Tokyo 2020: Italia oro e record nell’inseguimento squadre

Tokyo 2020: Italia oro e record nell’inseguimento squadre

Piergiorgio Sbrissa, 04/08/2021

Oro per il quartetto italiano nell’inseguimento a squadre su pista in una finale tiratissima contro la Danimarca. Filippo Ganna, Francesco Lamon, Simone Consonni e Jonathan Milan hanno anche stabilito il nuovo record mondiale, col tempo di 3’42″032.

Conduzione di gara perfetta per gli italiani, con anche la solita prestazione mostruosa di Filippo Ganna, il quale ha colmato in testa un divario di 7 decimi quando mancavano 750mt sino a portare il quartetto azzurro in vantaggio e battere il proprio record stabilito in semifinale di 3’42″300.

Oro e record che valgono il coronamento degli sforzi di Marco Villa, artefice della ricostruzione del settore pista italico (l’Italia non vinceva un oro in questa disciplina dal 1968), ed ovviamente bravo nel valorizzare l’enorme talento di Ganna.

Bronzo all’Australia nella finalina contro la Nuova Zelanda.

Commenti

  1. golance:

    non è che è in vendita, è che è omologato, per cui se è effettivamente così vantaggioso dovrebbero preoccuparsi gli altri team/nazionali di accaparrarselo facendo una partnership con poc. ma non sono così sicuro sia così decisivo, senza una galleria del vento è difficile affermarlo, si può ipotizzare
    p.s. e poi mica siam maestri di stile? quel vaso da notte lasciamolo ai nordici, tanto non han vinto lo stesso
    Villa ha dichiarato che li hanno testati anche loro quei caschi ma non sembra abbiano dato vantaggi sostanziali.
    Molto interessante quello che ha detto Consonni in una sessione di rulli su GCN lockdown edition. Ha detto che i loro caschi sono molto aero ma per avere il massimo della performance si deve mantenere la posizione in modo tale il casco rimanga parallelo/aderente alla schiana. se, proprio come capita a lui quando comincia ad annaspare, si accorcia nella posizione in sella ecco che si compromette l'aerodinamica.
  2. Scaldamozzi ogni tanto:

    Visto che si parla di accorgimenti tecnici ed aerodinamici, ma i cambi sono vietati?
    Me lo chiedo perché nessuno li usa e partire da fermo con un 63x14 non mi sembra molto agevole.
    Magari avere qualche rapporto nel mozzo agevolerebbe non poco.
    Tanto il peso non è una discriminante.
    Non è che sono solo vietati dal regolamento, ma anche tecnicamente impossibile mettere il cambio a una "scatto fisso". Dopotutto è solo questione di partenza, quindi mezzo giro, perché il resto è tutto a tutta con il rapporto massimo che riesci a spingere.