Il percorso della Vuelta España 2022

41

Presentato oggi il percorso della prossima Vuelta España: per la quarta volta nella sua storia la Vuelta partirà all’estero nel 2022, la città olandese di Utrecht segue Lisbona (Portogallo, 1997), Assen (Olanda, 2009) e Nîmes (2017). Il percorso completo è stato presentato a Madrid dove l’evento si concluderà dopo tre settimane durante le quali i corridori avranno toccato con mano sia i rilievi del nord del paese che le altitudini della Sierra Nevada, a sud, con alcuni tappe lungo la costa mediterranea.

Le tappe:

19 agosto Utrecht – Utrecht (cronoprologo a squadre) 23.3km
20 agosto  ‘s-Hertogenbosch – Utrecht 175km
21 agosto Breda – Breda 193km
22 agosto Paesi Baschi (Trasferimento)
23 agosto Vitoria-Gasteiz – Laguardia 153km
24 agosto Irun – Bilbao 187km
25 agosto Bilbao – Pico Jano 180km
26 agosto Camargo – Cistierna 190
27 agosto La Pola Llaviana – Collau Fancuaya 154km
28 agosto Villaviciosa – Les Praeres 175km
29 agosto Riposo
30 agosto Elche – Alicante (cronometro) 31km
31 agosto ElPozo Alimentacion – Cabo de Gata 193km
1 settembre Salobreña – Peña Blanca 195km
2 settembre  Ronda – Montilla 171km
3 settembre  Montoro – Sierra de la Pandera 160km
4 settembre 15. Martos – Sierra Nevada 148km
5 settembre  Riposo
6 settembre  Sanlucar de Barrameda – Tomares 190km
7 settembre  Aracena – Monastero di Tentudia 160km
8 settembre Trujillo – Alto del Piornal 191km
9 settembre Talavera de la Reina – Talavera de la Reina 132km
10 settembre Moralzarzal – Puerto de Navacerrada 175km
11 settembre  Laz Rozas – Madrid 100km

 

11 tappe di media ed alta montagna, 6 per sprinter e 2 tappe con finale in salita, 2 cronometro di cui una a squadre. Tappa più lunga di 193km.

Vamos!

Commenti

  1. alespg:

    e per fortuna è la vuelta, dove dopo ci sono 3 settimane di salita, quindi non ha troppo senso fare una squadra di passistoni con Affini, Doumulen, Dennis, Wout, Foss..oltre a Roglic
    Si, ma già solo avere Roglic, Dumoulin, Vingegaard e Dennis….
  2. Ser pecora:

    Il

    Il più incomprensibile è quello che vorrebbe la tappa in Africa sul Teide…una bella cronoscalata di 50km?!
    Probabilmente ai canari interessa meno di zero di spendere denari per avere la Vuelta da loro, non hanno bisogno di promozione visti i flussi turistici abbondanti che hanno. Ma una tre giorni con magari una crono di apertura a Lanzarote, una tappa di montagna a GC con arrivo al Pico de las Nieves e una mossa a Tenerife (quindi Teide escluso) sarebbe di una bellezza unica. La migliore Grande Partenza che si possa immaginare per qualsiasi GT.
  3. Ser pecora:

    Comunque, altra tendenza: il prossimo anno i 3 Gt avranno tra tutti 5 tappe >200km.
    Nel 2012 erano 15. Nel 1992 29.
    Se andiamo più indietro si finisce al contrario.
    E quelle belle crono da 60km, se non piü lunghe...
Articolo precedente

Ciclomercato: Mark Padun alla EF Education First – Nippo

Articolo successivo

DT Swiss presenta il kit di aggiornamento Ratchet LN per mozzi stradali

Gli ultimi articoli in News