[Test] Occhiali POC Propel

11

POC ha lanciato i nuovi occhiali Propel affermando che sono “gli occhiali da ciclismo più aerodinamici che POC abbia mai prodotto“, grazie all’aggiunta di “carenature laterali” alle lenti, per aiutare a guidare l’aria lontano dalle orecchie del ciclista migliorando l’aerodinamica della parte.

Chiaramente non ho alcun mezzo per verificare se questo sia vero e se vi siano guadagni tangibili o anche solo misurabili (visto che poi tutte le teste sono diverse, non solo per pensieri, ma anche forma, senza contare le orecchie), quindi mi limito a dare un’opinione badando al sodo.

La qualità della lente Clarity color oro è eccellente, il campo visivo è molto ampio, anche se non ai livelli degli occhiali POC Devour già provati tempo fa. La tinta della lente è un’ottima via di mezzo per utilizzo stradale, non troppo chiara, né troppo cura, cosa che si nota in particolare passando da zone al sole a zone in ombra.

Pur non essendo fotocromatici il passaggio non è fastidioso. Anche entrando in gallerie non si ha l’effetto “accecamento” repentino.

Altra cosa molto apprezzabile di questi occhiali è il sistema di stanghette regolabili in lunghezza, anche questo mutuato dai Devour. Potendo regolare la lunghezza delle stanghette telescopiche, non solo si personalizza la calzata degli occhiali sul viso a seconda delle proprie preferenze/confomazioni, ma anche rispetto eventuali interferenze con la forma del casco. Con i Propel si riesce a trovare sempre l’assetto corretto, anche utilizzando caschi diversi. Ottimo sistema davvero.

Il nasello in gomma morbida regolabile contribuisce anche lui, ma questa è una specifica ormai comune a quasi tutti gli occhiali da ciclismo.

I Propel sono anche leggeri il giusto, con un peso di 32gr, cosa che combinata con la possibilità di regolazione li rende sempre molto comodi da portare anche per molte ore, senza pressioni sul naso o sulle tempie. La comodità è sicuramente uno dei punti forti di questi occhiali.

Nel complesso quindi degli occhiali comodi, leggeri e adatti a chiunque ed in qualunque combinazione di casco grazie alle stanghette regolabili.

Nota dolente il prezzo: 250€ è una cifra decisamente elevata rispetto a quanto si può avere dalla concorrenza a parità di qualità per un prezzo inferiore.

Commenti

  1. ....personalmente non riuscirei a spendere queste cifre ; ho un bruttissimo rapporto con gli occhiali , da vista e da sole : mi cascano , li scordo ovunque ogni volta che li poso o scendo dalla bici !! sicuramente devono avere lenti decenti ed essere confortevoli (porto lenti a contatto) ....però sinceramente con 70 , 80 euro ho sempre trovato ottime cose , almeno per me ...oltre non li comprerei mai , neanche per la vita di tutti i giorni
    ps . al momento , per tutti i giorni , l'occhiale più longevo , comodo ed irrinunciabile , l'ho preso da Decathlon almeno 5 anni fa ed al costo di ...10 euro !!!!!
  2. bisogna vedere il prezzo al pubblico
    ovviamente visto così, e considerando i prezzi (reali) di oakley (per me il top), mi paiono decisamente overpriced
  3. fabiopon:

    PRIIIIMOOOOO a dire che costano una folliaaaa e che ce ne sono di meglio a menooooo e non li comprerei maiiiii e il mio falegname li fa meglio con venti euroooo...
    :ola:
    15,49€ a essere precisi :))): :))): :))):

    Ma sul serio le ditte pensano che ci "beviamo" tutte le fantomatiche migliorie aerodinamiche i miracolosi risparmi di watt?!
Articolo precedente

Cosa manca a van Aert?

Articolo successivo

La Jumbo punta su Roglic e Kuss per il Giro

Gli ultimi articoli in Test