[Test di durata] Canyon Aeroad CF

[Test di durata] Canyon Aeroad CF

25/01/2012
Whatsapp
25/01/2012

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44286&s=576[/img]

Oggetto di questo test è la Canyon Aeroad CF, ormai sotto torchio della redazione di bdc-forum.it da 6 mesi e di cui ci sentiamo di proporvi un test di durata, visti i 3500 km percorsi e il lungo arco di tempo durante cui abbiamo potuto valutarla.

Si tratta del modello 2011, quindi con la componentistica della passata stagione. Da notare, comunque, che il telaio del 2012 è rimasto immutato, così come il gruppo Shimano Durace, presente in ogni sua sfaccettatura sulla nostra Aeroad. È la bici su cui Philippe Gilbert ha vinto la prima tappa del Tour de France 2011 e di cui disponeva l’intera  squadra della Omega Pharma Lotto. Quest’anno la bici è invece in dotazione del team russo Katusha.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44273&s=576[/img]

Analisi statica
Vendendo Canyon solo ed esclusivamente online è di fondamentale importanza che la spedizione e quindi l’imballaggio della bici siano perfetti. Grazie allo scatolone “Bike Guard” e agli imballaggi appositamente studiati è ormai da anni che l’azienda tedesca ci manda bici da testare che arrivano in perfetto stato. Piccola nota: questa è la prima bici da strada che proviamo ufficialmente, mentre nel campo mountain bike collaboriamo con Canyon già da anni.

Anche per i ciclisti meno esperti di meccanica il montaggio della bici, una volta tolta dallo scatolone, è una cosa fattibile in pochi minuti. Basta fissare il manubrio, inserire la sella e la ruota anteriore ed il gioco è fatto. Il cambio ed i freni sono già settati perfettamente dalla casa madre e, grazie appunto all’ineccepibile imballaggio che li protegge durante il viaggio, sono pronti all’uso.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44274&s=576[/img]

Una volta montata ci siamo fermati ad ammirarla. Ebbene si, dal punto di vista estetico la Aeroad ci piace tantissimo. Il telaio a goccia, il carbonio a vista e il reggisella ovalizzato, per non parlare del logo Canyon vedo-non vedo sono veramente sexy. Anche le ruote Mavic Cosmic SL facevano la loro parte nel colpo d’occhio, ma le cercate invano nelle nostre foto. Continuate a leggere il test per scoprirne il motivo.

Il gruppo è un Shimano Durace con guarnitura compact, visto che siamo prevalentemente in giro per i monti.

Rake Shift
Una capitolo a parte merita il sistema Rake Shift, in via di brevettazione, che permette di cambiare l’angolazione dei forcellini di 5mm, spostando così la posizione del mozzo anteriore e creando più o meno stabilità a seconda della posizione della ruota. Per capire come funziona il sistema guardate qui, dove viene spiegato come attuare il cambiamento nell’inclinazione. È inoltre disponibile un adattatore che permette di cambiare la posizione di soli 2.5mm. Non è in dotazione con la bici, va acquistato separatamente da Canyon.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=54473&s=576[/img]

Diciamo che il sistema viene comodo a seconda dei percorsi che uno predilige. Per tratte alpine, con tanti tornanti e curve, abbiamo preferito la posizione Agile. D’inverno, quando non si può salire più di tanto in montagna, viene comoda la posizione Stable. La differenza è minima e non è immediato notarla, se non in certe discese strette e ripide, come quella che abbiamo vicino a casa.

In sella
La Canyon Aeroad è stata pensata  e progettata per renderla aerodinamicamente perfetta, quindi, al di là della forma del telaio, la posizione in sella riveste una parte molto importante del concetto. Abbiamo ordinato una taglia 56 per un tester alto 179cm. La posizione è allungata, ma non in maniera esagerata, così che anche su tratte lunghe (> 120km) la schiena regge senza problemi.

Le ruote Mavic Cosmic SL ad alto profilo possono sembrare la prima scelta per questo tipo di bici aerodinamica, peccato che il loro peso di 1740 grammi sia, secondo noi, troppo elevato rispetto ai benefici che un ciclista dilettante possa trarne. Siamo quindi passati a delle Spada Oxygeno da 1100 grammi la coppia, di cui potrete leggere un test separato fra qualche settimana.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44279&s=576[/img]

Oltre all’aerodinamicità Canyon si è concentrata alla rigidità laterale della Aeroad, come si può notare dal massiccio tubo piantone:

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44283&s=576[/img]

Rigidità notabile quando si va fuorisella, fra le bici provate da noi ultimamente la Aeroad è quella che più si è fatta apprezzare da questo punto di vista. A livello di precisione in curva, e quindi di rigidità del tubo sterzo, non c’è nulla da eccepire. Qui, piuttosto, la differenza la fanno molto le ruote.

Una cosa che ci ha dato fastidio, durante tutti questi mesi di prova, è il rumore della catena che va a sbattere contro il fodero basso. La protezione dello stesso, affidata al classico foglio adesivo trasparente, non è sufficiente ad attutire quel “Tlonk!” che si sente ogni volta che si prende una buca o si passa ad alta velocità su un dosso.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44277&s=576[/img]

La gommatura è affidata, da buoni tedeschi, alle Continental Gran Prix 4000 s, a nostro vedere un’ottima scelta sia per quanto riguarda la scorrevolezza che la tenuta in curva.

Conclusioni
Con la Aeroad Canyon ha centrato l’obiettivo di una bici aerodinamica e allo stesso tempo ben bilanciata. Non serve fare le crono per possedere una Aeroad, visto che le sue doti di rigidità e agilità si fanno apprezzare molto bene anche su percorsi alpini e pieni di curve.

Una scelta cruciale, al momento dell’acquisto, è quella delle ruote. A parte il modello CF 8.0 Di2, infatti, Canyon offre solo ruote ad alto profilo. La Aeroad in test, con le Mavic Cosmic SL da 1740 grammi, è un pò troppo pesante per quello che potrebbe permettere il telaio (che pesa 1090 gr.).

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44278&s=576[/img]

Informazioni
Il modello da noi testato è del 2011, le specifiche dei modelli 2012 sono cambiate e le trovate qui. Il telaio è rimasto immutato nel 2012.
Taglia bici in test: 56
Altezza tester: 179cm
Peso tester: 71kg
Km percorsi: 3500
Durata test: 6 mesi
Peso senza pedali con ruote Spada Oxygen: 6.4 kg

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=44285&s=576[/img]