Qual è il miglior olio per catena?

149

Esistono due categorie di lubrificanti per la catena della bicicletta: gli olii e le cere. Siamo andati a vedere le differenze con una prova al banco che prende in considerazione uno dei diversi aspetti della lubrificazione. Assicuratevi di guardare tutto il video prima di trarre delle conclusioni, e iscrivetevi al canale se non l’avete ancora fatto.

YouTube video

 

Gli olii usati nel test sono:

Squirt
Muc-Off da bagnato
Muc-Off ceramico
Motorex dry
Finish Line Dry Teflon
Abolute Black Graphene Wax

Grazie ad Alberto di Effetto Mariposa per l’aiuto! Date un’occhiata ai suoi sigillanti e vari altri prodotti.

 

Commenti

  1. petrolio bianco, finish line umido, pulizia ed lubrificazione all'occorrenza. estate ed inverno per uso sola bdc.
    sono anni che pulisco catene moto o-ring e bici con petrolio bianco e mai avuto alcun problema di sorta.
  2. Lumi:

    Il cherosene non è corrosivo per i metalli, al limite per i trattamenti superficiali, sono d'accordo.

    La domanda era riferita al fatto che dici di non aver cambiato la catena per 30 anni grazie a questo trattamento, la catena se usi la bici si consuma e allunga.
    Non sono uno che fa tantissimi Km (penso 2-3K all'anno), inoltre ho abbandonato la bici, dopo aver ridotto le uscite, per 17 anni, riprendendola dopo il lockdown. Aggiungi anche che forse i materiali di 30 anni fa erano un po' più robusti, fatto sta che la catena è ancora su ed ha meno dello 0.5% di usura.

    Comunque è interessante come il thread sia passato da un confronto fra vari lubrificanti specifici, a: tengo il grasso iniziale si/no.

    Il video in effetti dice poco, se non che un olio generico ad alta viscosità ion quel test da laboratorio risulti migliore, ma non è indicativo del comportamento su strada perchè attira troppo sporco, e che dopo questo la cera al grafene di Absolute Black sia la migliore. Non c'è però traccia della distinzione fra test a secco e in umido.

    Ad ogni modo, la Absolute è costosissima, ma se prendi la versione solida, quella in panetti tipo cioccolato, non è poi così cara. Puoi poi prendere il boccettino da 14ml per eventualmente un refill veloce. Il punto è che, da quello che vedo, dura tante uscite, mentre in ambito gravel gli oli li devi rimettere ogni volta.
  3. In realtà il grasso al rame ha ottime proprietà lubrificanti, in acciaieria ne indicavamo l'uso per le catene che trasmettevano il moto ai rulli di estrazione della barra sulla colata continua. Non usavamo altri tipi di grasso perchè, viste le alte temperature, il grasso al rame era l'unico che a un costo ragionevole rimaneva "aggrappato" alla catena senza sciogliersi per il calore.
    Detto ciò, non credo lo utilizzerei sulla catena della mia bici, viste le condizioni di utilizzo. Però se c'è chi ci si trova bene buon per lui!
Articolo precedente

Van Aert, Pogačar: due mari, due re

Articolo successivo

Le pagelle della Tirreno-Adriatico 2021

Gli ultimi articoli in Test