[Test] Possenti Asso

[Test] Possenti Asso

06/03/2011
Whatsapp
06/03/2011

[IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_576/4421.jpg[/IMG]

Ultimamente qualcosa si muove nel made in Italy per quanto riguarda il  carbonio. Alcuni piccoli produttori stanno proponendo telai in carbonio  utilizzando la tecnica del fasciato. Una tecnica che consente di  rispondere alle esigenze dell’amatore medio italico in termini di  prestazioni e di quel “plus” dato da una lavorazione artigianale con  possibilità di fare geometrie “su-misura” e personalizzare la  verniciatura.
La cicli Possenti ci ha cosi’ contattati per fornirci in test un suo modello: la [B]Asso[/B].
Pietro ed il figlio Fabio Possenti costruiscono bici dal 1993 in un  paese alle porte di Milano, ma hanno alle spalle una lunga tradizione di  restauri di auto d’epoca e soprattutto verniciatura.
La bici ci é stata consegnata praticamente settata al millimetro per le  mie misure antropometriche, per cui non sono stati necessari  aggiustamenti prima dell’utilizzo.
Avvenuto per più uscite dal ritmo tranquillo sulle montagne e pianure Bergamasche.

[B]Geometrie[/B]

[IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_576/4622.jpg[/IMG]

Il telaio è disponibile standard in 6 taglie sloping. Tra cui, non comune, una XXL per i “gambalunga”.
La posizione di guida è piuttosto “comoda”, circa 1 cm più alta al manubrio rispetto la mia bici d’ordinanza.

[B]Montaggio[/B]

Il cuore della bici è il nuovo gruppo Shimano Ultegra. Impeccabile nel  funzionamento, praticamente perfetto. E personalmente credo addirittura  preferibile al Durace 7900 che uso d’abitudine. Sarà un’impressione, ma i  fili comandi esterni forse hanno il loro peso in questo.
Le ruote sono le Axy della Miche. Delle ruote oneste che fanno contenere  il prezzo, anche se non leggerissime. Circa 350gr in più delle Shimano  C24 che ho alternato durante il test. Niente da segnalare per quanto  riguarda rigidità o scorrevolezza: tutto nella norma.
Attacco e manubrio di casa Deda (come le tubazioni), in particolare il  modello “Nuova Sfida” dal bel look in carbonio pur restando elegante ed  integrato con l’estetica della bici.
Sella San Marco Aspide e copertoni Deda RS a completare il montaggio.
Copertoni molto leggeri e striminziti di misura. Ottimi per contenere il  peso, ma fortemente soggetti a forature ed all’usura. Li avevo già  usati in passati e confermo che dopo un paio di migliaia di kilometri  sono già molto usurati. Non li consiglierei.

[IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_576/4422.jpg[/IMG]

[IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_576/4423.jpg[/IMG]

[B]Conclusioni[/B]

Il peso dichiarato di 7,4kg in realtà è stato verificato a 7,8kg con  pedali Durace. Un dato nella norma visto il montaggio “medio”.
In ogni caso l’impressione non è stata quella di una bici  particolarmente reattiva, ma piuttosto “neutra” e non nervosa. Una  ottima compagna di lunghe uscite e Granfondo (la destinazione d’utilizzo  primaria secondo il progetto).
A riprova il comportamento in discesa: sicurezza e stabilità sono le sensazioni più evidenti che danno grande confidenza.
Provando a montare delle Durace C24 più leggere di circa 3 etti,  sorprendentemente il carattere della bici non è cambiato molto. Segno  che la personalità data dalle geometrie e dalle scelte costruttive  (tubazioni e fasciature) sono determinanti nel progetto.
Menzione particolare alla verniciatura: non è un caso che la tradizione  Possenti sia in questo campo, dato che la bici in oggetto è verniciata  in modo davvero impressionante e maniacale. A mio avviso con una qualità  superiore a quella di molte bici industriali. Forse dalle foto non è  facile rendersene conto come dal vivo, ma l’azzurro ha una “profondità”  ed un’uniformità davvero eccezionali. Molto bella anche la “greca” tra  tubo sterzo e forcella.
Meno bello il morsetto reggisella, anche se quello in foto non è quello  che sarà montato sui modelli in vendita. Questo è stato utilizzato solo  perchè permette un maggior “adattamento” per i vari test.

In conclusione un’ottima bici, rifinita in maniera impeccabile che  meriterebbe una ritoccatina al prezzo per rendersi sicuramente  appetibile a molti amatori.

[IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_200/4424.jpg[/IMG] [IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_200/4425.jpg[/IMG] [IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_200/4426.jpg[/IMG] [IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_200/4427.jpg[/IMG]

[B]Asso Carbon [/B]T800 HM finitura 3K
Su misura e 6 taglie standard
Sterzo integrato sezione conica 1″1/8-1″1/2
movimento centrale BSA
reggisella integrato o tradizionale 31,6
verniciatura realizzata a mano
Peso telaio 990gr (dichiarato)
forcella monoscocca fullcarbon 390gr (dichiarato)

opzioni:
passaggio cavi interno con cablaggio teflonato
scatola movimento press-fit 85,5mm

Prezzo:
telaio 2699eu
bici da 3700eu (Shimano 105) a 6120 (Durace)
prezzo bici in test 4510eu

Peso:
7,4kg (dichiarato)

[IMG]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_200/4428.jpg[/IMG]