Bauke Mollema vince il 113° Il Lombardia

Bauke Mollema vince il 113° Il Lombardia

12/10/2019
Whatsapp
12/10/2019

Como, 12 ottobre 2019 – Il corridore olandese Bauke Mollema (Trek – Segafredo) ha vinto la 113esima edizione de Il Lombardia NamedSport, da Bergamo a Como (243 km). Sul traguardo ha preceduto Alejandro Valverde (Movistar Team) e Egan Bernal (Team INEOS).

RISULTATO FINALE
1 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) – 243 km in 5h52’59” media 41,305 km/h
2 – Alejandro Valverde (Movistar Team) a 16″
3 – Egan Bernal (Team INEOS) a 16″
4 – Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 16″
5 – Michael Woods (EF Education First) a 34″

Il vincitore Bauke Mollema, dopo la linea del traguardo, ha dichiarato: “Non riesco a credere di aver vinto una Classica Monumento. Non ero il favorito, forse gli altri corridori mi hanno un po’ sottovalutato. Ho trovato il momento giusto per attaccare, poi sono andato a tutta negli ultimi dieci chilometri. Non ci credo!“.

7
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
3 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
bochicMauro1988Shadowplaybarce Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
barce
Member
barce
Bravo Bauke!
Shadowplay
Member
Shadowplay
Complimenti a Mollema, aveva una gran gamba e ha saputo cogliere l’attimo giusto approfittando della poca sagacia tattica degli altri: Roglic proprio non lo capisco, boh.
bochic
Member
bochic
Si era staccato in salita da almeno 15 corridori, aveva una buona gamba , ma ha sfruttato bene L attendismo di Valverde e roglic
Mauro1988
Member
Mauro1988
corsa noiosetta purtroppo..
maxtor70
Member
maxtor70
sono d’accordo, ha saputo cogliere l’occasione giusta…
V
Member
Valerio_S
sono d’accordo, ha saputo cogliere l’occasione giusta…

Non solo secondo me. Aveva un compagno in fuga (Skujins) e ha fatto fare il ritmo sul Muro a Ciccone, sapeva di avere la gamba e aveva in mente di provarci. Queste scelte tattiche non depongono a favore di un attacco del tutto improvvisato.
Tra l’altro attacco da manuale, partito nelle ultime posizioni del gruppetto alle spalle del suo compagno Ciccone.

Fossi in Valverde mi mangerei le mani, aveva le gambe per vincere ma è l’ennesima vittima di Roglic.

cafelat
Member
cafelat
Ieri ha vinto il più furbo (ed il meno controllato), ma probabilmente non il più forte. In ogni caso vittoria meritata