Elie Gesbert investito

Elie Gesbert investito

24/11/2019
Whatsapp
24/11/2019

Elie Gesbert (24 anni), corridore della Arkea-Samsic, è stato investito da un’auto mentre si allenava nei pressi di Rennes, in Francia.

(Photo by Chris Graythen/Getty Images)

L’automobilista, secondo alcune testimonianze, non ha rispettato una precedenza ed ha agganciato Gesbert con lo specchietto retrovisore facendolo cadere. Poi si è dato alla fuga. Gesbert è stato trasportato all’ospedale, ma non ha subito fortunatamente gravi conseguenze, solo contusioni.

Commenti

  1. "…la necessità di spostarsi per evitare buche e crepe sull’asfalto…"
    Questa non la vedo come unavnecessità ma un vizio pericoloso di molti in cui mi metto anch'io!
  2. alcos:

    "…la necessità di spostarsi per evitare buche e crepe sull’asfalto…"
    Questa non la vedo come unavnecessità ma un vizio pericoloso di molti in cui mi metto anch'io!
    non per farmi i fatti tuoi, ma dove vivi? Dalle parti mie ci sono delel buiche che fanno male, e quelle le prendo, ed altre cosi' profonde e dure che se le prendi sei sicuro di cadere, e quelle preferirei non prenderle, sopratutto se di fianco sfrecciano auto e camion...
  3. posse:

    oltre al poco rispetto io credo anche che:
    - macchine sempre più' connesse e con infotainement che distraggono
    - uso dello smartphone
    - sempre più' ciclisti in strada, non sempre "svelti" e "esperti" (questione quindi anche di maggiore probabilità)
    Secondo me no, è solo questione di cultura. Ci sono paesi dove le auto mantengono sempre una distanza minima, e se non possono sorpassarti perché non hanno spazio aspettano quei 15"...

    E ci sono paesi dove i ciclisti sono semplicemente detestati, come in UK, dove se possono ti fanno il pelo apposta.