Marcel Kittel annuncia il suo ritiro dal ciclismo

Marcel Kittel annuncia il suo ritiro dal ciclismo

23/08/2019
Whatsapp
23/08/2019

Marcel Kittel (Katusha-Alpecin) ha rotto gli indugi, trasformando la sua pausa temporanea dal ciclismo in un ritiro definitivo.

Le motivazioni sono abbastanza chiare:

“Lo sport ed il mondo in cui vivi sono definite dalla sofferenza. Non c’è tempo per gli amici o la famiglia, e c’è una perpetua routine e stanchezza. Come ciclista sei sulla strada 200 giorni l’anno. Non voglio veder crescere mio figlio su Skype“.

Un augurio per la sua continuazione al campione tedesco.

HAMBURG, GERMANY – AUGUST 21: Marcel Kittel wins Surprise of The Year award during the Sport Bild Award at the Fischauktionshalle on August 21, 2017 in Hamburg, Germany. (Photo by Christian Augustin/Getty Images)

19
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
18 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
13 Comment authors
Ser pecoramaurettoPjan80liedolo6 Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
pantera
Member
pantera

Be’ gli auguro di riuscire a trovare un lavoro che non lo impegni troppo allora… auguri

F
Member
frejus82

Con un lavoro normale la sera torni a casa….o comunque molto spesso. E comunque di soldi in questi anni ne ha fatti. Se è sveglio non avrà problemi.

CLICK17
Member

Ha fatto bene a ritirarsi perché non riusciva più a vincere , ma doveva però dare questa motivazione. L'unico corridore che ha rispettato questa motivazione è stato Indurain che praticamente non si è più mosso da casa. Gli altri poi alla fine tra sponsor e tv sono più in giro di prima.

123lorka
Member
pantera

Be' gli auguro di riuscire a trovare un lavoro che non lo impegni troppo allora… auguri

Su dai, fare l'impiegato (con tutto il rispetto per gli impiegati) non e la stessa cosa come fare il prof che non solo deve "timbrare il cartellino" ma deve vincere o essere sempre li….

M
Member
123lorka

Su dai, fare l'impiegato (con tutto il rispetto per gli impiegati) non e la stessa cosa come fare il prof che non solo deve "timbrare il cartellino" ma deve vincere o essere sempre li….

e la stragrande maggioranza del tempo dormi fuori casa…

M
Member
Maiella

La carriera del ciclista non è lunga. Se da professionista fai 10-12 anni sei nella media, se corri più di 12 anni sei un veterano. I ritiri prima dei 10 anni di carriera non si contano, ovviamente escludendo chi rimane senza contratto o chi è costretto da problemi fisici. Nel ciclismo è sempre stato così anche in passato: Cacaito Rodriguez ha corso 7 anni, mentre Glenn Magnusson che vinceva le volate (ha battuto anche Cipollini) si è ritirato dopo 5 anni di professionismo. La verità è che andare in bici è molto sacrificato sia fisicamente che mentalmente.

P
Member

Il ciclismo è uno sport vero, affaticamente e che ti consuma.
Niente a che vedere con quei fighetti dei calciatori

Shadowplay
Member

Scelta di vita: in bocca al lupo per il futuro.
o-o

liedolo6
Guest

Ha fatto la scelta giusta…[emoji106]

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

CLICK17
Member
liedolo6

Ha fatto la scelta giusta…[emoji106]

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

Ha fatto la scelta più bella per il cilismo, anche perché qualcuno che gli dava un bell'ingaggio lo trovava .

jan80
Member

diciamo che ha capito,visto come sono attualmente i GT e come vanno a finire le crandi classiche,che il velocista puro era ormai finito……lui anche allenandosi a fondo rischiava di non fare piu' di 2 o 3 tappe ai GT se si andava avanti a fare tappe toste anche nella prima settimana……in piu' e' cambiato anche il modo di correre,adesso portano il velocista sfinito al traguardo,quindi comunque la potenza conta fin la'…..bisogna vedere quello che ti rimane

P
Member
pedalatalenta

Spero non si metta a fare il “guascone” sui social network.. dando un occhiata al suo profilo Instagram mi sembra di vedere il piccolo della famiglia Moser.. solo un po’ cresciuto

jan80
Member
pedalatalenta

Spero non si metta a fare il “guascone” sui social network.. dando un occhiata al suo profilo Instagram mi sembra di vedere il piccolo della famiglia Moser.. solo un po’ cresciuto

ma no dai non mi sembra un guscone su Istagram…….ripeto se ha preso questa decisione e' perche' aveva capito non poteva piu' ritornare quello di prima e soprattutto stava cambiando il mondo delle corse…….

P
Member
pedalatalenta
jan80

ma no dai non mi sembra un guscone su Istagram…….ripeto se ha preso questa decisione e' perche' aveva capito non poteva piu' ritornare quello di prima e soprattutto stava cambiando il mondo delle corse…….

Il mondo delle corse sta cambiando veramente troppo.. peccato, kittel a tratti mi è sembrato il Cipollini degli anni 2000.. una potenza inaudita

mauretto
Member

Mi era sfuggito questo bell'articolo di Bidon sul ritiro di Kittel: http://www.bidonmagazine.org/marcel-kittel-ritiro
Sempre un piacere leggerli

liedolo6
Guest
Ser pecora

Probabilmente il Cipollini degli anni 2000 avrebbe oggi gli stessi risultati di Kittel

Per sua fortuna Cipolloni e' nato in un epoca migliore allora….[emoji23]

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

P
Member
pedalatalenta
liedolo6

Per sua fortuna Cipolloni e' nato in un epoca migliore allora….[emoji23]

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

Magari intendeva.. su Instagram ahahaha