Mondiali 2019: Van Vleuten campionessa in linea

Mondiali 2019: Van Vleuten campionessa in linea

28/09/2019
Whatsapp
28/09/2019

Dopo un incredibile attacco solitario Annemiek Van Vleuten ha vinto la maglia iridata sul circuito di Harrogate. Sola in testa per 104km l’olandese ha resistito fino al traguardo compiendo una sorta di cronometro individuale di 3h, per poi lasciarsi andare a meritate lacrime di gioia. A 36 anni 11 mesi e 20 giorni è la più anziana ciclista a vincere il titolo mondiale, battendo il record i Jeannie Longo del 1995.

Dietro la Van Vleuten doppietta olandese con Anna Van der Breggen (+2’15”), la quale ha controllato i tentativi di rincorsa alla compagna nel gruppo. Terza l’australiana Amanda Spratt (+2’28”).

Le migliori italiane Elisa Longo Borghini e Marta Bastianelli, 5^ e  7^.

 

 

 

50
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
12 Comment threads
5 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
7 Comment authors
robeambroDLbastianella31bradipus Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
M
Member
matteooooo
grande Annemiek ma il resto delle partenti è stato mediocre se non peggio. Non riuscire a riprendere una che va in fuga a 105 dalla fine è un esempio lampante di mediocrità.
Esattamente come il calcio … tra donne e uomini sono due sport diversi.
Maxfire
Member
Maxfire
Ma come si fa a scrivere ed ancora peggio pensare ancora con questa presunzione e ignoranza allo sprort al femminile.
Froome 2 anni or sono mi pare che abbia fatto altrettanto al giro d Italia e nessuno giustamente si e azzardato a dare dei mediocri agli avversari. Qualche volta il silenzio sarebbe la soluzione migliore.
Maxfire
Member
Maxfire
Ma come si fa a scrivere ed ancora peggio pensare ancora con questa presunzione e ignoranza allo sprort al femminile.
Froome 2 anni or sono mi pare che abbia fatto altrettanto al giro d Italia e nessuno giustamente si e azzardato a dare dei mediocri agli avversari. Qualche volta il silenzio sarebbe la soluzione migliore.
M
Member
matteooooo
situazione totalmente diversa. Si veniva da tre settimane di corsa le energie erano quelle che erano e gli inseguitori non ne hanno azzeccata una lasciando il solo dumoulin ad inseguire.
Qui in una corsa il linea uno scatta su una salita dopo 40 km di corsa e nessuno, incluse intere formazioni come Francia, Germania e Polonia non riescono non dico a riprenderla ma addirittura perdono km dopo km.
Le cose sono due: AVV è un assoluto fenomeno o le altre sono scarse.
bradipus
Member
bradipus
grande Annemiek ma il resto delle partenti è stato mediocre se non peggio. Non riuscire a riprendere una che va in fuga a 105 dalla fine è un esempio lampante di mediocrità.
Esattamente come il calcio … tra donne e uomini sono due sport diversi.

il gesto della Val Vleuten è stato simile a quello dell’ultimo Fiandre di Gilbert (se non vogliamo andare all’ultima Liegi di Hinault, per non dire del mondiale di Adorni); se il resto delle partenti era mediocre lo era anche quello del Fiandre maschile del 2017…

bastianella31
Member
bastianella31
Pazzesco, tanto di cappello!!!
lucamox
Member
lucamox
Van Vleuten semplicemente pazzesca.
E grandissima la Van Der Breggen che per i primi 50k ha annullato tutti i tentativi di organizzare un inseguimento.
Sinceramente mi aspettavo di piú nel finale dalla Dygert, ma questo non fa altro che dare valore alla prestazione della Van Vleuten.
Lo sport femminile merita grandissimo rispetto, anche il calcio… tra l’altro gli ultimi mondiali sono stati piú interessanti di quelli maschili, e le donne non si buttano per terra ad ogni spintarella.
M
Member
matteooooo
Mica è mancanza di rispetto affermare che sono due sport diversi. Non mi verrai da dire che le tattiche e le strategie sono sono uguali tra uomini e donne? guarda solo la fase preparazione agli sprint.
L’anno scorso al mondiale un’altra olandese prima con quasi 4 minuti sulla seconda mentre gli uomini 11 nei primi 40 secondi ed i primi 4 in volata.
M
Member
matteooooo
situazione totalmente diversa. Si veniva da tre settimane di corsa le energie erano quelle che erano e gli inseguitori non ne hanno azzeccata una lasciando il solo dumoulin ad inseguire.
Qui in una corsa il linea uno scatta su una salita dopo 40 km di corsa e nessuno, incluse intere formazioni come Francia, Germania e Polonia non riescono non dico a riprenderla ma addirittura perdono km dopo km.
Le cose sono due: AVV è un assoluto fenomeno o le altre sono scarse.
M
Member
matteooooo
Mica è mancanza di rispetto affermare che sono due sport diversi. Non mi verrai da dire che le tattiche e le strategie sono sono uguali tra uomini e donne? guarda solo la fase preparazione agli sprint.
L’anno scorso al mondiale un’altra olandese prima con quasi 4 minuti sulla seconda mentre gli uomini 11 nei primi 40 secondi ed i primi 4 in volata.
D
Member
doublet
per quanto ne capisco…
nelle gare selettive per le donne spesso emergono le individualità
vince la più forte del momento e le altre dietro proporzionalmente in base a quanto ne hanno
squadra zero, perché troppa differenza tra le componenti (a parte l’olanda)
però mi piace così!
robeambro
Member
robeambro
Vince Evenepoel/MvdP stracciando la concorrenza in volata o con millemila km di fuga e sono fenomeni, vince Annemiek e il gruppo è mediocre e quasi il ciclismo femminile non è sport.

A volte mi chiedo, ma li sapete esprimere dei giudizi equilibrati? Non è sempre tutto bianco e nero, poi è veramente triste criticare lo sport femminile invece che essere di supporto.

M
Member
matteooooo
A volte mi sembra che per essere politically correct negate l’evidenza. Dire che le cicliste elite sono atleticamente inferiori agli uomini elite è sbagliato? dire che strategie e tattiche sono diverse è sbagliato? dire che la gara di ieri è stata, agonisticamente parlando, una rottura di coglioni è sbagliato? Dire che ieri c’erano due atlete fuori categoria è sbagliato e che le altre hanno corso in maniera mediocre è sbagliato?
M
Member
matteooooo
A volte mi sembra che per essere politically correct negate l’evidenza. Dire che le cicliste elite sono atleticamente inferiori agli uomini elite è sbagliato? dire che strategie e tattiche sono diverse è sbagliato? dire che la gara di ieri è stata, agonisticamente parlando, una rottura di coglioni è sbagliato? Dire che ieri c’erano due atlete fuori categoria è sbagliato e che le altre hanno corso in maniera mediocre è sbagliato?
bradipus
Member
bradipus

matteooooo ha scritto: A volte mi sembra che per essere politically correct negate l’evidenza. Dire che le cicliste elite sono atleticamente inferiori agli uomini elite è sbagliato? dire che strategie e tattiche sono diverse è sbagliato? dire che la gara di ieri è stata, agonisticamente parlando, una rottura di coglioni è sbagliato? Dire che ieri c’erano due atlete fuori categoria è sbagliato e che le altre hanno corso in maniera mediocre è sbagliato? Clicca per allargare… quindi, al mondiale di Imola del 1968, vinto da Adorni con quasi dieci minuti di vantaggio sul secondo dopo una fuga solitaria di 90… Read more »

M
Member
matteooooo
ma sei serio? stai paragonando il ciclismo del 68 con il ciclismo moderno? ma quanto sei a corto di argomenti per fare una cosa del genere?
M
Member
matteooooo
ma sei serio? stai paragonando il ciclismo del 68 con il ciclismo moderno? ma quanto sei a corto di argomenti per fare una cosa del genere?
bradipus
Member
bradipus
ma sei serio? stai paragonando il ciclismo del 68 con il ciclismo moderno? ma quanto sei a corto di argomenti per fare una cosa del genere?

perché non era ciclismo anche quello? non pedalavano forse su delle biciclette con i cambi? quali differenze eclatanti rilevi da quello attuale?
se vuoi, comunque, ti parlo della Roubaix 2012 di Boonen, o ti cito di nuovo il Fiandre di Gilbert…

ascia69
Member
ascia69

matteooooo ha scritto: ma sei serio? stai paragonando il ciclismo del 68 con il ciclismo moderno? ma quanto sei a corto di argomenti per fare una cosa del genere? Clicca per allargare… In realtà la Van Vleuten fa un’altro sport rispetto alle altre ragazze, ne parlava la Bastianelli nel dopo gara non senza una punta polemica, sostenendo che lei vive solo di bici e non ha niente altro, al contrario suo che ha anche una famiglia……La mia opinione che se uno rispetta le regole della propria vita fa quello che vuole, quindi anche fare allenamenti da fachiro come fa la… Read more »

bradipus
Member
bradipus

ascia69 ha scritto: In realtà la Van Vleuten fa un’altro sport rispetto alle altre ragazze, ne parlava la Bastianelli nel dopo gara non senza una punta polemica, sostenendo che lei vive solo di bici e non ha niente altro, al contrario suo che ha anche una famiglia……La mia opinione che se uno rispetta le regole della propria vita fa quello che vuole, quindi anche fare allenamenti da fachiro come fa la Van Vleuten; naturalmente questo fa sì che abbia spostato l’asticella ad un livello tale che le altre ragazze si possono solo sognare. Clicca per allargare… non solo la Van… Read more »

M
Member
matteooooo

bradipus ha scritto: perché non era ciclismo anche quello? non pedalavano forse su delle biciclette con i cambi? quali differenze eclatanti rilevi da quello attuale? se vuoi, comunque, ti parlo della Roubaix 2012 di Boonen, o ti cito di nuovo il Fiandre di Gilbert… Clicca per allargare… Allora la AVV quest’anno a 36 anni ha nel palmares – Strade bianche, LBL, 2^ Giro delle fiandre e Freccia Vallone – Vittoria al giro d’Italia (generale, punti e KOM) – Vittoria a cronometo campionati nazionali e 3^ ai mondiali. l’anno scorso tanta roba ma non lontanamente paragonabile a quest’anno. Quando mi citerai… Read more »

M
Member
matteooooo

bradipus ha scritto: non solo la Van Vleuten, ma anche la Vos e diverse olandesi… in generale il movimento olandese è molto più professionistico rispetto a quello di altri paesi, anche se alcune nostre ragazze (Longo Borghini e Paternoster in primis) corrono in squadre molto simili a quelle della Van Vleuten (e della Spratt), cioè in squadre femminili che sono la diretta emanazione delle corrispettive maschili (Trek e Mitchelton Scott, nei due casi citati). sarebbe auspicabile una estensione di questo modello anche da parte delle altre squadre top, per una ulteriore crescita del movimento femminile. il caso della Bastianelli è… Read more »

bradipus
Member
bradipus

matteooooo ha scritto: Allora la AVV quest’anno a 36 anni ha nel palmares – Strade bianche, LBL, 2^ Giro delle fiandre e Freccia Vallone – Vittoria al giro d’Italia (generale, punti e KOM) – Vittoria a cronometo campionati nazionali e 3^ ai mondiali. l’anno scorso tanta roba ma non lontanamente paragonabile a quest’anno. Quando mi citerai un dominio del genere da parte di un uomo ti potrò anche dare ragione. PS se non ti sei reso conto di quanto è cambiato il ciclismo in 50 anni forse abbiamo un problema. Clicca per allargare… tra gli uomini c’è più specializzazione, con… Read more »

M
Member
matteooooo
è così cambiato il ciclismo dai tempi del bretone? non lo so, non mi sembra

Se per te i metodi di allenamento sono rimasti uguali e nulla è cambiato allora è inutile parlarne.

M
Member
matteooooo
tra gli uomini c’è più specializzazione, con polarizzazione tra specialisti di classiche da una parte e di grandi giri dall’altra.

Questo perchè semplicemente il livello medio degli atleti è alto come non mai e quindi *DEVI* specializzarti.
Le donne invece sono mediamente mediocri ed alcune atlete migliori delle altri possono vincere tutto ma non perchè sono Mercx ma perchè le altre sono come matteooooo ;-)

bradipus
Member
bradipus
Se per te i metodi di allenamento sono rimasti uguali e nulla è cambiato allora è inutile parlarne.

i metodi di allenamento saranno cambiati, ma sono uguali per tutti, come erano uguali anche prima.

bradipus
Member
bradipus
Questo perchè semplicemente il livello medio degli atleti è alto come non mai e quindi *DEVI* specializzarti.
Le donne invece sono mediamente mediocri ed alcune atlete migliori delle altri possono vincere tutto ma non perchè sono Mercx ma perchè le altre sono come matteooooo ;-)

infatti arriva qualcuno dal ciclocross e improvvisamente vince alla grande classiche, volate e crono, lasciando di palta gli specialisti dell’asfalto…

M
Member
matteooooo
infatti arriva qualcuno dal ciclocross e improvvisamente vince alla grande classiche, volate e crono, lasciando di palta gli specialisti dell’asfalto…

si infatti MVP ha vinto Giro, Tour e Vuelta. ah anche la Crono del mondiale.
Maddai si serio.

Andrea Sicilia
Editor

Ser pecora ha scritto: My 2 cents: Una fuga, uomini o donne, ha successo se il gruppo si muove in ritardo o se è male organizzato/si stanno tutti a guardare. Altrimenti una fuga non arriva. Mai. Uno da solo, chiunque sia, contro il gruppo non può farcela. Mi pare palese. Ieri la VV ha fatto una grande cosa, ma dietro si sono mezze addormentate e non sono riuscite ad organizzarsi, grazie anche al fatto che evidentemente nessuna credeva che sarebbe resistita per 3h, ed ovviamente nessuna voleva muoversi in prima persona, temendo poi di essere infinocchiata dalla Van der Breggen,… Read more »

Maxfire
Member
Maxfire
*samuelgol bastava che scrivevi l ultima frase, ossia non ti piace lo sport al femminile, tutto il resto lo rende inutile.
A mio avviso siamo ancora al medio evo culturale, ma la storia ci insegna che poi ci sara in Rinascimento è un Illuminismo e speriamo che una volta per tutte si superi i preconcetti basati sul sesso.
Andrea Sicilia
Editor
……….. preconcetti basati sul sesso.

Se tu hai letto questi nel mio post che ho cercato di argomentare al meglio proprio per evitare equivoci, si vede che non hai capito molto di quel che ho scritto.
p.s. l’ultima frase che ho scritto, non è che a me lo sport femminile non piace. L’ultima frase diceva ben altro e cercava di scongiurare quel che hai invece voluto capire…cioè nulla.

M
Member
matteooooo
Se tu hai letto questi nel mio post che ho cercato di argomentare al meglio proprio per evitare equivoci, si vede che non hai capito molto di quel che ho scritto.
p.s. l’ultima frase che ho scritto, non è che a me lo sport femminile non piace. L’ultima frase diceva ben altro e cercava di scongiurare quel che hai invece voluto capire…cioè nulla.

non ti curar di loro. Sono gli estremisti del politically correct che non riescono ad ammettere che in alcuni casi donne e uomini a parità di sport praticano due sport diversi.

M
Member
matteooooo
infatti arriva qualcuno dal ciclocross e improvvisamente vince alla grande classiche, volate e crono, lasciando di palta gli specialisti dell’asfalto…

cazzarola questo post entra di merito nella hall of fame delle gufate:mrgreen:

Andrea Sicilia
Editor

matteooooo ha scritto: non ti curar di loro. Sono gli estremisti del politically correct che non riescono ad ammettere che in alcuni casi donne e uomini a parità di sport praticano due sport diversi. Clicca per allargare… Ma ognuno in definitiva è libero di seguire quel che preferisce e di farsi piacere ciò che preferisce. Quel che non capisco è perchè se uno preferisce lo sport maschile, allora è sessista. Ma sessista de che. Mica si dice che una donna non deve fare sport e stare a casa, ma uno sarà pur libero di emozionarsi o "invidiare" un essere umano… Read more »

M
Member
matteooooo

samuelgol ha scritto: Ma ognuno in definitiva è libero di seguire quel che preferisce e di farsi piacere ciò che preferisce. Quel che non capisco è perchè se uno preferisce lo sport maschile, allora è sessista. Ma sessista de che. Mica si dice che una donna non deve fare sport e stare a casa, ma uno sarà pur libero di emozionarsi o "invidiare" un essere umano che fa 6w/kg piuttosto di uno che ne ha 4,5. Non capisco. Clicca per allargare… non so che dire. Ci sono sport che addirittura preferisco al femminile perchè meno esasperati. Trovo ad esempio più… Read more »

Maxfire
Member
Maxfire
Se tu hai letto questi nel mio post che ho cercato di argomentare al meglio proprio per evitare equivoci, si vede che non hai capito molto di quel che ho scritto.
p.s. l’ultima frase che ho scritto, non è che a me lo sport femminile non piace. L’ultima frase diceva ben altro e cercava di scongiurare quel che hai invece voluto capire…cioè nulla.

mi spiace che non vuoi Capire e ti nascondi dietro al "nulla"

bradipus
Member
bradipus
si infatti MVP ha vinto Giro, Tour e Vuelta. ah anche la Crono del mondiale.
Maddai si serio.

innanzitutto modera i toni.
non mi sembra di averti risposto con lo stesso tono con cui ti rivolgi a me.
si chiama educazione.

bradipus
Member
bradipus

samuelgol ha scritto: Ma ognuno in definitiva è libero di seguire quel che preferisce e di farsi piacere ciò che preferisce. Quel che non capisco è perchè se uno preferisce lo sport maschile, allora è sessista. Ma sessista de che. Mica si dice che una donna non deve fare sport e stare a casa, ma uno sarà pur libero di emozionarsi o "invidiare" un essere umano che fa 6w/kg piuttosto di uno che ne ha 4,5. Non capisco. Clicca per allargare… mai parlato di sessismo. però bollare come ‘mediocri’ ragazze che, a loro modo, si impegnano, fanno sacrifici, danno spettacolo… Read more »

Andrea Sicilia
Editor

bradipus ha scritto: mai parlato di sessismo. però bollare come ‘mediocri’ ragazze che, a loro modo, si impegnano, fanno sacrifici, danno spettacolo personalmente mi fa girare un po’ le scatole.. così come trovo interessanti anche le gare degli U23 o degli junior… nell’ambito delle loro categorie, anche se fanno wattaggi minori e anche loro possono essere considerati ‘mediocri’ se rapportato agli elite. ognuno va valutato nell’ambito della propria categoria. poi va da se’ che lo sport al femminile (ed in particolar modo il ciclismo) ha meno risonanza: il problema è la base di praticanti che è più bassa di quello… Read more »

bradipus
Member
bradipus

samuelgol ha scritto: No tu non hai parlato di sessismo e infatti sul punto non mi riferivo a te, così come non mi hai visto scrivere che le ragazze sono mediocri, semplicemente perchè non lo penso. Mediocre è un aggettivo spregiativo che non meritano. Ed è anche corretto da un lato, rapportare il loro valore alla loro categoria. Però come a te può divertire una gara femminile, a me diverte pensare o meglio, sognare, di fare i wattaggi stratosferici che vedo in tv e francamente quelli femminili non sono un sogno. Non è questione di mediocrità è solo una constatazione.… Read more »

Andrea Sicilia
Editor

bradipus ha scritto: ………. ma mi piace guardare le gare perché mi piace il ciclismo, e non per sognare o invidiare quello che fanno gli / le atleti/e. Clicca per allargare… Di base lo sport lo guardo poco in tv e francamente il ciclismo è uno sport che visto in tv è fra i più pallosi, salvo casi eccezzionali. Anche gli uomini ovviamente. Comunque si, mi piacerebbe avere la Vam di Bernal o sciare come Hirscher o giocare come Ronaldo e quando vedo la tv, spero sempre in un numero sovrannaturale di uno di loro. Poi va da sè che… Read more »

bradipus
Member
bradipus

samuelgol ha scritto: Di base lo sport lo guardo poco in tv e francamente il ciclismo è uno sport che visto in tv è fra i più pallosi, salvo casi eccezzionali. Anche gli uomini ovviamente. Comunque si, mi piacerebbe avere la Vam di Bernal o sciare come Hirscher o giocare come Ronaldo e quando vedo la tv, spero sempre in un numero sovrannaturale di uno di loro. Poi va da sè che in sport che non pratico, potrei tranquillamente dire che sciare come la Vonn o nuotare come la Pellegrini, sarebbe già tanta roba. Ma potendo scegliere, sceglierei Hirscher e… Read more »

jan80
Member
jan80
comunque che sia stata lasciata andare anche no……..semplicemente non ne avevano per seguirla e cercare di chiudere si bruciavano per poi far vincere la Van breggen
ascia69
Member
ascia69
Per curiosità mi sono andato a rivedere gli allenamenti in altura della Van Vleuten…..un giorno si è sciroppata da sola con la bici da crono 120 km con 2500 di dislivello… a quasi trenta di media ..non credo sia stato un allenamento finalizzato alla prova a cronometro ma secondo me aveva pianificato di poter andare in fuga e fare quel tipo di chilometraggio da sola…..che poi dietro abbiano dormito ci può stare, evidentemente le varie nazionali non sono state in grado di organizzare un inseguimento efficace
bradipus
Member
bradipus

ascia69 ha scritto: Per curiosità mi sono andato a rivedere gli allenamenti in altura della Van Vleuten…..un giorno si è sciroppata da sola con la bici da crono 120 km con 2500 di dislivello… a quasi trenta di media ..non credo sia stato un allenamento finalizzato alla prova a cronometro ma secondo me aveva pianificato di poter andare in fuga e fare quel tipo di chilometraggio da sola…..che poi dietro abbiano dormito ci può stare, evidentemente le varie nazionali non sono state in grado di organizzare un inseguimento efficace Clicca per allargare… da una parte devi considerare la presenza nel… Read more »

ascia69
Member
ascia69
Sicuramente avere la Vos è la Van Der Breggen dietro l’ha agevolata e non poco…..di sicuro erano tutte compatte come nazionale e non si sono corse contro come i belgi ieri
Andrea Sicilia
Editor
Hirscher?
Boskov direbbe ‘vero sciatore è quello che fa discesa libera’… :maestro:

Ma ora c’è la Var e rigore è quando Var dice rigore :-x

Andrea Sicilia
Editor
comunque che sia stata lasciata andare anche no……..semplicemente non ne avevano per seguirla e cercare di chiudere si bruciavano per poi far vincere la Van breggen

Certo, la presenza della Van der Breggen dietro ha avuto ruolo importante…..ma tenere la corsa chiusa in due tra gli uomini non riesce mica….se poi il Belgio si suicida….

jan80
Member
jan80
Certo, la presenza della Van der Breggen dietro ha avuto ruolo importante…..ma tenere la corsa chiusa in due tra gli uomini non riesce mica….se poi il Belgio si suicida….

infatti io parlo di donne……che un uomo possa farsi 100km di fuga solo se e’ un marziano oppure dietro si fermano.