Matej Mohoric al fotofinish

16

Matej Mohoric (Bahrain-Victorious) ha vinto la 19ª tappa al fotofinish precedendo Kasper Asgreen (Soudal-QuickStep), il quale ha mancato il bis dopo la vittoria di ieri per pochi centimetri. Ben O’Connor (AG2R Citroën), ultimo membro del trio di testa, ha completato il podio di tappa.

Gli attaccanti hanno ancora beffato gli sprinter sulle strade del Tour de France oggi. in una tappa che ha visto diversi corridori tentare la fuga nelle prime fasi della corsa. Solo dopo quasi 60 chilometri è partito un primo gruppo di nove corridori, tra cui Julian Alaphilippe e Mads Pedersen.

La presenza del danese ha spinto Jasper Philipsen ad accelerare per raggiungere il suo principale rivale per la maglia verde, che aveva preso il comando allo sprint intermedio di Ney. Alla sua ruota il velocista belga ha riportato sotto un gruppo di corridori per formare un gruppo di circa trenta corridori in testa. Uno spiritato Victor Campenaerts (Lotto Dstiny) e Simon Clarke (Israël Premier Tech) sono andati subito in testa alla corsa. I due uomini hanno resistito solo pochi chilometri, prima che il trio composto da Kasper Asgreen, Matej Mohoric e Ben O’Connor li raggiungesse e li superasse sull’ultima salita della giornata, a 30 km dall’arrivo.

Matej Mohoric e Kasper Asgreen hanno tagliato il traguardo con oltre tredici minuti di vantaggio sul gruppo della Maglia Gialla. È stata una giornata tranquilla per i favoriti, e non ci sono stati cambiamenti nella top 10 generale.

 

Commenti

  1. bianco222:

    Alla fine dell'intervista, il giornalista rimane senza parole e lo abbraccia. Un gesto davvero bellissimo.
    Credo abbia fatto un'intervista talmente bella da "oscurare" la sua vittoria...
    Marmuel:

    Al giorno d'oggi siamo talmente abituati alle interviste vuote e preconfezionate "in stile calcio" che questa così vera e autentica, nella sua semplicità, è qualcosa di straordinariamente unico.
    Da non dimenticare che l'emozione se l'è portata pure sul podio della premiazione...
  2. Zugnajima#11:

    Da non dimenticare che l'emozione de l'è portata pure sul podio della premiazione...
    Non smetteva più di piangere...
    A me è sempre piaciuto Mohoric. Ora davvero di più...
  3. Al termine della tappa, non avevo colto completamente le parole di Mohoric, un po' per l'inglese un po' perchè gli sono andati sopra con la traduzione (purtroppo parziale). L'ho appena risentita/riletta bene e mi ha davvero emozionato sentire la profondità dei concetti che ha espresso e la sua sincera commozione. Conosco poco il ciclismo e le sue dinamiche (lo seguo assiduamente ma da poco), non ho un professionista per cui tifo particolarmente mentre simpatia per parecchi, ma dopo aver sentito l'intervista Mohoric si prende un posto speciale in classifica :hail:
Articolo precedente

Asgreen respinge i velocisti

Articolo successivo

Specialized lancia la nuova sella Expert Power Mirror

Gli ultimi articoli in News