Il gruppo Pon Holdings compra Cannondale e GT

51

È di oggi la notizia che il gruppo olandese Pon Holdings, già proprietario di brand importanti nel settore ciclo come Cervélo, Santa Cruz e Focus, ha acquistato il segmento Sports dal gruppo Dorel Industries, una consistente fetta del mercato ciclo che include importanti marchi storici come Cannondale, GT, Schwinn e Mongoose. L’acquisizione è stata sottoscritta per 810 milioni di dollari e garantisce al gruppo Pon una posizione ulteriormente di spicco nel panorama mondiale del mercato ciclo dove già poteva contare su un ruolo da top player.

Pon Bike

Commenti

  1. leandro_loi:

    I dati delle vendite li hanno in mano i distributori dei vari brand. Non il negozietto di provincia.
    I dati delle vendite dei grossi gruppi non sono un mistero a livello globale.
    E comunque non vedo cosa centri col discorso di chi sponsorizza cosa. Che Focus stesse nel WT e poi no, non è che deve essere supportato da studi o dati...
  2. gigadeath:

    Io odio le auto, quindi qualcuno subentri, ma basta vedere che fine hanno fatto Alfa Romeo e Lancia.
    Beh ma non necessariamente, ci sono anche dei gruppi che hanno acquisito dei brand di grande prestigio. Vedi il gruppo Audi Volkswagen che nel tempo ha acquisito Porsche, Bugatti, Lamborghini, Bentley, e non ha affossato un brand per mantenere gli altri.
    Come dite? la storia di Pon è legata a doppio filo all'importazione in Olanda proprio dei suddetti marchi? Speriamo per il bene di tutti questi marchi che abbiano imparato bene la lezione.
  3. gigadeath:

    Se sono dei geni del marketing, come spero che siano, daranno a ogni brand la sua nicchia, Cervelo road high level, Cannondale alu, Focus misto entry level, Santa Cruz mtb high, GT gravel, etc, ma non è facile, e in ogni caso un sacco di modelli verranno brasati perché sovrapposti.
    Boh guarda io mi fermo qui, non sono così esperto di posizionamento di brand ciclistici.
Articolo precedente

Tadej Pogačar ha vinto il 115° Il Lombardia

Articolo successivo

David Gaudu: “si corre più veloci di prima in gruppo”

Gli ultimi articoli in News