Sergio Higuita nei guai per aver usato una bici non della squadra

36

Come ogni anno si è arrivati in quello strano limbo che è il periodo tra la fine della stagione e l’inizio del nuovo anno, quando molti corridori hanno già firmato contratti con le nuove squadre, ma da regolamento rimangono sotto contratto con le squadre precedenti sino al 31/12, e pertanto sono tenuti ad utilizzarne divise e materiale. Non è un mistero però che le nuove squadre già forniscano le bici “nuove” ai corridori non solo perché ci si abituino e per fare le dovute correzioni su misure e componenti, ma anche perché a fine novembre alcune squadre ritirano le bici “vecchie”, e quindi i corridori si troverebbero senza bici.

Quindi non è raro in questo periodo vedere in certe location frequentate da pro i corridori con le divise delle squadre della stagione, ma le bici delle squadre della prossima. Il che non pone problemi, a meno che un video o una foto di questi “mix” non diventi virale, com’è il caso in questi giorni del video i cui Daniel Martinez della Ineos e Sergio Higuita della EF passano a velocità tripla un gruppo di cicloturisti su una salita colombiana.

 

Ovviamente i più attenti si sono subito accorti che Higuita è in sella ad una Specialized SL7 coi colori della Bora-Hansgrohe (e calza anche delle scarpe dello stesso marchio), la squadra in cui il colombiano militerà il prossimo anno. Cosa che non è piaciuta alla dirigenza della EF Education First, la quale ha immediatamente comunicato la rescissione del contratto di Higuita, risparmiandosi un mese e mezzo di stipendio da versargli.

I realtà poi la EF ha comunicato che la decisione è stata presa nei confronti del corridore “per lo scarso rispetto verso gli sponsor che lo supportano oggi”, ma che è stato raggiunto un accordo col corridore, il quale si è scusato per l’errore “di aver utilizzato la nuova bici ad un evento pubblico”, e che il contratto non sarà terminato, ma andrà a scadenza.

 

 

 

Commenti

  1. No,non è libero,deve usare il materiale tecnico del team,poi essendo fine stagione e, passando nella prossima ad altro team,chiede se può utilizzare il materiale tecnico dell altra,cosa che sembra non aver fatto,dopo di che il permesso viene accordato di norma,ma l utilizzo è concesso solo per eventi non "pubblici".....
    Ma oramai con internet è tutto di dominio pubblico :==
  2. Acquario:

    Ok,allora è sbagliata la regola dei contratti ad anno solare
    Se uno cambia squadra è assurdo che a novembre e dicembre,o comunque dopo la fine delle competizioni,non possa usare il nuovo materiale
    Vero è che se i contratti scadono al 31 12 e uno viene pagato dalla vecchia squadra è giusto che continui ad usare il vecchio materiale
    In realtà la norma è fatta per tutelare i corridori. Altimentri la squadra 1 ti farebbe un contratto solo fino ad ottobre e la squadra due te lo farebbe solo da marzo.
Articolo precedente

Ciclomercato: Cataldo alla Trek, Modolo alla Bardiani

Articolo successivo

Giro d’Italia 2022: gran finale a Verona. Ecco il percorso completo

Gli ultimi articoli in Magazine