Bianchi sta pianificando una fabbrica di telai in carbonio e sede in Italia

109

Bianchi ha svelato i piani per costruire una nuova sede e una fabbrica in Italia. La struttura di 30.000 metri quadrati avrà circa 17.000 metri quadrati dedicati alla produzione di biciclette. La produzione dovrebbe iniziare nel 2023. A pieno regime, la fabbrica sarà in grado di produrre 1.000 biciclette al giorno.

L’amministratore delegato di Bianchi Fabrizio Scalzotto ha illustrato i piani giovedì presso l’attuale sede dell’azienda in Via delle Battaglie, che ospita l’azienda da oltre 50 anni.

Il progetto di riqualificazione resterà all’interno del Comune di Treviglio (BG) ed è destinato a rivitalizzare una storica area industriale. “La chiave della visione e della strategia di Bianchi è l’inizio di un processo di re-shoring, riportando in Italia le capacità tecniche e produttive che erano state esternalizzate al di fuori dell’Europa nei decenni precedenti“, ha affermato Scalzotto.

Salvatore Grimaldi, presidente e titolare di Bianchi, ha dichiarato: “Crescere e sviluppare le aziende è la sfida che più di ogni altra mi affascina e oggi ne stiamo abbracciando una nuova: creare in Bianchi uno degli stabilimenti di produzione di biciclette più avanzati del mondo.”

A pieno regime, il nuovo sito impiegherà più di 250 persone tra impiegati, risorse tecniche e personale di produzione.

La nuova sede Bianchi ospiterà anche un Museo Bianchi. L’investimento complessivo nel progetto è di oltre 40 milioni di euro (45 milioni di dollari). I lavori sono iniziati il ​​mese scorso.

Commenti

  1. Ser pecora:

    Beh, se l’idea è che il costo del lavoro in Italia stia diventando competitivo con l’Oriente o i salari la si stanno alzando…o non so se sia proprio la buona notizia natalizia…
    Esatto non è una buona notizia altri asset si stanno spostando qui perché ormai abbiamo il costo del lavoro vantaggioso. Poi vedi Caterpillar o Gkn quando la situazione muta lasciano tutti a casa. Magari prendendo anche sovenzioni statali.

    Quello che c e di augrarsi che sia un impresa di successo e che possa creare delle competenze per allargare un indotto che diversifichi e sia solido rispetto alle bizze del mercato.
  2. Io credo che sia cmq una buona notizia,il fatto che si torni a produrre la Bianchi in Italia...cmq saranno posti di lavoro nel nostro paese...che non guasta...poi di quante me produrranno come e perché potremo analizzarlo in seguito...intanto sono 250 posti di lavoro che ad oggi non ci sono e prossimamente ci saranno...e poi chi si comprerà una Bianchi si comprerà nuovamente un Made in Italy e non un Made in Cina Taiwan Malesia o chicchessia
  3. lusco:

    Beh, decidiamoci: o in Italia si guadagna poco (non sto dicendo che non sia vero) oppure si guadagna abbastanza da permettere a gente normalissima (e anche qualcosa meno) di girare con bici top, spesso sostituite ogni due anni o poco più. Basta seguire i forum tematici delle varie marche: pur non stando male ho smesso di seguirli perché mi sono sempre sentito un nullatenente. E un po’ mi fa girare le balle, dato che alcuni dichiarano attivita’ teoricamente incompatibili con quelle spese. Io penso che sui forum vietnamiti nessuno abbia in pre ordine il nuovo dura ace 12v, magari con un record montato in garage, nei forum italiani si.
    I forum non sono certo rappresentativi della maggioranza di una popolazione.
Articolo precedente

544 arresti e 63 milioni di euro di farmaci contraffatti e sostanze dopanti illegali sequestrati dall’Europol

Articolo successivo

[Video] La fabbricazione dei telai Time

Gli ultimi articoli in News