La NTT diventa Qhubeka-ASSOS

La NTT diventa Qhubeka-ASSOS

20/11/2020
Whatsapp
20/11/2020

La squadra nata come MTN e poi divenuta Team Dimension Data for Qhubeka e NTT Pro Cycling diventerà per il 2021 la Qhubeka-ASSOS.

Lo ha comunicato il Team Manager Douglas Ryder: “Sono molto contento di aver trovato il supporto di partner incredibili come Assos, il quale è passato ad essere sponsor principale. […] Ora diamo il benvenuto ai nuovi partner della squadra e ci prepariamo alla nuova stagione 2021, in un mondo duramente colpito dalla pandemia. La bicicletta continua ad essere lo strumento per cambiare la vita di cosi tante persone per spostarsi, per fare sport, per stare in salute, per essere liberi. La nostra squadra ha sempre avuto come obiettivo più che non le sole vittorie, anche se amiamo vincere. Voglio anche ringraziare in modo specaile il nostro staff. Le persone che conoscono  l’ambiente sanno quanto difficile sia stato, e vedere la loro professionalità, precisione e competenza mi è stato di isisprazione ogni giorno. Siamo veramente una famiglia“.

Infine il Team ringrazia tutti i propri sponsor per avere reso possibile la continuazione di questo progetto: ASSOS of Switzerland, BMC, Mercedes Benz, Supersport, Rotor, Selle Italia, Tacx, Garmin,  OTE, Morgan Blue, Vittoria, Compresssport, KMC, Vida e Café, Solrx, Lumin Sports, EME.Italy, Hyperice, Scicon, ASG, Elite, Burgt Reclame,  L’Avenir, APO Group, Zwift and the Laureus Sport for Good Foundation.

Dopo mesi di trattative da parte di Ryder per trovare un nuovo sponsor principale ed aver considerato anche la vendita alla cordata danese Bjarne Riis, Jan Bech Andersen e Lars Seier Christensen, il manager sudafricano continua quindi il proprio progetto mantenendo la connotazione sudafricana (prima ed unica squadra africana WT) a supporto del progetto Qhubeka, una organizzazione no-profit per donare bici in Africa.

Commenti

  1. credo che corridori ancora a piedi ne abbiamo diversi......certo creare una bella squadra non sara' facile,ma per fare esempio,Marcato mi sembra non abbia ancora contratto,Aru per me e' molto probabile arrivi,Nizzolo credo resti la',Boaro e' senza contratto......andando a cercare i nomi ci sono
  2. Mirko Lodi:

    Ripeto .... Aru va bene come magazziniere!!!!!!!
    a parte che mi sembra ingeneroso e di cattivo gusto sparare sulla Croce Rossa, ti piacerebbe se dicessero di te le stesse cose in ambito lavorativo?
    Aru è comunque uno che ha dimostrato di avere motore, ha evidentemente dei problemi che deve risolvere (cosa che io gli auguro spassionatamente dal punto di vista umano e sportivo) ma non è certo un 'bidone'.
    dal divano sono capaci tutti di crucifiggere qualcuno che magari esaltavano qualche anno prima; è un comportamento che si giudica da se'.

    tanto per fare un parallelo, Pauline Ferrand-Prevot, che tra il 2014 ed il 2015 vinse tre mondiali in tre specialità diverse (strada, ciclocross e mtb) piombò in seguito in un tunnel simile; ne è uscita vincendo tre titoli mondiali consecutivi in mtb (tra xc e marathon).
  3. Mi permetto una domanda da curioso. Un marchio di altissimo livello come Assos sta facendo un passo che, se non mi sbaglio, è una novità per ogni marchio concorrente nel settore dell'abbigliamento tecnico, ovvero agire come main (co)sponsor e non più solo sponsor tecnico.

    Di che cifra stiamo parlando, ragionevolmente? Immagino molto più alta di quella sin qui sostenuta come sponsor tecnico.