News #incidenti

Paternoster e Bussi investite

Paternoster e Bussi investite

Piergiorgio Sbrissa, 23/11/2019

Strade pericolose e le ultime a farne le spese sono due donne: Letizia Paternoster e Vittoria Bussi.

La Paternoster è stata investita da un’auto che si è immessa nella rotatoria che stava percorrendo l’atleta della Trek-Segafredo. Per la 20enne trentina una contusione al volto e la frattura dello scafoide di una mano.

Vittoria Bussi, 32 anni, detentrice del record dell’ora, si è scontrata a sua volta contro un’auto che le ha tagliato la strada a Moncalieri. Per lei frattura della clavicola.

Questi incidenti ripropongono il tema della sicurezza sulle strade ed in particolare l’assoluta ignoranza della maggior parte degli automobilisti sulle regole da rispettare in presenza di ciclisti e dei rischi legati a scontri con questi.

Nei giorni scorsi anche il professionista Alessandro De Marchi (CCC) si è lamentato in un post su Instagram di un sorpasso ravvicinato da parte di un automobilista.

Commenti

  1. samuelgol:

    Ma lui aveva il segnale di dare la precedenza o no? Qui mi pare si stia dicendo che chi percorre la rotonda non ha la precedenza, salvo che non sia segnalato diversamente, esattamente come in tutti i casi di intersezioni non segnalate in cui chi viene da dx ha la precedenza.
    In questo caso chi aveva diritto di precedenza? Lei o l'autista? ;nonzo% Non ho ben capito le circostanze del sinistro.
    Chi è già in rotonda ha precedenza assoluta su tutti coloro che devono ancora immettersi, e, cribbio, DEVE essere visto!
    Solo se non c'è rotatoria ma incrocio il riferimento sono i segnali di dare precedenza, verticali o orizzontali, posti PRIMA dell'incrocio. E a seconda dei casi, l'incrocio normale è ben trattato dal CdS e dalle scuole guida.
    Per es. dare la precedenza a ds in tutti gli incroci fra strade di pari categoria in assenza di semaforo, dove ognuna delle strade avrà a terra la segnaletica di stop/precedenza.
    Altrimenti, es da strada secondaria che accede a sp o ss, la precedenza è dei circolanti sulla sp/ss, e ci si immette solo quando possibile, soprattutto se si gira a sinistra, attraversando la carreggiata ...
    In rotonda prima di entrare occorre dare la precedenza a chi è già circolante nella stessa (che proviene quindi da sinistra) MA ANCHE a destra qualora chi entra alla tua ds. sia in anticipo su di te.(semplificando, se no vien notte).
    Chi è già in rotatotia ha la precedenza su chi deve ancora entrare, sempre, ma rispetto ad altri già anch'essi in rotatoria ha poi precise norme da rispettare, chiarite dalla circolare succitata.
    Le bici infine devono sempre stare in prossimità del margine ds della carreggiata, ovunque, non solo nelle rotonde.
    Appena al di fuori del confine urbano, sulle strade è fatto divieto sempre e comunque di procedere appaiati, in bici (quanti di noi rispettano ciò ?) tranne che in caso di genitore con bimbo/a di età inferiore a dieci anni.
    E sarebbe lunga....ancora
  2. golias:

    Anche io mi fido poco quando sono in rotonda e vedo che dalla prima intersezione si avvicina un mezzo ed è per questo motivo che mi "allontano" il più possibile dal doverlo incrociare nel caso in cui questo non mi veda ed entri in rotonda imperterrito come se non mi avesse visto.. e purtroppo, ripeto, mi è capitato più volte.
    Poi ogni rotonda fa caso a sè.. qui in zona da me ce n'è una particolarmente ostica perchè da una strada a grande passaggio mezzi ci si immette per circa 10 mt in rotonda e si prende poi la prima uscita sulla dx per entrare in super-strada.. io entro in quella rotonda da una strada secondaria per uscire poi alla terza uscita (sempre strada secondaria) ma nel punto citato non è la prima volta che mi trovo costretto a fermarmi io perchè appunto chi arriva dalla strada principale alla fine non fa altro che fare una svolta a dx pur entrando per quei 10 mt in rotonda e visto che io invece esco all'uscita successiva.. molto meglio se sto verso il centro-cordolo interno rotonda.
    Secondo il mio umile parere sbagliate tutti, per es tu quando dici :"è per questo motivo che mi "allontano" il più possibile dal doverlo incrociare nel caso in cui questo non mi veda" in realtà fai deviazioni in rotonda potenzialmente fatali.
    Sbagliano poi tutti quelli che entrano come se la rotonda fosse in realtà un tratto di strada normale in cui ha ragione chi va più forte, soprattutto quella che descrivi dovrebbe essere dotata di telecamere e rilevatori e i portafogli di certi buffoni aggressivi (in auto) sarebbero ben tartassati, la voce si spargerebbe e in meno di un mese diventano tutti calmi e buoni, come succede da me.
    Davanti casa, periferia limite 60, ho cronometrato auto a 150 e moto a 208 /orari, erroremax 5%, ma 1,5km dopo un sindaco più attento ha ottenuto l'installazione di autovelox, e tutti, ma ripeto e sottolineo TUTTI, per quel tratto diventano candidi agnelli.