Harm Vanhoucke aggredito durante un’uscita

Harm Vanhoucke aggredito durante un’uscita

Piergiorgio Sbrissa, 22/03/2020

Harm Vanhoucke (Lotto-Soudal) è stato aggredito durante un’uscita di allenamento. Il 22enne si trovava nei pressi di Aalbeke, in Belgio (dove non ci sono divieti di uscire in bici, in particolare per i pro) quando un van nero lo ha stretto costringendolo a fermarsi. Poi il guidatore, un uomo sulla quarantina, è sceso con fare aggressivo secondo la ricostruzione di Vanhoucke. Alla richiesta di non avvicinarsi l’uomo ha dato due pugni ed una pedata al ciclista, per poi andarsene.

Commenti

  1. Il primo stadio sono i mona che gridano dalle finestre, poi qualche decerebrato più mona degli altri passa alla giustizia sommaria. Sportivo=untore, davvero magnifico il progresso del genere umano (umano?) di questi tempi (di m...).
    Un abbraccio ideale a questo ragazzo che cerca di fare il suo lavoro.
  2. matteooooo:

    Su altri siti leggo:
    "La ricostruzione fatta dall’atleta vede Vanhoucke trovarsi in una strada stretta a far da “tappo” al passaggio di un furgone nero. L’autista, spazientito, ha investito il ciclista, dopodiché, non pago del gesto, è sceso dall’auto ed ha cominciato a prendere a pugni in faccia il giovane belga, per poi scappare via. "

    Boh cmq massima solidarietà a Harm.
    Ah beh.....messa così allora tutta un altra storia, hai ragione! Si tratta di imbecille comune....non da coronavirus....
  3. bicilook:

    Che il pianeta senza gli umani avrebbe un equilibrio perfetto,è cosa certa.
    Niente inquinamento,niente cementificazione,gli animali mangiano solo per sopravvivere...niente corsa ad accumulare denaro che peraltro non servirebbe e non esisterebbe nemmeno.
    Ragazzi,è assodato,siamo di troppo
    appunto e' cosi