freni a disco

Freni a disco: controllate lo spessore dei dischi!

8

I dischi dei nostri freni si consumano con il tempo. Pur essendo in metallo, l’attrito necessario per fermare noi e la bici consuma la pista frenante. Non per niente su tutti i dischi troviamo uno spessore minimo, sotto il quale diventa pericoloso continuare ad usarli perché c’è il rischio che cedano.

Nel video qui sotto trovate un disco Shimano Icetech. Quando è nuovo, il suo spessore è di 1.8 mm. Il disco in questione è arrivato a 0.8 mm, e poi si è rotto. Fortunatamente per il possessore si trattava di un disco montato sulla ruota posteriore, quindi la ruota si è bloccata e lui non è caduto. I danni meccanici non si sono fermati al disco, perché anche la pinza freno si è rovinata.

Commenti

  1. La storia puzza di fake.

    Questo disco è completamente annerito e fuso, e rotto in piu’ punti, secondo me si è rotto perche’ è stato montato su un asse motorizzato, frenando e portando ad altissime temperature fino a completo cedimento.

    Se si fosse rotto con un uso normale secondo me avrebbe un solo punto di rottura e il metallo non sarebbe di quel colore
  2. Lo spessore del disco prima di rompersi era di 0.8 mm quindi frenava sull'allumino già da un pezzo.
    Io ne ho sostituiti un paio a 1,35 e già affiorava l'alluminio sottostante alla pista in acciaio.
  3. Lumi:

    La storia puzza di fake.

    Questo disco è completamente annerito e fuso, e rotto in piu’ punti, secondo me si è rotto perche’ è stato montato su un asse motorizzato, frenando e portando ad altissime temperature fino a completo cedimento.

    Se si fosse rotto con un uso normale secondo me avrebbe un solo punto di rottura e il metallo non sarebbe di quel colore
    Buckling, una volta che il disco si deforma per instabilità cede di schianto e probabilmente il resto dei danni è stato fatto dal disco stesso impattando nella pinza

    Il nero è semplicemente sporco di pastiglie che si accumula, e per arrivare a quello spessore dubito abbia mai fatto manutenzione decente a quel disco
Articolo precedente

Froome resta convinto delle proprie possibilità

Articolo successivo

Roglic vince un Dauphiné dominato dalla Jumbo-Visma

Gli ultimi articoli in Tech Corner