Quintana fa il record sul Ventoux

249

Alla terza tappa della 5^ edizione del Tour de Provence, tra Istres ed il Mt. Ventoux (138,2km), Nairo Quintana, con i nuovi colori della Arkéa-Samsic, ha sbaragliato la concorrenza vincendo con 1’28” di vantaggio su Alexey Lutsenko (Astana) e Hugh Carthy (EF).

Il dato notevole dell’impresa risiede però nel tempo di scalata al Chalet Reynaud (1429mt), 5km dalla vetta del Mt.Ventoux (1909mt), che è stato calcolato in 28’12”, quando il precedente record era considerato il 28’20” di Marco Pantani al Tour de France 1994.

avrebbe beneficiato dal treno della sua squadra, che ha imposto un ritmo elevatissimo nella prima parte della salita, in particolare per recuperare Rémy Cavagna della Deceuninck-QuickStep in fuga.

Il dato della salita record è in parte confermato dal file Strava di Sepp Kuss (Jumbo-Visma), il quale ha tentato di rimanere a ruota di Quintana per buona parte della salita, per poi cedere nel finale e finire 6° a +2′.

La velocità media di Kuss sulla salita è stata di 22,1km/h, con una potenza media di 363watt e massima di 986w. Frequenza cardiaca media 185bpm ad una cadenza media di 85rpm.

Questo può dare l’idea dei “numeri” espressi da Quintana per portarsi a casa la vittoria.

Il record sull’intera salita del Mt.Ventoux resta quello di Iban Mayo al Criterium du Dauphiné 2004, quando in una cronoscalata stabilì il tempo di 55’21” ad una media di 23,2km/h, battendo Lance Armstrong di circa 2′.

 

 

Commenti

  1. Mardot:

    ....... ma non era una vera e propria alterazione della cilindrata come è accaduto più avanti.
    ......
    L'Epo e il doping ematico non erano una vera e propria alterazione della cilindrata?
    Questa è grossa!!!!!:pork:
    Mardot:

    .......Quello che passava in TV era alterato dal punto di vista prestazionale, ma rispecchiava fedelmente i valori in campo in mezzo al gruppo per quanto riguarda l'andamento delle corse, durante tutto l'anno....
    I valori in campo erano rispecchiati....altrettanto grossa. Un Indurain che le becca da gente come Berzin, Rijs in maniera sonora e i valori sono rispecchiati.
  2. gibo2007:

    Rimane comunque che anche a patto di assumere le stesse sostanze non tutti reagiscono agli agenti dopanti allo stesso modo.
    Ma non sono esperto dell'argomento e su questo aspetto ci sono molte discussioni.
    esatto.
    è quello che dicevo prima, ma mi è stato detto che non è vero. che anche con benzina addizionata, chi ha maggior motore vince sempre
  3. Mardot:

    se prendi a campione 2 atleti può darsi che questa regola valga solo per uno dei due
    se prendi a campione 1000 atleti questa regola vale per il 90% di loro (dati rilevati in laboratorio alla mano)

    come sempre, sono i campioni (in senso statistico, non sportivo) che fanno la regola, mai i casi sporadici
    forse non mi sono espresso bene, o non ho capito

    io, ho sempre detto, che non è vero, per me, che a parità di motore naturale, se entrambi vanno a benzina addizionata, quello con motore naturale maggiore vince
Articolo precedente

La giacca emoji

Articolo successivo

Due positivi alla Vuelta a Costa Rica

Gli ultimi articoli in Magazine