Filippo Ganna campione italiano a cronometro

2

Filippo Ganna (Team Ineos) si è confermato campione italiano a cronometro sul percorso di Bassano del Grappa vinto alla media di 51,73km/h davanti Alessandro De Marchi (CCC), a +50″, e Edoardo Affini (Mitchelton-Scott) a 1’30”.

In campo femminile quarto titolo per Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo) la quale si è imposta davanti Vittoria Bussi (+9″) e Vittoria Guazzini (+39″).

In Belgio si è confermato campione Wout Van Aert (Jumbo-Visma) davanti il detentore del record dell’ora Victor Campenaerts (NTT) a +30″ e Frederik Frison (Lotto-Soudal) a +1’17”. Tra le donne vittoria di Lotte Kopecky (Lotto-Soudal).

Campionesse spagnole e francesi Mavi Garcia (Team Alé BTC Ljublijana) e Juliette Labous (Team Sunweb).

Nel campionato francese si è imposto Rémi Cavagna (Deceuninck-QuickStep) davanti Benjamin Thomas (Groupama) e Bruno Armirail (Groupama).

In Spagna vittoria di Pello Bilbao (Bahrain-McLaren) sul duo della Astana Luis-Leon Sanchez e Gorka Izagirre.

In Polonia vittoria di Kamil Gradek (CCC) su Maciej Bodnar (Bora-Hansgrohe) ed il compagno di squadra Lukasz Wisniowski.

In Lussemburgo 7° titolo consecutivo per Bob Jungels (Deceuninck), davanti Alex Kirsch (Trek-Segafredo) e Kevin Geniets (Groupama).

Tra i primi campioni su strada: Rui Costa (UAE-Emirates) in Portogallo (Ivo Oliveira a cronometro con Rui Costa 2°, Entrambe UAE) e Sergey Shilov (Aviludo-Louletano) in Russia.

 

Commenti

  1. ma il motivo del perchè agli europei ci presentiamo con Affini(3° a 1.30) e Konyshev(15° a 6.15#sei minuti e quindici secondi#?
Articolo precedente

Ciclomercato: Adam Yates alla Ineos

Articolo successivo

Leonardo Basso positivo al coronavirus

Gli ultimi articoli in News

Quintana non si ritira

Nairo Quintana non si ritira. Curioso dare questa notizia “all’inverso”, quando di solito si annunciano i…