Tirreno-Adriatico 2020: L’arciere Woods centra il bersaglio

Tirreno-Adriatico 2020: L’arciere Woods centra il bersaglio

09/09/2020
Whatsapp
09/09/2020

[Comunicato stampa] Saturnia (Manciano), 9 settembre 2020 – Doppio centro per Michael Woods (EF Pro Cycling) che ha vinto la terza tappa della Tirreno-Adriatico EOLO (217 km con partenza da Follonica e arrivo a Saturnia) andando ad indossare anche la Maglia Azzurra di leader della Classifica Generale.
Il corridore canadese è scattato nel finale ed è transitato da solo sul Muro del Pirata. Ripreso da Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) ha poi battuto il polacco sul traguardo di Saturnia.
A 20 secondi è giunto un gruppetto regolato da Wilco Kelderman (Team Sunweb) con Geraint Thomas (Team Ineos), Jakob Fuglsang, Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team), Simon Yates (Mitchelton – Scott), Fausto Masnada (Deceuninck – Quick-Step), Tanel Kangert (EF Pro Cycling) e Patrick Konrad (Bora – Hansgrohe).

RISULTATO FINALE
1 – Michael Woods (EF Pro Cycling) – 217 km in 5h19’46”, media 40.717km/h
2 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) a 1″
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 20″

CLASSIFICA GENERALE
1 – Michael Woods (EF Pro Cycling)
2 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) at 5″
3 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) at 26″.

LE MAGLIE

  • Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da Gazprom – Michael Woods (EF Pro Cycling)
  • Maglia Arancio, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Sportful – Pascal Ackermann (Bora – Hansgrohe)
  • Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Enel – Nathan Haas (Cofidis)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Sara Assicurazioni – Aleksandr Vlasov (Astana Pro Team)

STATISTICHE

  • Michael Woods registra la prima vittoria canadese nella storia della Tirreno-Adriatico. Il Canada è la 25^ nazione ad ottenere un successo di tappa.
  • Michael Woods è anche il primo leader canadese della Tirreno-Adriatico.
  • Seconda vittoria da professionista in Italia per Woods dopo la Milano – Torino dell’anno scorso.
  • Secondo podio di tappa alla Tirreno-Adriatico per Rafal Majka, di nuovo secondo dopo la frazione di Sassotetto del 2018.

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa e nuova Maglia Azzurra Michael Woods ha dichiarato in conferenza stampa: “Oggi è stata un’ottima giornata per noi. Con i miei compagni abbiamo fatto veramente un bel lavoro. Questa è una delle vittorie più importanti della mia carriera che mi permette per la prima volta di portare la Maglia di leader in una corsa WorldTour.
Non credo di essere il favorito per la vittoria finale perché c’è la cronometro di San Benedetto e dovrò lottare con altri corridori più forti di me in questa specialità. Sicuramente difenderò questa Maglia Azzurra e proverò ad attaccare ancora nelle prossime tappe.”

La nuova Maglia Bianca Aleksandr Vlasov ha dichiarato: “Oggi è stata una giornata dura e lunga e faceva anche caldo. Nel complesso sono soddisfatto del risultato e della mia forma. Ci riproveremo domani. La corsa è ancora lunga e possono succedere tante cose. Siamo qui per preparare il Giro d’Italia ma vogliamo ottenere un buon risultato anche alla Tirreno-Adriatico”.

La Maglia Arancio Pascal Ackermann ha dichiarato: “Oggi per la squadra è andata bene. Ora abbiamo un altro obiettivo con Rafal per la classifica generale visto che è in un’ottima posizione. Ci concentreremo su questo e poi quando avrò la possibilità di fare una volata, probabilmente sabato, ci proverò sicuramente. Il mio obiettivo per questa corsa era vincere una tappa, sono davvero sorpreso dalla mia forma.”

La Maglia Verde Nathan Haas ha dichiarato: “Sulla carta pensavo che l’arrivo di oggi sarebbe stato per finisseur veloci come van der Poel e Matthews – credevo che avrei potuto giocarmela con loro. Invece la salita era molto ripida e ai 500m dalla vetta mi sono staccato. Mi sto divertendo in questa corsa,  proverò a difendere la Maglia”.

Commenti

  1. Corridore solido, che va forte da febbraio ad ottobre, vittoria voluta (ha schierato davanti la EF per buona parte della tappa) e soprattutto meritata con quell'attacco sull'ultima ascesa, bravo!!!
  2. Michael Woods a marzo si era rotto il femore e (se non ricordo male) ha subito una operazione con apposizione di ferro endomidollare.
    Mi pare che questa vittoria sia una vittoria per tutti quelli che hanno la forza di rialzarsi dopo un grave incidente in bici!!
    un grande!