Un comunicato dell’UCI chiude il caso Froome:

L’UCI ha preso in considerazione tutte le prove rilevanti (consultandosi coi propri esperti e con quelli della WADA). Il 28 giugno 2018 la WADA ha informato l’UCI che il campione di Chris Froome non costitutiva un AAF nel caso specifico. Alla luce delle ineguagliabile accesso ad informazioni e autorità sulla somministrazione di salbutamolo l’UCI ha deciso, basandosi sulla posizione della WADA, di chiudere il procedimento contro il signor Froome.

Bene per Froome, e probabilmente per la stagione corsa fin qui. Alla luce di questo risultato la mossa di ASO di non più di 48h fa appare abbastanza assurda…