Harm Vanhoucke aggredito durante un’uscita

22

Harm Vanhoucke (Lotto-Soudal) è stato aggredito durante un’uscita di allenamento. Il 22enne si trovava nei pressi di Aalbeke, in Belgio (dove non ci sono divieti di uscire in bici, in particolare per i pro) quando un van nero lo ha stretto costringendolo a fermarsi. Poi il guidatore, un uomo sulla quarantina, è sceso con fare aggressivo secondo la ricostruzione di Vanhoucke. Alla richiesta di non avvicinarsi l’uomo ha dato due pugni ed una pedata al ciclista, per poi andarsene.

Commenti

  1. Il primo stadio sono i mona che gridano dalle finestre, poi qualche decerebrato più mona degli altri passa alla giustizia sommaria. Sportivo=untore, davvero magnifico il progresso del genere umano (umano?) di questi tempi (di m...).
    Un abbraccio ideale a questo ragazzo che cerca di fare il suo lavoro.
  2. comincio a sostenere che alla violenza bisogna rispondere con la ferocia, se l'energumeno fosse stato colpito da teiser o come cavolo si scrivew avrebbe ammosciato le orecchie.
    armiamoci contro gli stronzi
    basta , le parole non bastano più
    nella giungla la gazzella non parlamenta con il leone ...
Articolo precedente

Botta e risposta Naesen-De Vreese

Articolo successivo

Il ciclista imbruttito dalla quarantena

Gli ultimi articoli in News