Nuova Cannondale Topstone

Nuova Cannondale Topstone

20/06/2019
Whatsapp
20/06/2019

Cannondale ha presentato la sua nuova Topstone, una gravel bike che farà sicuramente parlare di sè.

Una bici full carbon con soluzioni tecniche adottate per dare il meglio quando c’è da ballare su fondi sconnessi. Caratteristica principale di questo nuovo progetto, è l’introduzione di un semplice sistema ammortizzante al posteriore denominato KINGPIN.

Sistema che si basa  su tre fattori:

  • un fulcro posizionato nel punto di giunzione tra carro e tubo verticale,

  • flessione delle fibre di carbonio dei foderi bassi

  • destrutturazione del triangolo anteriore

In questo modo Cannondale è riuscita ad ottenere un carro posteriore con un’escursione di 30 mm, dato verificato in laboratorio e comune a tutte le taglie.

Per mantenere comunque una buona rigidità in fase di pedalata gli ingegneri Cannondale hanno optato per un carro molto corto, solo 415 mm. Dimensione ottenuta grazie alla tecnologia AI che ormai da qualche anno contraddistingue i telai di questo brand.

Nei modelli di alta gamma a migliorare comfort e usabilità si aggiungono poi il classico reggisella Save e il nuovo manubrio e attacco manubrio sempre della serie Save, tutti rigorosamente in carbonio.

Geometria endurance, comoda ma comunque stradale, che segue la celebre filosofia Out Front del costruttore statunitense, quindi rake importante, tubo orizzontale leggermente più lungo e attacco manubrio corto. Il tutto per ottenere maggiore controllo, guidabilità e divertimento.

Il telaio è in grado di ospitare pneumatici fino a  40mm lasciando comunque spazio per il fango grazie all’ampio passaggio ruota.

Naturalmente il passaggio cavi è interno e la chiusura del reggisella integrata come impongono le nuove tendenze.

In una bici di questo genere non potevano poi mancare predisposizione per parafanghi e fori supplementari per il fissaggio di borse da viaggio.

Il telaio è inoltre compatibile con reggisella telescopici con diametro 27.2

Altra piccola novità è la presenza sulla ruota anteriore di un sensore sviluppato insieme a Garmin in grado di memorizzare i dati di velocità e distanza di ogni uscita. Utile se per sbaglio si uscisse senza ciclocomputer. Inoltre all’interno del sensore sono memorizzate tutte le specifiche della bici e tramite app dedicata è possibile registrare tutte i lavori di  manutenzione effettuati.

Con l’occasione è stata presentate anche la nuova guarnitura Hollowgram 1 in dotazione alla versione con gruppo Ultegra.

Impressioni di guida

La bici utilizzata è la top di gamma con gruppo  Force eTap AXS e ruote in carbonio Hollogram il cui peso rilevato proprio nell’occasione è stato di 8.6kg

Si tratta di un mezzo che consente di stare in sella veramente per molte ore grazie alla geometria rilassata ma comunque votata a una ottima efficienza di pedalata. Una bici divertente, in grado di farsi apprezzare dove il fondo diventa impegnativo e che allarga i confini di ciò che è fattibile con una gravel. Le sensazioni di guida sono tipiche di Cannondale con un anteriore precisissimo e inchiodato e terra, un posteriore gestibile e prevedibile nel comportamento. Su strade asfaltate e lisce la reattività è ottima e il sistema di ammortizzazione non influisce in maniera evidente sulla pedalata.

Prezzi e colori

 

 

27
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
19 Comment threads
8 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
21 Comment authors
MRMAS Recent comment authors
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
T
Member
tillo

Il sistema di smorzamento delle vibrazioni del carro posteriore,sembra simile alla prima cannondale Scalpel da 26 pollici,si basava sulla flessione del carro in carbonio…

8
Member
8p8

Cannondale ha fatto centro, c’è tutto quello che serve x chi vuole andare ovunque e in completa autonomia. Certo solo sulla carta, bisognerebbe farla testare a gente come Omar di Felice o Max Oliva (che ora stanno facendo la Trans Am Bike Race) x vederne l’affidabilità.
Cmq molto bella….

F
Member
filippo angeli

Ma.. Vista dal vero.. Dietro ho qualche dubbio che ci stia un 40..passaggio ruota x i miei gusti molto stretto.. Checkpoint e warbird fanno molto meglio.

D
Member
doublet

ci rinuncio… non ci capisco più di bici

Piergiorgio Sbrissa
Admin
tillo

Il sistema di smorzamento delle vibrazioni del carro posteriore,sembra simile alla prima cannondale Scalpel da 26 pollici,si basava sulla flessione del carro in carbonio…

Vero.
Un sistema simile lo fecero anche la Felt e la Lahar (in Dh).

D
Member

Non riesco a "visualizzare" il funzionamentto del sitema Kingpin. Praticamente i foderi superiori flettono tipo arco e fanno ruotare il perno,e' corretto ?

A
Member
alespg

No, sono i foderi bassi a flettere maggiormente, il kingpin fa appunto da perno. Ovviamente un minimo di flessione la avranno anche i foderi superiori, ma l’elemento stressato a flessione sono gli orizzontali. Ale

A
Member
andy_g

Corretto, e qualcosa cederà anche il verticale, per effetto della spinta dei foderi alti. È quello che succede su molte biciclette da corsa di ultima generazione, qui amplificato dai foderi collegati non rigidamente su perni.
Il vantaggio sulla carta è di avere un carro molto flessibile rispetto alle sollecitazioni del terreno e poco rispetto alla pedalata.

utah
Member

Guardando questa bici vien da pensare che i Biker ci hanno messo 40 anni per capire che il manubrio ideale per una MTB e' quelllo della BDC..:==

8
Member
8p8

Questa non è un MTB, cmq Tomac, 30 anni fà vinceva delle gare (mtb) con questi manubri…..

A
Member
andy_g

Per la mia esperienza proprio no, ho una MTB rigida, da poco una gravel e ho usato molte ibride e l’esperienza di guida su sconesso è per me molto diversa. Le braccia sul manubrio dritto ammortizzano molto di più e agiscono più efficacemente in curva. Sulla piega da corsa in presa alta il terreno trasmette tutto ai polsi, mentre sulla bassa si ammortizza bene ma la posizione è molto sbilanciata in avanti e faticosa, soprattutto in piedi. Qualche vantaggio con la piega da corsa l’ho notato in salita grazie alla presa bassa che mi aiuta a tener giù la ruota… Read more »

andry96
Member
utah

Guardando questa bici vien da pensare che i Biker ci hanno messo 40 anni per capire che il manubrio ideale per una MTB e' quelllo della BDC..:==

Le gravel servono a tutto meno che a fare mtb e a fare sentieri veri è decisamente meglio abbandonare la piega da bdc

D
Member
dariob4000

Ma il nome Kingpin non sarà coperto da brevetto marker? C’e Un attacco da sci alpinismo che si chiama così oramai da qualche anno..un po’ di fantasia!!

R
Member
rockarolla

No! Dipende da mille fattori: con che “spirito” affronti le tue uscite, la loro durata, la forma del manubrio, le preferenze personali. Quello che fa la differenza è principalmente la geometria, che in una mtb richiede una distribuzione dei pesi e una guidabilita diverse (oltre a fattori “secondari” come passaggio gomme, rapportatura e mille altri). Con una frameset da mtb, montato con componenti da mtb e gomme da mtb, si può affrontare qualsiasi sentiero, anche con la forcella rigida e il dropbar (magari un dirtdrop, appositamente pensato per uso mtb: v. Migde, quello della Fine di cui non ricordo il… Read more »

M
Member

via ormai la moda gravel è dominante…
poi magari (come me) uno se la compra e non ha percorsi adatti, finendo per farle fare la fine del muletto….

newbie
Member
maurocip

via ormai la moda gravel è dominante…
poi magari (come me) uno se la compra e non ha percorsi adatti, finendo per farle fare la fine del muletto….

Io l'ho già rivenduta, preferisco la MTB.
Però ho una bdc da Endurance che è comoda

Sent from my Redmi 5 Plus using BDC-Forum mobile app

Piergiorgio Sbrissa
Admin
dariob4000

Ma il nome Kingpin non sarà registrato da Marker? C’e Un attacco da sci alpinismo che si chiama così oramai da qualche anno..un po’ di fantasia!!

Kingpin in inglese vuol dire "perno", oltre a varie altre cose…

M
Member
newbie

Io l'ho già rivenduta, preferisco la MTB.

io ho anche la MTB….:doh:

Fitzcarraldo
Member
Devastazione

Non riesco a "visualizzare" il funzionamentto del sitema Kingpin. Praticamente i foderi superiori flettono tipo arco e fanno ruotare il perno,e' corretto ? Comunque bici interessante,ho idea che si andra' sempre di piu verso il concetto della Niner MCR.

direi che flettono sia i foderi superiori che soprattutto il tubo piantone nella parte bassa dove è assottigliato. anche il tubo orizzontale si assottiglia nella sezione verso il verticale per consentire la deformazione del triangolo principale.

D
Member
utah

Guardando questa bici vien da pensare che i Biker ci hanno messo 40 anni per capire che il manubrio ideale per una MTB e' quelllo della BDC..:==

con questo manubrio ci fai al massimo delle strade bianche, la mtb è un'altra cosa.

R
Member
rockarolla

È fuor di dubbio che una comune compact con qualche grado di fare non è idoneo a fare mtbking. Questo non significa che non si possa fare mtbking con un dropbar, semplicemente ci vuole un dropbar pensato apposta (come quelli citati nel mio post precedente -p. S. Fino stava per Funn-). Se si vuole fare gravity, è certo meglio un flat… Ma per scorrazzare tra i boschi in particolar modo per giri lunghi o viaggi il dirtdrop è fantastico. Magari non tutti ci si trovano, ma per quelli che ci si trovano sono ottimi manubri da mtb.

J
Member

Mi pare pesantuccia per essere il top di gamma…

Inviato dal mio SM-T235 utilizzando Tapatalk

S
Member
jack070767

Mi pare pesantuccia per essere il top di gamma…

Inviato dal mio SM-T235 utilizzando Tapatalk

Poco piu' di 8,5 kg per una gravel "ammortizzata" con i copertoni che monta non mi sembra pesantuccia

A
Member
andy_g

Ma della versione in alluminio simsa qualcosa? Verrà dismessa, sarà simile alla versione in carbonio o manterrà più o meno la linea attuale?

R
Member
andy_g

Ma della versione in alluminio simsa qualcosa? Verrà dismessa, sarà simile alla versione in carbonio o manterrà più o meno la linea attuale?

https://www.bdc-mag.com/forum/threads/prima-gravel-cannondale-topstone.235930/page-10#post-6433987

M
Member
Marcoj

Per l’utilizzo che ha nello sterrato se il sistema è simile al principio di treck hanno creato un ottimo compromesso …resta da vedere dal vivo e soprattutto da testare personalmente..a livello estetico però molto carina la bimba vestita di nero opaco e lucido…