L’elettronica di HiRide affronta il pavè del Tour de France

L’elettronica di HiRide affronta il pavè del Tour de France

15/07/2018
Whatsapp
15/07/2018

[Comunicato stampa]

Se è vero che la tappa sulle pietre della Roubaix segnerà un momento decisivo nell’appassionante sfida del 105° Tour de France, il Team Sky guidato da Chris Froome si prepara all’appuntamento cruciale con in serbo un’arma innovativa in più a propria disposizione.

Domenica prossima, 15 luglio, la nona frazione della “Grande Boucle” da Arras a Roubaix sarà uno spettacolo imperdibile per gli appassionati e una tappa delicatissima per gli uomini di classifica, chiamati a misurarsi con l’insidia del pavè. Ma la giornata di domenica segnerà anche una svolta importante nella tecnologia applicata alla bici, amplificata dall’enorme esposizione mediatica del Tour de France.

Per l’occasione, la Cicli Pinarello equipaggia il Team Sky con la Dogma K10S (già utilizzata dalla formazione britannica in primavera nelle classiche del nord) che presenta l’esclusiva tecnologia ESAS di HiRide, giovane azienda nata a Milano nell’alveo della enterprise factory di e-Novia, e avanguardia nel settore delle sospensioni elettroniche attive nel mondo del ciclismo.

La bici che verrà utilizzata da Chris Froome e dai suoi compagni di squadra è dotata del sistema eDSS (versione personalizzata per Pinarello di ESAS, Endurance Smart Adaptive Suspension) applicato al carro posteriore, una sospensione elettronica intelligente che adatta la propria rigidità ai diversi fondi stradali.

HiRide, forte delle passate esperienze maturate dal suo team di ingegneri e ricercatori nel mondo motociclistico e off-road ai massimi livelli, ha infatti creato il primo sistema di sospensione elettronica al mondo per biciclette all-road, endurance, gravel e ciclocross. Adattando automaticamente e in tempo reale il suo comportamento, la sospensione annulla ogni compromesso garantendo un telaio estremamente rigido su asfalto liscio e un telaio più morbido su terreni sconnessi.

Pinarello e HiRide hanno unito le forze per sviluppare e perfezionare ai massimi livelli del ciclismo mondiale una tecnologia destinata agli utilizzatori di ogni livello: ai vantaggi in termini di performance e stabilità – fondamentali per chi gareggia per vincere – si associa infatti un importante valore aggiunto in comfort e sicurezza, percepibile da chiunque ami le due ruote da pedalare. Su terreni sconnessi, e in particolare su pavé, la sospensione posteriore è in grado di assorbire le vibrazioni oltre il 30% in più rispetto ad una bici tradizionale. Ciò consente di aver maggiore stabilità sul carro posteriore, e quindi maggiore trazione sulla ruota: un vantaggio che permetterà agli atleti del Team Sky di sfruttare appieno il loro potenziale.

Il sistema è composto da una sospensione elettro-idraulica e una control unit (smart battery pack), che integra diversi sensori. ESAS è anche dotato di un’interfaccia per interagire con altri dispositivi, come Smartphone e ciclocomputer, attraverso protocolli Bluetooth e ANT+.

La sospensione posteriore ESAS ideata da HiRide è già disponibile sul mercato come opzione di allestimento sul modello Dogma K10S Disk di Pinarello: le tecnologie utilizzate dai più grandi professionisti del mondo sono a disposizione anche dei ciclisti amatoriali.

About HiRide
HiRide è una realtà tutta italiana, nata nel polo d’innovazione che risponde al nome di e-Novia – la prima “enterprise factory” – con l’ambizione di riscrivere gli standard della performance nel mondo del ciclismo, raggiungendo livelli di flessibilità d’utilizzo, efficacia e comfort di pedalata fin qui sconosciuti.

HiRide progetta, sviluppa e produce sospensioni attive intelligenti (smart active suspensions) per diverse categorie di biciclette, da quelle più tradizionalmente legate al concetto di sospensione – come le mountain bike – fino ai settori gravel ed endurance.

Nell’azione in bici, l’atleta è mentalmente e fisicamente concentrato sulla guida e la ricerca della prestazione, e la sospensione rappresenta un elemento cruciale per la performance, la sicurezza e la stabilità. Nell’interpretazione di HiRide, la sospensione diventa intelligente (smart), e capace – attraverso sofisticati algoritmi – di comprenderemanovre, stili di guida e condizioni stradali, e attivarsi (active) automaticamente per adattare il comportamento delle sospensioni e dunque massimizzare le prestazioni dell’atleta e la stabilità della bici abbassando notevolmente la sensazione di affaticamento su lunghe distanze.

HiRide è ingegneria e tecnologia che si spingono al di là dello stato dell’arte e dei percorsi acquisiti, unite all’importante esperienza derivata dal mondo automotive e motociclistico in particolare: proprio grazie a questo background, HiRide può vantare competenze di assoluta avanguardia nel settore degli algoritmi e control electronics.

HiRide è inoltre presente nel mondo del ciclismo ai massimi livelli, dove è diventato il primo brand in assoluto ad introdurre la sospensione elettronica su bici endurance, la cui efficacia è stata testata e apprezzata dai più forti professionisti del mondo strada.