La Paris-Roubaix annullata

La Paris-Roubaix annullata

09/10/2020
Whatsapp
09/10/2020

La Paris-Roubaix non si terrà nel 2020. In seguito allo stato di allerta massima a causa della pandemia di coronavirus della regione Métropole Européenne de Lille (MEL) proclamato ieri , l’organizzatore, Amaury Sport Organisation (ASO), ha annullato la corsa prevista il 25 ottobre, rimandandola quindi all’11 aprile 2021. Quest’anno si doveva tenere anche la prima edizione femminile della Roubaix, ma con ogni probabilità verrà annullata anche lei.

Christian Proudhomme, di ASO, ha dinhairato: “sento un’enorme tristezza perché la Paris-Roubaix è la più bella delle classiche e ci mancherà quest’anno. Creata nel 1896 è ancora qui, ed ha resistito a tutto, tranne che due guerre mondiali. Anche dall’altra parte del mondo ci parlano del Tour de France ovviamente, ma anche della Paris-Roubaix. È unna corsa di popolarità immensa. Non resta che dare appuntamento all’11 Aprile 2021“.

 

 

 

Commenti

  1. Ipercool:

    O si parla della Roubaix o si cancella tutto.
    GIUSTO! gandalf

    (Mi scusi sig. Membro dello Staff Ipercool,
    a) il post e' stato aperto da BDC-MAG.COM che non mi sembra proprio un utente qualsiasi,
    b) la corsa in oggetto e' una manifestazione storica del ciclismo mondiale,
    c) Il post esordisce con "La Paris-Roubaix non si terrà nel 2020. In seguito allo stato di allerta massima a causa della pandemia di coronavirus.."
    e poi cosa ci si aspetta? Che si parli di cappuccetto rosso? :roll:)
  2. bughy:

    Hai soluzioni? Perché parlare tanto per parlare è facile... quando si sta all'opposizione è sempre facile...
    Io non faccio politica, anzi la aborro, quindi non sto all'opposizione di nulla e di nessuno. Chiarito ciò, la soluzione a questo status quo scolastico, la ho già scritta nei post precedenti, forse ti è sfuggita e non la hai letta e/o compresa. Non sto a ripetermi anche perchè si è detto di parlare altro e non della scuola. Qui si deve parlare del Covid nello sport. A tal proposito ieri la squadra di mio figlio (che è in quarantena con 5 tamponi negativi) doveva fare una partita che è stata annullata perchè uno della squadra avversaria era positivo al Covid e non si sono presentati. Chissà se anche qui come per il Napoli strepiteranno manager di aziende di richiamo internazionale, presidenti (parola grossa) di regioni, dirigenti di lega ecc. per decidere se la squadra di mio figlio deve o meno vincere la partita a tavolino (esordienti, 12 anni).
    Per un barlume di speranza di sopravvivenza del ciclismo professionistico, ringraziamo che si è corso il Tour e qualche gara importante oltre al mondiale, che la sorte ci ha assegnato last minute (come organzzatori, perchè come atleti, stiamo freschi).