Andrey Amador lascia la Movistar per la Ineos

Andrey Amador lascia la Movistar per la Ineos

11/02/2020
Whatsapp
11/02/2020

Dopo mesi di trattative il corridore costaricano Andrey Amador ha lasciato la Movistar per trasferirsi al Team Ineos.

Amador aveva un contratto che lo legava alla squadra spagnola sino alla fine di questa stagione, ma Movistar e corridore hanno trovato un accordo per rompere il contratto e permettere ad Amador di trasferirsi, come da suoi desideri, alla Ineos.

Amador ha passato 11 stagioni alla Movistar, con cui ha conquistato un 4° posto al Giro d’Italia 2015. Ora fornirà i suoi servizi al vecchio compagno e capitano Richard Carapaz alla Ineos.

Commenti

  1. ian:

    Be' la US Postal negli anni si è molto rafforzata ma diciamo che ha fatto marciare ad alto ritmo anche corridori non eccellenti (con qualche cura ricostituente :) )

    Viceversa Sky/Ineos ingaggia un mare di corridori fortissimi. Ad esempio non so quanto versino di ingaggio ad un Kwiatkowski che potrebbe vincere qualunque classica anziché fare il penultimo / terzultimo uomo nel trenino.
    Ovviamente è una roba che si è vista anche in altri sport quando le potenzialità economiche sono molto sproporzionate (nel calcio top team che ingaggiano i big delle medio piccole per andare ad allungare la propria panchina penso ci siano ancora... non so per certo perché non seguo da qualche anno)
    ed infatti ,nelle "sue" corse, è il capitano della squadra