Ciclomercato: Marc Hirschi alla UAE-Emirates

13

Marc Hirschi, 23 anni, è ufficialmente passato alla UAE-Emirates con un contratto triennale.

Nel comunicato ufficiale della squadra lo svizzero afferma:

Ringrazio innanzitutto la mia precedente squadra per tutto ciò che hanno fatto per me negli scorsi tre anni. Allo stesso tempo, provo molta felicità nel poter annunciare il mio passaggio all’UAE Team Emirates. Questo trasferimento mi rende entusiasta.

Lavorando a un potenziale piano per lo sviluppo della mia carriera, ho percepito che le mie idee e le mie ambizioni combaciavano con quelle della squadra. L’UAE Team Emirates ha imboccato in questi anni un grande percorso di crescita.

Ora rivolgerò la mia attenzione al ritiro di squadra, con tanta voglia di conoscere tutti i membri del team e di iniziare ad ambientarmi. Dato che sarà la mia prima visita negli Emirati Arabi Uniti, sono anche curioso di scoprire questo Paese“.

Commenti

  1. samuelgol:

    Cosa ha detto Matthews?
    Che alla Sunweb hanno delle regole fastidiose e punitive.
    Tipo che ogni corridore ha diritto a 30' di massaggi non di più. Che non è permesso scegliersi copertoni alternativi (seppur dello sponsor) per certe gare (tipo la Strade Bianche). Che quando non indossano gli occhiali devono metterli nella custodia.
    Che impongono ai corridori dei "compiti a casa", tipo imparare i profili altimetrici di alcune corse, ma non per il Tour ad esempio.
    E che se non rispetti le consegne vieni punito e non ti fanno correre (Matthews imputa a questo l'esclusione da Omloop Het Nieuwsblad e Kuurne-Brussels-Kuurne).

    Lo staff della Sunweb poi pare sia il meno pagato del WT.

    Queste lamentele sono state espresse anche da Hirschi e Dumoulin a suo tempo. Che infatti ha cambiato aria appena ha potuto.
  2. Ser pecora:

    Che alla Sunweb hanno delle regole fastidiose e punitive.
    Tipo che ogni corridore ha diritto a 30' di massaggi non di più. Che non è permesso scegliersi copertoni alternativi (seppur dello sponsor) per certe gare (tipo la Strade Bianche). Che quando non indossano gli occhiali devono metterli nella custodia.
    Che impongono ai corridori dei "compiti a casa", tipo imparare i profili altimetrici di alcune corse, ma non per il Tour ad esempio.
    E che se non rispetti le consegne vieni punito e non ti fanno correre (Matthews imputa a questo l'esclusione da Omloop Het Nieuwsblad e Kuurne-Brussels-Kuurne).

    Lo staff della Sunweb poi pare sia il meno pagato del WT.

    Queste lamentele sono state espresse anche da Hirschi e Dumoulin a suo tempo. Che infatti ha cambiato aria appena ha potuto.
    Che piuttosto facessero un corso su come si indossa la mantellina mentre si va in bici... :mrgreen:
Articolo precedente

La UAE Emirates è la prima squadra a vaccinarsi contro il Covid-19

Articolo successivo

Un difficile inizio di stagione

Gli ultimi articoli in News