News #Tadej Pogacar

TdF 2021: Tadej Pogačar (stra)vince la crono della 5^ tappa

TdF 2021: Tadej Pogačar (stra)vince la crono della 5^ tappa

Piergiorgio Sbrissa, 30/06/2021

Dopo due giorni di lacrime dei vincitori oggi le lacrime sono riservate agli avversari di Tadej Pogačar (UAE-Emirates) che ha schiantato la concorrenza vincendo la cronometro di 27,7km tra Changé e Laval. Lo sloveno ha battuto di 19″ il campione europeo e specialista della disciplina Stefan Küng (Groupama-FdJ) e di 27″ Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma). Quarto Wout Van Aert (Jumbo-Visma) e ottimo sesto Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) che è riuscito a tennere la maglia gialla per 8″ su Pogačar.

Batosta per tutta la concorrenza per la classifica generale: Carapaz ora è a +1’44”, Roglic a +1’48”, Thomas +1’54”, Keldermann +1’56”, Mas +1’58”. Gli altri sopra i 2′ di distacco. Ottima prova invece di Alexey Lutsenko (Astana), che ha preso “solo” 1′ da Pogačar ed ora è 5° in classifica a 1’21”.Ottima anche la prestazione di Rigoberto Uràn (EF EDucation First) ora 7° in generale a +1’29”. Anche Julian Alaphilippe ha contenuto i danni prendendo 1’11” per assestarsi al 4° posto in classifica a 48″ dal turbosloveno.

Ci si chiedeva quale strategia avrebbe adottato Pogačar quest’anno, in un Tour in cui non avrebbe potuto “nascondersi” e sarebbe stato tenuto sotto controllo. La risposta è arrivata forte e chiara dallo sloveno: venitemi a prendere.

Da segnalare che la “tifosa” che ha fatto cadere mezzo gruppo nella prima tappa è stata identificata ed arrestata dalla Gendarmerie Nationale.

Commenti

  1. bianco222:

    Lo tieni ad un minuto con Formolo (col 53)?
    ............
    No, lo tieni a 1 minuto da solo perchè non ne ha manco lui per resistere. Il problema dei Thomas è che nessuno ce li vuole in fuga, perchè se li aiuti, è una vittoria già scritta per loro, quindi un Thomas dovrebbe fare tutto da solo. Thomas non è Froome, non è mai stato Froome e il Thomas attuale men che meno. Non fa paura se parte ai -40. Discorso diverso è se invece ha un suo compagno davanti che può aiutarlo tipo TGH. Ad ogni modo vedremo.
  2. bianco222:

    Se fanno il trenino e aspettano gli ultimi km Pogacar (con anche un'altra crono a disposizione) fa festa!
    Credo che tanti tirino troppe conclusioni affrettate dopo questa crono. Manca ancora 3/4 di Tour. La condizioni di tanti al momento sono debitrici di cadute o altro.
    Ieri Roglic ha fatto molto bene da mummificato. Thomas ha stretto i denti mezzo ingessato anche lui per la spalla lussata (su cui poggiava tutto il peso a crono).
    Van Aert dopo l'appendicite non è al 100%. Kuss è ancora suonato dalla prima tappa.
    Ma possono benissimo riprendersi nelle prossime settimane.

    Oggi c'è una tappa da velocisti, ma visto come gira fanno ancora in tempo a spalmarsi in tanti. Domani tappa difficile molto mossa.
  3. bianco222:

    Però, con le dovute eccezioni, i più forti cronoman sono sempre stati grossi (e non grassi ovviamente). Quando uno di 66 kg batte uno di 84 a crono vuol dire che ha fatto un gran numero e/o che è un fenomeno. Non a caso ieri (o al mondiale, o all'europeo) i primi posti sono tutti corridori non certo piccolissimi. Con le dovute eccezioni (vedi Evenepoel all'europeo per esempio) di grandi fenomeni.
    Bè ma il Dumoulin dei tempi d'oro non pesava di sicuro 80 kg eppure volava. o-o