, converrai con me che la netto di una squadra inesistente, Roglic abbia fatto un giro in calo e un'ultima crono nettamente al di sotto delle sue possibilità esattamente come l'anno scorso al tour dove gli costò… Read more »

P
Member

hai dimenticato un altro fattore: la tattica x la gara forse (o sicuramente) era dettata dalla ammiraglia.