Imballaggi 100% riciclabili per le bici Cannondale

Imballaggi 100% riciclabili per le bici Cannondale

29/10/2020
Whatsapp
29/10/2020

[Comunicato stampa]  Cannondale, marchio premium di Dorel Industries, ha completamente rinnovato gli imballaggi per biciclette nell’ambito del suo impegno per la riduzione degli sprechi e la semplificazione del montaggio delle biciclette.

Sebbene la bicicletta sia il mezzo di trasporto più ecologico, fa parte di un settore i cui imballaggi lasciano molto a desiderare in termini di sostenibilità: i prodotti escono dalle fabbriche in scatole piene fino all’orlo di plastica, polistirolo, fascette, graffette e molti altri elementi usa e getta superflui. Inoltre, una volta aperte queste scatole, l’assemblaggio delle biciclette è sempre risultato eccessivamente complicato persino per i meccanici più abili.

“L’obiettivo era quello di progettare un sistema di imballaggio migliore. Migliore per l’ambiente, grazie alla protezione dell’imballaggio più robusta e alla riduzione significativa del tempo necessario al montaggio.” afferma Eugene Fierkens, General Manager di Cannondale Europe. “Si tratta di una soluzione migliore per il pianeta, un vantaggio per i rivenditori di biciclette e una vittoria per i nostri clienti.”

Materiali riciclati al 100%
Nei sui stabilimenti olandesi di Oldenzaal, Cannondale ha eliminato completamente l’uso di nastro in plastica, buste di plastica, polistirolo, PVC e fascette dai suoi imballaggi, e le biciclette sono distribuite solo con scatole certificate FSC, utilizzando esclusivamente inchiostro naturale e di origine vegetale e nastro di carta in fibra rinforzata e biodegradabile. Facendo seguito a questa efficace iniziativa europea, Cannondale applicherà questi accorgimenti anche a livello globale.

Protezione migliore
Le biciclette Cannondale saranno protette al meglio durante il trasporto. Sarà utilizzato del nastro di riso per proteggere i telai da eventuali danni mentre protezioni in cartone per i rotori dei freni a disco, manicotti per le ruote e inserti a cuneo multifunzionali fungeranno da protezione e manterranno il prodotto in posizione all’interno della scatola.

Montaggio più rapido
Le biciclette Cannondale prodotte in Olanda sono consegnate al rivenditore, assemblate al 95%, il che riduce i tempi di montaggio almeno della metà una volta disimballato il prodotto. I freni e il cambio risulteranno già regolati e le guaine dei freni già montate. Inoltre, se una bicicletta è dotata di parafanghi e portapacchi, la ruota anteriore sarà già montata velocizzando ulteriormente i tempi di assemblaggio.

Questa è un’iniziativa doppiamente vincente: minor rifiuti nell’ambiente e assemblaggio più veloce ed efficiente per il negoziante. La decisione di Cannondale di passare a un imballaggio riciclabile al 100% sarà forse solo un piccolo passo, ma è una mossa significativa per la riduzione dei rifiuti e la salvaguardia dell’ambiente.

Cannondale

 

Commenti

  1. Zac36100:

    Il problema che segnali, in parte corretto, è legato al fatto che esiste un solo bidone per la plastica quando invece ce ne vorrebbero diversi.
    Lo so che il problema e' dovuto a questo, cosi' come dovremmo avere diversi bidoni per il vetro bianco/verde/bruno. Pero' in italia (come immagino in buona parte del mondo) e' impossibile pensare che la gente abbia tempo/voglia/modo di discriminare tutto e tenere in casa 984325672 bidoni diversi. Sarebbe necessario che tutti i venissero prodotti in un numero molto ristretto di plastiche, facilmente distinguibili (es, una trasparente ad uso alimentare e opaca per il resto).

    Questo senza considerare eventuali altre restrizioni, come quella di conferire plastiche lavate, richiesta in vigore in molti comuni, o il fatto che in ogni caso la plastica dispersa nell'ambiente per svariate ragioni piu' o meno tollerabili, non scompare da sola.
  2. mofo:

    La coop attualmente serve nell'incarto totalemente compostabile anche i prodotti di gastronomia e macelleria, ma anche loro hanno dei prodotti imballati in maniera inutilmente complicata, tipo la crescenza che di incarti ne ha 3...
    Per far cambiare queste cose basta lasciare il prodotto sullo scaffale, con il tempo tutti si adeguano. Io sono molto critico con queste cose ma comunque devo riconoscere che in tempi recenti si è fatto un buon passo avanti.
  3. Zac36100:



    COROLLARIO 2
    lavare i vasetti dello yogurth prima di buttarli è una colossale catzata. Si spreca solo acqua. I vasetti verranno comunque lavati successivamente con uso di prodotti chimici
    stà diventando il nuovo divieto di sosta!
    lasciamo perdere l'ottusità di certe amministrazioni comunali e imprese di ritiro rifiuti che generano solo maggiore quantità di rifiuti abbandonati....