Il ciclismo secondo ChatGPT

83

Ormai le notizie riguardo il programma di intelligenza artificiale ChatGPT e simili sono all’ordine del giorno, accompagnati dalle solite divisioni di chi vede in questo tipo di strumenti un futuro di ozio e liberazione dalla schiavitù del lavoro e chi una minaccia mortale per l’umanità.

In attesa dell’apocalisse o di avere più tempo libero per pedalare ci siamo divertiti a fare un paio di domandoni al nostro AI, a voi!

 

Commenti

  1. marco:

    ti consiglio i 4 libri di Hyperion: https://www.goodreads.com/book/show/77566.Hyperion
    Spero non abbiate colto troppo seriamente il mio intervento......sono un lettore assiduo (anche se ultimamente leggo poco) ma sono più per i fantasy e i thriller storici o medievali, letture più leggere........comunque mi sono riguardato la serie di Capitan Harlok, e devo finire Daitarn :mrgreen: comunque grazie della segnalazione e li metterò nella lista!
  2. stambecco:

    se risponde sempre "dipende" perchè fà la media di quello che ha "imparato" cosa glielo chiedi a fare? che intelligenza è? è solo un pappagallo digitale :mrgreen:

    la cosa preoccupante sarà se un giorno verrà programmato per rispondere in maniera univoca su cose in cui quel qualcuno che lo programma ha interesse. Considerando che meno si usa un organo e più perde di efficienza, parlando di cervello e di come viene usato al giorno d'oggi dalla maggior parte delle persone, è verosimile pensare che fra 300/400 anni l'uomo sarà talmente ignorante da bersi qualsiasi cosa legga o senta
    Forse perche quella che viene chiamata "la media" è effettivamente la "verità" (tra virgolette)? Forse perché una risposta netta e definitiva a questioni con condizioni al contorno molto variabili non può esistere?
    O forse perché un' "intelligenza artificiale" mostra più buonsenso del forumendolo medio? ;-)
Articolo precedente

Milano-Sanremo: Nuova partenza e modifica del percorso

Articolo successivo

Mathieu van der Poel campione del mondo di ciclocross

Gli ultimi articoli in Magazine