Vincenzo Nibali ha vinto Il Giro di Sicilia

51

Mascali, 1 ottobre 2021 – Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo) ha vinto Il Giro di Sicilia Eolo. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Alejandro Valverde (Movistar Team) e Alessandro Covi (UAE Team Emirates).

Il corridore siciliano della Trek-Segafredo si è aggiudicato in solitaria l’ultima tappa, la Sant’Agata di Militello – Mascali, di 180km, davanti a Simone Ravanelli (Androni Giocattoli – Sidermec) e Alessandro Covi (UAE Team Emirates).

CLASSIFICA GENERALE
1 – Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo)
2 – Alejandro Valverde (Movistar Team) a 46″
3 – Alessandro Covi (UAE Team Emirates) a 49″

LE MAGLIE

  • Maglia Giallo Rossa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Regione Siciliana – Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti –Juan Sebastian Molano (UAE Team Emirates) 
  • Maglia Verde Pistacchio, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Valsir – Cristian Scaroni (Gazprom-Rusvelo)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Work Service Group – Alessandro Covi (UAE Team Emirates)
RISULTATO DI TAPPA
1 – Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo) – 180 km in 4h24’29”, media 40.834 km/h
2 – Simone Ravanelli (Androni Giocattoli – Sidermec) a 49″
3 – Alessandro Covi (UAE Team Emirates) s.t.

Il vincitore de Il Giro di Sicilia Eolo, la Maglia Giallo Rossa Vincenzo Nibali, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Vincere qui, sulle strade dove pedalavo da bambino, è speciale. Sento un’emozione indescrivibile. Conoscevo queste strade, sopratutto la discesa finale. Vedere amici e tifosi è stato bellissimo, non riesco a trovare le parole per descrivere quello che sento. Era da un po’ che non riuscivo a centrare un successo. Ho provato ad avvantaggiarmi sull’ultima salita, sentivo alla radio che il vantaggio restava costante, conoscevo bene la discesa finale e ho cercato di spingere a tutta fino al traguardo.
Questo successo mi da morale e fiducia per Il Lombardia di settimana prossima.”

Commenti

  1. Doppiomisto:

    Ieri ha vinto Valverde e ho letto ovunque commenti entusiastici e superlativi vari, oggi vince Nibali e leggo di rimpatriata tra vecchi amici... Bah...
    Aggiungo che Nibali a differenza di Valverde non ha nel suo palmares la squalifica per doping.
  2. grimpeur75:

    Oggi era scapoli contro ammogliati.….mancavano Fantozzi e Filini se no era coppa Kobram…
    Se ci fossi stato te altro che coppa Kobram..... sarebbe stata la coppa Piton!
    Tutti bravi quando si tratta di giudicare gl'altri.
  3. never give up!:

    Froome nella tappa di giovedì ha forato quando stava esplodendo la corsa...

    Nella tappa di ieri a promosso la fuga, poi una volta annullata penso sia andato del proprio passo...boh..vediamo anno prossimo ...io una piccola speranza la tengo...anche se è difficile...
    Difficile è un aggettivo anche troppo ottimistico. Io ormai non ci credo più. Li hai visti i corridori in classifica? Un Froome non dico in forma, ma almeno appena presentabile che avesse voluto "far fatica" e promuovere una fuga, arrivava con un paio di corridori a farla grossa e gli altri a un quarto d'ora. E anche andare del proprio passo, e beccare 25 minuti non ci sta proprio. Antonio Nibali, uno che senza quel cognome il professionista non lo avrebbe mai fatto, ha beccato in classifica un minuto e mezzo dal fratello. Io non mi capacito di come un infortunio, per quanto grave, abbia trasformato un campionissimo in queste condizioni. Eppure non è il primo nè l'unico a essersi fatto male sul serio. Felice di rimangiarmi queste parole se mi smentirà il prossimo anno, ma io vedo il nulla del campione che è stato.
Articolo precedente

Joss Lowden ha battuto il record dell’ora

Articolo successivo

Lizzie Deignan a vinto la prima edizione femminile della Paris-Roubaix

Gli ultimi articoli in News