Divieti per coronavirus: come ti comporti?

Divieti per coronavirus: come ti comporti?

08/03/2020
Whatsapp
08/03/2020

È della scorsa notte la notizia dell’ampliamento della zona rossa a tutta la Lombardia e ad altre 11 province italiane. Vietato uscirne, vietato entrarne, soprattutto per motivi futili come potrebbe essere un giro in bicicletta.

Al di là di questo, gli spostamenti interni devono essere tenuti ad un minimo: “Evitare in modo assoluto ogni spostamento all’interno dei territori salvo che per spostamenti motivati da indifferibili esigenze lavorative o situazioni di emergenza“. In parole povere, si invita la popolazione a stare il più possibile in casa fino al 3 aprile.

Come ti comporti? Eviterai anche il giretto in bici nel parco, oppure farai del movimento fisico evitando di incontrare altre persone?

 

Commenti

  1. pietro1973:

    il tuo ragionamento e' in linea di massima condivisibile, ma c'e' da fare delle considerazioni ovvero la mia zona e' ancora con limitazioni che riguardano tutto il territorio nazionale, no zona rossa, ma per andare a lavorare utilizzo per forza di cose i mezzi pubblici in particolar modo il treno che e' di gran lunga potenzialmente piu' pericoloso della bici, pertanto se esco in solitaria per 2/3 ore non penso di arrecare alcun danno a chi mi sta attorno.

    ps un gruppo della mia zona ha scritto espressamente in bacheca che da questa domenica non verranno organizzate le uscite di gruppo si ritornera' alla normalita solo ad emergenza finita.
    Finché non ti succede nulla, no, non arrechi nessun danno.
    Ma se maleauguratamente caschi, sarai soggetto a rischio, si può fermare qualcuno infetto e infettarti, potresti infettarti in ospedale, uscirne asintomatico (ad oggi non fanno più il tampone a tutti) e attaccare il virus ad altri.
    È proprio così che partono le epidemie.
    Sono alcuni esempi, ma gli scenari sono diversi.
    Limitare i rischi, significa proprio questo, il treno lo devi prendere per andare a lavorare, “devi”
    In bici non ci “devi” andare.
    Capisco benissimo che sia difficile da accettare, ma questi sono i fatti e DOBBIAMO tutti prenderne atto
  2. samuelgol:

    Il testo è chiaro concordo con te. Il testo vieta alla gente dell'articolo 1 di fare certe cose che invece alla gente dell'articolo 2 sono per il momento (mi sa poco viste certe notizie che sento) permesse. Posso capire quale è l'oggetto del contendere? Il decreto mira ad arrestare o rallentare la diffusione del virus. Ora io credo che siamo più o meno tutti d'accordo che andando in bici da soli il virus non te lo prendi e quindi non lo trasmetti. Quindi se un genovese o un altoatesino vanno in bici essendo loro stato consentito, quando poteva benissimo essere vietato, perchè devono sentirsi additati? Sarò stupido, ma non arrivo a capirlo.
    infatti. zona 1 stai a casa , zona 2 vai con le attenzioni necessarie. Nessuno dice nulla a quelli in zona 2 infatti. Ma a chi dice che non è chiaro cosa fare in zona 1 perché c'è il bar aperto e non ti danno 14 anni di reclusione se ti fermano per strada..
  3. tranquilli, di questo passo ci sarà solo zone rosse, a quel punto potremo circolare tutti liberamente...

    :doh::doh::doh:

    ... un ci si può fà...