Si profila una dura sospensione per Dylan Groenewegen

Si profila una dura sospensione per Dylan Groenewegen

03/11/2020
Whatsapp
03/11/2020

Forse ben 9 mesi di sospensione per Dylan Groenewegen (Jumbo-Visma) per la caduta di Fabio Jakobsen (Deceunink) al giro di Polonia dello scorso 5 agosto. Secondo il sito olandese Wielerflits questa sarebbe la sospensione a cui andrebbe incontro lo sprinter della Jumbo-Visma, che dovrebbe essere ufficializzata dall’UCI a fine settimana, secondo le loro fonti.

 

 

Jakobsen si era ferito gravemente a causa di questa caduta, che gli è costata 130 punti di sutura, la perdita di tutti i denti e la ricostruzione totale della mascella con parte d’osso prelevata dal bacino. Solo recentemente Jakobsen ha postato sui suoi social dei messaggi in cui racconta come gli siano stati tolti gli ultimi punti e che prossimamente ricomincerà ad allenarsi.

Se questa sanzione venisse confermata sarebbe oltremodo dura, e significherebbe una ripresa delle competizione per Groenewegen dalla primavera 2021.

 

Commenti

  1. anche Bennett, per la volata fatta alla vuelta, dove è stato squalificato, dovrebbe ricevere la stessa sorte...chiara volontà di buttarlo fuori...

    basta saperlo, ed uniformare i criteri...

    però le transenne che "risucchiano" vanno bene...e il prossimo anno l'organizzatore farà di nuovo il giro di Polonia, con i medesimi standard di sicurezza...
  2. never give up!:

    anche Bennet, per la volata fatta alla vuelta, dove è stato squalificato, dovrebbe ricevere la stessa sorte...chiara volontà di buttarlo fuori...

    basta saperlo, ed uniformare i criteri...

    però le transenne che "risucchiano" vanno bene...e il prossimo anno l'organizzatore farà di nuovo il giro di Polonia, con i medesimi standard di sicurezza...
    Concetti più e più volte detti, ma a quanto pare non da tutti metabolizzati.
  3. Secondo me l'UCI vuole dare una sanzione "esemplare" in modo da creare un deterrente per le prossime volate. Che sia giusto o no non saprei dirlo. Sul breve termine a me sembra molto esagerato. Però potrebbe darsi che una sanzione del genere dia risultati sul lungo termine (ovvero che gli sprinter cominciano ad andare dritti per evitare squalifiche grosse).
    Nel frattempo stronchi la carriera del velocista più forte al mondo.. ha già pagato, anche troppo.. lasciamolo lavorare in pace