Pulire catena ultrasuoni

Pulire perfettamente la catena con una macchina ad ultrasuoni da 44.99€

29

Come ottenere il migliore risultato nella pulizia della catena? Grazie ad una macchinetta da neanche 50 Euro abbiamo trovato un sistema grandioso che prolungherà la vita della vostra tramsissione. Guardate il video per vedere il prima e dopo e soprattutto quanto sporco gli ultrasioni riescono a togliere da una catena lavata con idropulitrice e sgrassante. Sembra pulita, ma…

Pulitore ad ultrasuoni
Cera Flowerpower Effetto Mariposa
Liquido sgrassante

In collaborazione con Bike Lab Torino.

Pulire un pacco pignoni con gli ultrasuoni

Se per la MTB con le nuove cassette 10-52 diventa impossibile farcele stare nella vasca della macchina del video, per la bici da corsa il discorso cambia. Qui sotto vedete una cassetta con pignone più grande da 28 denti, e rimane dello spazio per pignoni più grandi.

I capitoli del video

Introduzione
La macchina ad ultrasuoni
Smontare la catena
La soluzione acqua/sgrassante
Pulizia catena con ultrasuoni
Il risultato
Montare la catena
Lubrificazione con cera
Conclusioni

Perché lubrificare con la cera?

Esistono due modi per lubrificare la catena: olio o cera. Il primo metodo, più classico, è anche il più semplice perché non richiede di pulire a fondo la catena prima dell’applicazione. Si può inoltre fare a ridosso dell’uscita in mountain bike, senza preoccuparsi di far evaporare il solvente, cosa invece assolutamente necesaria quando si usa un lubrificante a base di cera.

olio o cera

Quest’ultimo ha un grande vantaggio, e cioé quello di impastare molto di meno la catena e tutta la trasmissione, evitando dunque che lo sporco faccia da abrasivo e accorci la vita della nostra trasmissione. Esistono però anche olii poco densi che attirano poco lo sporco, d’altro canto si tratta di lubrificanti da asciutto che non vanno bene in condizioni di bagnato.

Un buon lubrificante a base di cera resiste invece bene al bagnato, anche se non si devono aspettare miracoli perché l’acqua, col tempo, porterà via più facilmente la cera rispetto ad un olio classico da bagnato.

Insomma, l’argomento è delicato e bisogna sapersi bilanciare fra pregi e difetti di una e dell’altra soluzione, tenendo ben presente le condizioni meteo in cui si gira, ma anche i posti in cui si va solitamente in mountain bike. Una regione con tanti guadi e acqua sul terreno, per esempio, richiederà una diversa attenzione rispetto ad una zona asciutta ma molto polverosa.

 

Commenti

  1. Ciao, lavoro con le vasche ad ultrasuoni da 40 anni, faccio l' orefice e al momento ne ho una da 6 litri.
    Non pensate che faccia miracoli e che la catena duri 2000 km in più, altrimenti lo farei anch' io ogni settimana.
    Ho già affrontato questo argomento su un altro forum dove un utente pretendeva di togliere le incrostazioni sul cielo di un pistone immergendolo in una di quelle vaschette.
    La vasca toglie le polveri delle paste abrasive che usiamo, ho lavato anche dei cilindri di moto dopo alcune lavorazioni, ho dato una lavata ai getti dei carburatori, ma non fa molto di più. Il liquido sgrassante va bene per fare quel tipo di lavoro che ho detto, ma solo se l' acqua è ben calda e soprattutto se l' avete fatta bollire prima ( noi ne teniamo sempre un bidoncino già pronta). Non conosco la durata di quelle macchinette che, a mio modo di vedere, vanno bene per la casalinga di Voghera che di tanto in tanto toglie il luridume di tutte le creme che usa dai suoi anelli. Una delle mie vasche è durata 20 anni, uso giornaliero, a volte prolungato, questa spero che duri fino a quando andrò in pensione, perchè è costata 800 Euro.
    Quello che dice quel ragazzo sul cambio del liquido è vero, si cambia quando gli oggetti non vengono più puliti.
    Vedete voi......
  2. VADABRUT:

    Ciao, lavoro con le vasche ad ultrasuoni da 40 anni, faccio l' orefice e al momento ne ho una da 6 litri.
    Non pensate che faccia miracoli e che la catena duri 2000 km in più, altrimenti lo farei anch' io ogni settimana.
    Ho già affrontato questo argomento su un altro forum dove un utente pretendeva di togliere le incrostazioni sul cielo di un pistone immergendolo in una di quelle vaschette.
    La vasca toglie le polveri delle paste abrasive che usiamo, ho lavato anche dei cilindri di moto dopo alcune lavorazioni, ho dato una lavata ai getti dei carburatori, ma non fa molto di più. Il liquido sgrassante va bene per fare quel tipo di lavoro che ho detto, ma solo se l' acqua è ben calda e soprattutto se l' avete fatta bollire prima ( noi ne teniamo sempre un bidoncino già pronta). Non conosco la durata di quelle macchinette che, a mio modo di vedere, vanno bene per la casalinga di Voghera che di tanto in tanto toglie il luridume di tutte le creme che usa dai suoi anelli. Una delle mie vasche è durata 20 anni, uso giornaliero, a volte prolungato, questa spero che duri fino a quando andrò in pensione, perchè è costata 800 Euro.
    Quello che dice quel ragazzo sul cambio del liquido è vero, si cambia quando gli oggetti non vengono più puliti.
    Vedete voi......
    Oddio...dipende dalla macchina. Quella che abbiamo a lavoro, la utilizziamo per pulire i filtri olio in maglia metallica da 25micron quando si Intasano, e vengono puliti (in una notte.) Pignoni e catene vengono perfetti. Le incrostazioni sul pistone invece non verranno mai via con questo sistema.
  3. Mah..
    Il video l'ho visto, Ma non mi ha convinto oer niente
    La foto On Topic mostra tutt altro..
    E la catena che mette a bagno nel video..sembra appena unta.
    Non so con una catena Veramente Sporca e Nera.. se il risultato possa essere così "brillante".
    Nutro seri dubbi al riguardo.
Articolo precedente

Mark Cavendish correrà per la Astana

Articolo successivo

Gare UCI World Tour di primavera di RCS Sport: ecco le squadre selezionate

Gli ultimi articoli in Tech Corner