[Test] Bontrager Flare R

[Test] Bontrager Flare R

29/09/2015
Whatsapp
29/09/2015

Flare R di Bontrager è una luce posteriore di sicurezza che viene proposta anche e soprattutto per utilizzo diurno, in modo da aumentare la sicurezza del ciclista. Secondo alcuni studi riportati dalla Bontrager l’80% degli incidenti in bicicletta si verifica durante il giorno1. Nel 40% di tutti gli incidenti mortali avvenuti negli USA, il ciclista è stato tamponato2 . Da diversi studi emerge che i ciclisti sovrastimano la loro visibilità del 700%3.

IMG_0974-7

Il Flare R è realizzato in plastica, pesa circa 40gr e presenta un unico pulsante con cui si possono inserire le modalità disponibili, che sono 4: diurno fisso (25 Lumen) ed intermittente (65 Lumen), notturno fisso ed intermittente (6 Lumen). La batteria è del tipo a ioni di litio da 570mAh e 3.7 Volt.

IMG_0966-2

IMG_0970-4

Modalità diurna fissa

Da notare che in modalità intermittente lo schema di lampeggio è irregolare per massimizzare la visibilità catturando l’attenzione di chi sopraggiunge da dietro.

IMG_0971-5

Modalità notturna fissa

E’ presente una porta micro-usb per la ricarica.

IMG_0972-6

Il Flare R si può fissare alla bici tramite un attacco con elastico, che ha anche una pratica regolazione dell’inclinazione in modo da poterlo fissare al meglio. Idealmente l’attacco è realizzato per essere montato su reggisella tondi, con diametri da 22 a 35mm. Impossibile montarlo quindi su reggisella aero. Per questa evenienza nella confezione è compresa una clip con cui montare la luce sulla borsetta sottosella.

IMG_0975-8

In realtà, grazie alla possibilità di regolarne l’inclinazione, si può agevolmente montare anche sui foderi del carro. Cosa che ho fatto sia su una bici montandolo su un fodero alto del carro, sia su una bici aero montandolo sulla parte alta del carro posteriore (in foto).

IMG_0965-1

Il Flare R disponde di 65 Lumen in modalità diurna, che dovrebbero renderlo visibile sino a 2km di distanza. Difficile verificarlo, ma in effetti da vicino è piuttosto accecante. La visibilità laterale è di 270°. In modalità diurna fissa la durata della carica è di 4h25′, 5h75′ in modalità diurna intermittente, 21h in modalità notturna fissa e 23h in modalità notturna intermittente.

Ho utilizzato questa luce durante la recente Paris-Brest-Paris e sono riuscito a farci le 3 notti di viaggio (7h a notte ca), in modalità notturna fissa. Interessante è la funzione di risparmio energetico automatico, per cui con il 5% di carica restante la luminosità si abbassa al minimo garantendo circa 1h di luce.

Il tempo di ricarica è di circa 45′.

Il prezzo di listino è di 59,99eu. Abbastanza alto in assoluto, ma nella media rispetto oggetti di pari caratteristiche tecniche.

 

 

 

 

  1. Relazione sulle vittime della strada nel Regno Unito 2013: “Risultati principali”, Dipartimento dei trasporti, 2014 “Incidenti che coinvolgono ciclisti sulle strade del Regno Unito: determinazione delle cause”, TRL Report PPR 445, 2009
  2. Ogni ciclista è importante, League of American Bicyclists, maggio 2014
  3. Wood, Tyrell, 2012 (Queensland University Technology e Clemson University)