Il ritorno di Victoria Barnes

Il ritorno di Victoria Barnes

26/02/2019
Whatsapp
26/02/2019

La pista può essere pericolosa, un recente esempio sfortunato è Kristina Vogel. Più fortunata, ma anche esempio di grande determinazione è Victoria Williamson, ora Barnes.

Vicky Barnes è una sprinter inglese con nel palmares un argento ai mondiali juniores nei 500mt a cronometro, un bronzo nello sprint a coppie ai mondiali 2013, argento e bronzo agli europei U23 2015 nello sprint e sprint coppie, e numerosi altri piazzamenti.

Nel 2016, alla sei giorni di Rotterdam, fu vittima di un incidente durante l’omnium, in cui si scontrò prima con la sprinter olandese Elis Ligtlee per poi carambolare contro il parapetto della pista. Il risultato fu quasi catastrofico: più fratture di vertebre della schiena e del collo, oltre che del bacino, e numerose lacerazioni, di cui una, al fianco, tanto profonda da rendere visibile la colonna vertebrale. Il numero di gara, per l’attrito, le ha bruciato la pelle ed ha rischiato un’operazione di chirurgia plastica anche per quello.

In un primo momento si parlò di paralisi, ma poi l’eventualità venne scongiurata. Una frattura di una vertebra del collo era arrivata a 2mm dal comprimere il midollo spinale, che però è rimasto intatto.

Vicky perse conoscenza nell’impatto e si svegliò in ospedale, dove per prima cosa chiese se avesse vinto. Le pronosticarono 8 settimane di degenza, ma dopo 4 era già dimessa. Dopo 6 settimane le tolsero in un’operazione durata sei ore le viti impiantate nel bacino.

Fortuna nell’avere evitato la paralisi, ma anche solo ritornare in posizione eretta è stata una sfida.

Una sfida fatta di dolore e tanta motivazione. Un nervo della gamba destra (quella di spinta in partenza per lei) le aveva reso insensibile la parte dal ginocchio al piede a causa di un nervo compresso, e ci sono voluti ben 3 anni di riabilitazione per tornare in condizioni ottimali.

In questi tre anni ha trovato il tempo di sposarsi e acquisire cosi il cognome Barnes. E lavorare duro per tornare in pista, letteralmente.

Ai campionati nazionali 2019 ha vinto il bronzo nella velocità a squadre. E sarà nella nazionale britannica agli imminenti (27/02-03/03) mondali su pista in Polonia.