Giro 2022: Arnaud Démare vince la tredicesima tappa

Cuneo, 20 maggio 2022 – Arnaud Démare (Groupama-FDJ) ha vinto la tredicesima tappa del 105^ Giro d’Italia, la Sanremo-Cuneo di 150 km.

Giro 2022
Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Phil Bauhaus (Bahrain Victorious) e Mark Cavendish (Quick-Step Alpha Vinyl Team).

Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo) conserva la Maglia Rosa di leader della Classifica Generale.



RISULTATO DI TAPPA
1 – Arnaud Démare (Groupama-FDJ) – 150 km in 3h1816’’, alla media di 45.393 km/h
2 – Phil Bauhaus (Bahrain Victorious) a s.t.
3 – Mark Cavendish (Quick-Step Alpha Vinyl Team) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1 – Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo)
2 – Richard Carapaz (Ineos Grenadiers) a 12″
3 – Joao Pedro Almeida Gonçalves (UAE Team Emirates) s.t.

LE MAGLIE UFFICIALI

Le Maglie di leader del Giro d’Italia sono prodotte con tessuti SITIP e disegnate da CASTELLI.

  • Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel – Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo)
  • Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, dedicata al Made in Italy – Arnaud Démare (Groupama-FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Diego Rosa (Eolo-Kometa Cycling Team)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo – Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo)

Pochi secondi dopo aver attraversato il traguardo, il vincitore Arnaud Démare (Groupama-FDJ) ha dichiarato: “Ad un certo ho cominciato a dubitare sulle possibilità di riprendere o meno la fuga perchè alcuni miei compagni di squadra avevano già dato tutto. Anche io credevo di essere un po’ cotto in realtà. Solo a 10 km dall’arrivo ho iniziato a crederci ma ero davvero al limite. E’ splendido vincere di nuovo, tre vittorie sono un bel bottino. Ho saputo durante la tappa del ritiro di Romain Bardet e credo che sia un peccato. Era in grande forma, aveva fatto molti sacrifici.”  

La Maglia Rosa Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo), subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Nella prima parte di corsa, incluso il Colle di Nava, non siamo andati molto forte. La seconda parte invece è stata durissima, anche a causa del caldo. Domani sarà una tappa molto diversa, con molte salite tra cui Superga che ho fatto alla Milano-Torino. Non so cosa succederà ma darò tutto per tenere la Maglia Rosa.”

Articolo precedente

Giro 2022: Oldani-Rota, l’Italia s’è desta

Articolo successivo

Giro 2022: Simon Yates vince la quattordicesima tappa

Gli ultimi articoli in News

Attenzione ai siti fake

Nelle ultime settimane sono apparsi online dei falsi siti web creati da truffatori desiderosi di fare…