Furto da Bicimania a Legnano

99

Martedì 2 febbraio sono state rubate delle bici presso il negozio Bicimania di Legnano. Cinque persone, usando un Ford Transit come ariete per sfondare la vetrina, hanno portato vie circa venti biciclette, fra cui:

Pinarello F10 caliper e delle Nytro
Cube da corsa e delle Stereo 140 E-Bike e Stereo 160 Hybrid
E-bike Atala e Whistle
Scott Addict RC
Specialized Crux

Attenzione quindi nel mercatino, anche se spesso e volentieri la refurtiva va a finire in Paesi dell’est.

 

Commenti

  1. Ma i furgoni a noleggio non hanno il satellitare che ne rileva gli spostamenti?


    Comunque si sa dove finiscono, da tempo, è raro che restino qui per finire sui vari siti.....direi rischioso ma se hai già precedenti sai anche che non ti succede più di tanto, una volta sporcata la fedina penale impari anche a non aver paura di niente, come gli spacciatori, il massimo che si prendono sono i domiciliari e poi sono ancora in strada.
  2. martin_galante:

    Importatori privati, intendo gente che legalmente importa bici per rivenderle senza essere un rivenditore ufficiale del brand. Per bici top, puo' costare anche 3000 euro di piu'.

    Non ho mai esercitato attivita' illegali in Russia, ma penso che se ti beccano provi a dare dei soldi a chi ti becca e basta.
    Ok, un normale cittadino che importa le bici? o comunque negoziante di professione?

    Con "ti beccano", intendevo dire forze dell'ordine non l'acquirente.
  3. Emmever:

    Al netto di quello che penso di questi deliquenti (tutto il male possibile), secondo me va fatta una riflessione su dove vanno a finire queste bici.
    Due spiegazioni mi vengono in mente: o ci sono cicloamatori (quindi alcuni di noi) che acquistano bici rubate consapevolmente, o esiste una rete di negozianti che le "ripulisce" e le rivende per buone. O magari entrambe.
    Entrambe le ipotesi mi fanno arrabbiare quasi più del furto in se
    Mercato estero
Articolo precedente

La WADA ha inserito tra le sostanze dopanti i glucorticoidi

Articolo successivo

104° Giro d’Italia: la Regione Piemonte ospiterà la Grande Partenza. A Torino la cronometro di apertura

Gli ultimi articoli in News