Giro 2020: Geoghegan Hart: vittoria con dedica a Portal. Almeida non molla la Maglia Rosa

Giro 2020: Geoghegan Hart: vittoria con dedica a Portal. Almeida non molla la Maglia Rosa

18/10/2020
Whatsapp
18/10/2020

[comunicato stampa]

Piancavallo, 18 ottobre 2020 – Tao Geoghegan Hart ha ottenuto la sua prima vittoria WorldTour battendo il duo del Team Sunweb formato da Wilco Kelderman e Jai Hindley sul traguardo di Piancavallo, Montagna Pantani del 103^ Giro d’Italia. Il londinese ha conquistato la quinta vittoria per il Team Ineos Grenadiers, con una dedica commossa nel ricordo del suo direttore sportivo Nicolas Portal. In classifica generale Kelderman è a soli 15 secondi da Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step). Il portoghese ha perso contatto dai tre battistrada ai 7 km dal traguardo ma ha lottato riuscendo a conservare la Maglia Rosa per il 13° giorno consecutivo.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Prima vittoria WorldTour per Tao Geoghegan Hart. Da professionista aveva vinto solo la 1^ e 4^ tappa del Tour of the Alps dell’anno scorso.
  • 30^ vittoria di tappa per la Gran Bretagna al Giro d’Italia. La seconda quest’anno dopo il successo di Dowsett a Vieste.
  • 13^ Maglia Rosa per Joao Almeida, le stesse di Simon Yates, che le indossò tutte nell’edizione 2018.
  • Sia il vincitore Geoghegan Hart che il terzo all’arrivo, Jai Hindley sono al primo podio di tappa al Giro d’Italia.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) – 185 km in 4h58’52”, media 37.140 km/h
2 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 2”
3 – Jai Hindley (Team Sunweb) a 4”

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
2 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 15”
3 – Jai Hindley (Team Sunweb) a 2’56”
4 – Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) a 2’57”
5 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 3’10”
6 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) a 3’18”
7 – Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo) a 3’29”
8 – Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling) a 3’50”
9 –  Patrick Konrad (Bora – Hansgrohe) a 4’09”
10 – Fausto Masnada (Deceuninck – Quick-Step) a 4’12”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti  Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Giovanni Visconti (Vini Zabu’ – Brado – KTM)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step), indossata da Jai Hindley (Team Sunweb)

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Tao Geoghegan Hart: “Siamo venuti al Giro con un piano chiaro per aiutare Geraint Thomas, era in forma straordinaria. Non è andata come previsto a causa del suo ritiro nella terza tappa ma siamo riusciti a sfruttare al meglio ogni tappa. Non voglio pensare alla classifica generale. Sicuramente i grandi nomi di questa corsa proveranno qualcosa di spettacolare nell’ultima settimana. Nico Portal è stato importantissimo per tutto il team e soprattutto per me: ogni giorno corriamo per ricordarlo”.

La Maglia Rosa João Almeida: “Sono molto contento di aver conservato la Maglia Rosa, per un attimo sull’ultima salita ho pensato che l’avrei persa. Nel complesso è stata una buona giornata: mi sentivo bene ma c’erano corridori più forti di me. Mancano ancora 6 tappe alla fine del Giro, non vedo l’ora di scoprire fino a dove posso arrivare. Non ho mai fatto una corsa così lunga. Intanto cercherò di staccare un po’ domani nel giorno di riposo”.

La Maglia Azzurra Giovanni Visconti: “Il mio obiettivo è vincere una tappa ma sono molto contento di indossare la Maglia Azzurra. È stato difficile andare in fuga anche perchè Guerreiro mi seguiva come un’ombra. Oggi siamo riusciti a portare fuori una fuga di 12 corridori ma il gruppo non ci ha mai lasciato molto spazio. Ci riproverò di sicuro, voglio vincere una tappa”.

Commenti

  1. Mi ripeto: davvero tanti complimenti alla Ineos Granadier che, da quando Thomas è stato costretto al ritiro ha ONORATO alla grandissima il "nostro" GIRO, ancora complimenti a tutto il Team....per quanto riguarda la vittoria finale è certamente da considerare Kelderman però questo ci fa capire che il livello tecnico di quest'anno, complice anche la pandemia e i tanti ritiri, ci mancherebbe altro, è più basso rispetto al recente passato, anche se Wilco rimane un gran bel corridore, solido e che va bene sia a chrono che in salita...
  2. Domani la Crono decisiva. Forza Ineos per serietà e perseveranza e essere uno dei pochi team che ieri era alla partenza del Giro.