Davide Formolo campione italiano 2019

Davide Formolo campione italiano 2019

30/06/2019
Whatsapp
30/06/2019

Davide Formolo (Bora-Hansgrohe) è il nuovo campione italiano su strada 2019. Il veronese ha battuto Sony Colbrelli (Bahrain-Merida) e Alberto Bettiol (EF Educationn First) grazie ad un’azione solitaria.

La giornata presentava numerosi altri campionati nazionali. Per venire a risultati più ovvi, Bob Jungels ha vinto quelli lussemburghesi, dopo aver conquistato ieri quelli a cronometro. Per lui è l’11° titolo tra le due specialità combinate.

I fratelli Sagan continuano la loro epopea in patria, con Juraj Sagan vincitore. I due fratelli hanno vinto i titoli nazionali ininterrottamente dal 2011. Dal 2011 al 2015 Peter, ’16-’17 Juraj, ’18 Peter, e ’19 Juraj.

Per rimanere in ambito Bora-Hansgrohe, dopo Formolo e Sagan, dominio totale in casa, in Germania, con la tripletta sul podio: Max Schachmann, Marcus Burghardt e Andreas Schillinger.

La notizia del rinnovo del contratto con la Movistar sino al 2021 deve avere galvanizzato il giovane Alejandro Valverde, che ha conquistato il 3° titolo nazionale su strada (ne ha pure uno a cronometro in bacheca).

 

In Svizzera vittoria per Sebastian Reichenbach (Groupama-FdJ), che regala alla propria squadra il titolo numero 4, dopo quelli di Thomas (crono Francia)), Küng (crono Svizzera) e Geniets (crono U23 Francia).

Vera sorpresa il campionato belga, che ha visto prevalere Timothy Merlier (Correndo-Circus), gregario di Mathieu Van Der Poel (che voci vogliono alla futura Canyon-Alpecin) davanti Timothy Dupont (Wanty Gobert) e Wout Van Aert (Visma-Jumbo).

Altro campionato favorevole agli sprinter quello olandese, che infatti ha visto vincitore Fabio Jakobsen (Deceuninck) davanti Moreno Hofland (EF Foundation First) e Bad Van der Kooj (Monkey Town-à Bloc CT).

Per rimanere in casa DEcenuinck, conferma per Mikael Mørkøv in quelli danesi, dopo la vittoria del compagno  di squadra Kasper Asgreen a crono, e comunque 2° su strada.

Vittoria veramente inaspettata quella di Warren Barguil (Arkea-Samsic) in Francia, che si aggiudica il titolo nazionale in uno sprint ristretto sui Cofidis Julien Simon e Damien Touze. Lo scalatore ex maglia a pois al Tour sembra ritrovato dopo vari problemi che lo avevano avvicinato al ritiro.

In Uk altro ritrovato: Ben Swift, che dopo vari problemi fisici ed una stagione incolore alla UAE è tornato alla Sky/Ineos ed ora si aggiudica il titolo nazionale. Accompagnato sul podio dal compagno di squadra Ian Stannard, altro latitante nelle ultime stagioni.

Per rimanere in ambito Commonwealth, il titolo irlandese è andato a Sam Bennett, il quale ha dato l’ennesima maglia da personalizzare alla Bora-Hansgrohe, vincendo davanti Eddie Dunbar (Ineos) e Ryan Mullen (Trek-Segafredo)

Chiudiamo col 6° titolo nazionale della Bora-Hansgrohe, quello austriaco vinto da Patrick Konrad, in grande forma dopo il podio al giro di svizzera, davanti Michael Gogl (Trek-Segafredo) ed il compagno di squadra Gregor Muhlberger.

E al Kazahistan, che come sempre è affare dell’Astana, con la vittoria di Alexey Lutsenko davanti Dmitry Grudzev e Anton Kuzmin (Astana City).

11
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
11 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
10 Comment authors
AALAmaxtor70 Recent comment authors
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
S
Member

Bravo Formolo, finalmente una vittoria di prestigio, visto che fino ad ora era considerata una promessa dalle grandi potenzialità.
Un po’ come il campione spagnolo…

Invece Sagan dopo forse otto anni correrà con la maglia della squadra.

cafelat
Member

Bravo Formolo. Vittoria meritata

Tapinaz
Member

Bravo ragazzo veramente alla buona, conosciuto alla Mi Sa di giugno, dov'era venuto per onore di firma e per conoscenza con gli organizzatori.
Con tutti disponibile.
Son contento per lui.

J
Member
jan80

vittoria meritata per Formolo……Sagan magari vince EUROPEO O MONDIALE….tanto al Tour avra’ maglia verde

F
Member

Ma cosa c'entra Sagan in questa discussione?

maxtor70
Member

Gran coraggio a partire così da lontano ed è stato GIUSTAMENTE premiato, bravo "Roccia", sono sicuro che quella maglia la onorerà fino in fondo…..in ottica Tour bene Bettiol e Colbrelli che, secondo me, ci faranno divertire in Francia…

A
Member
amarone

Due veronesi per due anni di seguito! Muy bien!

L
Guest

Davvero bravo Formolo, un corridore che mi piace tantissimo, merita questo titolo piu' di tanti altri secondo me per il coraggio che dimostra in questo ciclismo che e' sempre piu' calcolo e spettacolo esasperato….

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

A
Member

Non ho visto la gara (che ho però registrato) ma sono molto contento per lui. Se la meritava proprio una bella vittoria. Speriamo sia la prima di una lunga serie perché è proprio un bell'atleta. Poi, vuoi mettere quell'accento antico da corridore d'altri tempi: abbiamo bisogno di "ignoranza". Io per primo. Rimarrà sempre Formolino (oltre ad essere Roccia).

A
Member

Ho appena finito di vedere la gara…una splendida impresa sportiva di Formolo.
Quasi 30 km fuori da solo con un gruppetto che lo insidiava arrivando fino a -10 secondi, ma la forza di volontà ed una preparazione incredibile gli hanno permesso di vincere il titolo tricolore.
Dietro hanno un po’ sbagliato ma ciò nulla toglie al valore della vittoria.
Intelligenti le dichiarazioni post-gara.
“Anche al mare è dura” è un pensiero alla moglie che gli permette di realizzare il massimo da questa carriera “anche lei ha capito che dei treni passano una volta sola”.
Insomma, un bel campione Italiano.

A
Member
anet80

quando potremo finalmente vedere il campione italiano con indosso la corretta versione della maglia tricolore?