Due parole sul mondiale uomini in Yorkshire

Due parole sul mondiale uomini in Yorkshire

30/09/2019
Whatsapp
30/09/2019

Tutto il campionato mondiale in Yorkshire sarà ricordato per il meteo davvero avverso, persino per una regione non famosa per il clima favorevole. La corsa in linea maschile però si è distinta per condizioni davvero difficili, con piogge torrenziali e freddo. Persino Ben Swift, corridore inglese, ha affermato che poche volte ha corso in condizioni simili.

Tutto questo ha premiato Mads Pedersen, novello campione del mondo a 23 anni. Primo campione del mondo danese (maschile, tra le donne possono contare sul titolo di Amalie Dideriksen nel 2016) in linea su strada della storia, dopo i secondi posti di Leif Mortensen (1970), Bo Hamburger (1997) e Matti Breschel (2010). Pedersen ha potuto contare su una squadra fortissima, in particolare in queste condizioni climatiche (Valgren 6°, Fuglsang 12°). Un corridore recentemente sempre rimasto nell’ombra dei compagni di squadra, alla Trek-Segafredo, Jesper Stuyvens e John Degenkolb, ma che si era messo in luce col 2° posto al giro delle Fiandre 2018. Nel 2013 era arrivato ancora 2° ai campionati del mondo junior dietro un certo Mathieu Van Der Poel, ma lo stesso anno si era imposto alla Paris-Roubaix junior davanti Nathan Van Hooydonck e Tao Geoghegan Hart. Un ragazzo che ora si troverà molto più sotto i riflettori, ma è un bene, perché è molto simpatico e dalla battuta pronta, e potrebbe essere un bel personaggio per l’ambiente.

Questo a discapito di Matteo Trentin, il quale a 30 anni ha visto sfumare un’occasione forse unica dopo una corsa perfetta. Con la grande sportività che gli è consueta ha ammesso che Pedersen è semplicemente stato più forte. La sua espressione sul podio può essere solo un’indicazione dei pensieri che lo devono , e probabilmente staranno ancora, aver tormentato dopo quelle ultime decine di metri prima del traguardo. Peccato davvero, anche perché l’Italia ha corso molto bene.

Delusione anche per Mathieu van der Poel. Tra i superfavoriti della vigilia era l’unico ad essere rimasto col gruppetto di testa, prima di “saltare” in un modo che non si vedeva da tempo. Lui stesso ha ammesso che non ha idea del perché, visto che si era alimentato bene e non aveva avuto problemi sino a quel momento. Probabilmente ha pagato il freddo. Gli è mancato un giro. Come sempre però ha dimostrato di avere grande classe e grande carattere, terminando comunque la gara, seppur a più di 10′ dal primo.

Se Italia e Paesi Bassi possono essere delusi, il Belgio può esserlo di più. La squadra più forte al via si è arenata in malo modo, con una prestazione davvero opaca. Gilbert ha causato una caduta (di cui non sa darsi spiegazione) da cui si è rialzato malconcio prima di ritirarsi, probamente per l’ultima volta a 37 anni. Il Wonder Boy Evenepoel era li al suo fianco, ma è sembrato non averne più dopo la grandissima cronometro individuale e si è ritirato pure lui. A quel punto hanno corso per Van Avermaet, ma il Golden Boy è rimasto ai suoi più recenti livelli e non è andato oltre l’8° posto. Chiaramente il Belgio correva per Gilbert ed Evenepoel, e fuori questi, il morale deve essere finito nelle pozze d’acqua dello Yorkshire.

Lo Yorkshire. Grande protagonista di questo mondiale è stato il territorio, o meglio il suo clima, che ha fatto una selezione importante tra tutti i favoriti della vigilia, come Valverde e Alaphilippe (che ha dichiarato che “1h finita la gara avevo ancora freddo. Una delle giornate in cui ho più sofferto in sella in vita mia“). Ma questa è stata opinione condivisa anche da gente che in questi posti ci è cresciuta, non ultimo Geraint Thomas, anche lui “mortificato” dal meteo, (e più probabilmente dalla scelta di non correre la cronometro individuale). Scorrendo la lista di arrivo si nota come la gran parte dei primi 20 sia composta da corridori da classiche del nord in effetti. Ma vengono in mente le parole scambiate con Mads Pedersen l’anno scorso al training camp della Trek, quando un po’ sconsolato mi disse che “sono l’unico idiota danese che abita ancora in Danimarca”, mentre i suoi colleghi connazionali ciclisti hanno tutti traslocato a latitudini più meridionali. Beh, forse oggi si sente un po’ meno idiota.

 

33
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
10 Comment threads
3 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
9 Comment authors
BsamuelgolIlNignofabioponBertoglio Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Bordi
Member
Bordi

Due parole anche per il terzo cioè uno Svizzero che si chiama Stefan Küng. Praticamente snobbato da tutti i commenti post gara. É partito in fuga a 63 Km dal traguardo e si è sempre accodato a chi rientrava sui fuggitivi, mentre altri mollavano e ogni volta ha sempre dato un notevole contributo ad alimentare la fuga. 💪👍👋

A
Member
aetius
"Beh, forse oggi si sente un po’ meno idiota."
commento azzeccatissimo!
L
Member
lucamox
Due parole sullo Yorkshire e sul pubblico.
Questo mondiale é stata una bellissima cartolina di un paese stupendo che purtroppo non ho mai visitato, e con un pubblico appassionato di ciclismo come se ne vedono pochi.
Peccato il meteo, ma fa parte del gioco…
Bertoglio
Member
Bertoglio
….Se aspettavamo una di quelle corse che ci ricordano come il ciclismo sia uno sport eroico….l’abbiamo trovata !! Chapeau ai 46 arrivati su 197 !!! Un particolare buuuuuu alla squadra belga…che non ha corso come una vera squadra e si è visto……ha sprecato talmente tanti talenti…che alla fine è morto pure il figliol prodigo !!
IlNigno
Member
IlNigno
Chapeau ai 46 e in particolar modo a Van Der Poel.Da uno dei favoriti che "esplode" in quella maniera ti aspetti il ritiro invece ha terminato.Bravo!
fabiopon
Member
fabiopon
Valverde, ritirato ai -80 dal traguardo, ha commentato "una corsa da locos!"
:-))
IlNigno
Member
IlNigno
EH GIA’…
;-)
IlNigno
Member
IlNigno
Chapeau ai 46 e in particolar modo a Van Der Poel.Da uno dei favoriti che "esplode" in quella maniera ti aspetti il ritiro invece ha terminato.Bravo!
bianco222
Member
bianco222
Sicuramente bravo. Però diciamo anche che mancavano 10 Km. E in hotel doveva arrivarci per forza… Al mondiale le squadre hanno solo un’ammiraglia e l’Olanda aveva ancora Terpstra dietro quindi l’ammiraglia sarà rimasta lì per lui.

Comunque ha preso 10′ in 10 km. Una cotta d’altri tempi!

Andrea Sicilia
Editor
Chapeau ai 46 e in particolar modo a Van Der Poel.Da uno dei favoriti che "esplode" in quella maniera ti aspetti il ritiro invece ha terminato.Bravo!

Condivido. Pensa che qualcuno su questo forum lo ha chiamato sbruffone, pollo, pippa…..

bianco222
Member
bianco222
Sicuramente bravo. Però diciamo anche che mancavano 10 Km. E in hotel doveva arrivarci per forza… Al mondiale le squadre hanno solo un’ammiraglia e l’Olanda aveva ancora Terpstra dietro quindi l’ammiraglia sarà rimasta lì per lui.

Comunque ha preso 10′ in 10 km. Una cotta d’altri tempi!

Andrea Sicilia
Editor
Sicuramente bravo. Però diciamo anche che mancavano 10 Km. E in hotel doveva arrivarci per forza… Al mondiale le squadre hanno solo un’ammiraglia e l’Olanda aveva ancora Terpstra dietro quindi l’ammiraglia sarà rimasta lì per lui.

Comunque ha preso 10′ in 10 km. Una cotta d’altri tempi!

Non credo che a Terpstra servisse molto l’ammiraglia. Peraltro è probabile la maniera più veloce x arrivare in albergo fosse quella di proseguire sul percorso….

Andrea Sicilia
Editor
Mica era una GF…al massimo doveva arrivare all’autobus della squadra :-)xxxx

Non era manco una tappa del Giro con arrivo sullo Stelvio. In telecronaca hanno detto che l’albergo degli azzurri era a 300 mt dall’arrivo. Suppongo che anche quello degli olandesi sarà stato in zona. Sicuramente più pratico andare direttamente in albergo in bici piuttosto che metterla in un pullman che verosimilmente non può spostarsi e poi andare in albergo chissà come chissà quando.;-)

bianco222
Member
bianco222
Non credo che a Terpstra servisse molto l’ammiraglia. Peraltro è probabile la maniera più veloce x arrivare in albergo fosse quella di proseguire sul percorso….

OK però se il poro Terpstra forava ai -5 non gli cambiavano la ruota perché dovevano portare in albergo Van der Poel?? Va bene che ormai si giocava il quinto posto però…

bianco222
Member
bianco222
Ecco la nazionale italiana prima del via nella hall dell’albergo :==

Puoi avere anche l’albergo sul traguardo, ma partono/arrivano tutti agli autobus.

ps
la mia era una battuta ;-)

Anche perché se l’albergo era vicino al traguardo, allora era lontano dalla partenza…

Andrea Sicilia
Editor

Ser pecora ha scritto: Ecco la nazionale italiana prima del via nella hall dell’albergo Puoi avere anche l’albergo sul traguardo, ma partono/arrivano tutti agli autobus. ps la mia era una battuta Clicca per allargare… Ho capito che era una battuta quella della GF . A prescindere da questo, la partenza e l’arrivo non coincidevano. E’ ovvio che alla partenza siano andati in pullman visto che era distante credo una cinquantina di km dall’albergo, ma se questo è a 300 mt dall’arrivo e tu vai al pullman, poi all’albergo come ci arrivi? C’è una macchina che porta a mano a mano… Read more »

Andrea Sicilia
Editor
Quasi sempre.

Se hanno fatto così anche stavolta con l’albergo a 300 metri, hanno soldi veramente da buttare che potrebbero essere spesi meglio.

Andrea Sicilia
Editor
……… E poi all’arrivo c’è il parco chiuso con gli autobus e gli eventuali controlli antidoping. Non è che uno prende e se ne va in albergo in bici…

In effetti la ragione principale forse è proprio quella. I controlli antidoping. E io che pensavo che fossero come certi amatori che hanno la moglie all’arrivo che li avverte se ci sono i Nas o meno :==(questo non è uno scherzo, ho assistito personalmente alla telefonata durante una GF fra uno in gruppo con me e la moglie all’arrivo che gli dava il via libera :roll:).

bonny92
Member
bonny92
In effetti la ragione principale forse è proprio quella. I controlli antidoping. E io che pensavo che fossero come certi amatori che hanno la moglie all’arrivo che li avverte se ci sono i Nas o meno :==(questo non è uno scherzo, ho assistito personalmente alla telefonata durante una GF fra uno in gruppo con me e la moglie all’arrivo che gli dava il via libera :roll:).

Pazzesco

Andrea Sicilia
Editor

Ma non è un caso sporadico. Si sente spesso che in occasione di controlli a sorpresa c’è il fuggi fuggi e numerosi misteriosi ritiri. Io sono stato solo testimone diretto una volta.

bonny92
Member
bonny92

samuelgol ha scritto: Ma non è un caso sporadico. Si sente spesso che in occasione di controlli a sorpresa c’è il fuggi fuggi e numerosi misteriosi ritiri. Io sono stato solo testimone diretto una volta. Clicca per allargare… Di questo ricordo di aver letto più volte qui sul forum, io non partecipando a competizioni e girando da solo prima di leggerle qui queste cose non le sapevo, voglio dire a livello amatoriale….ma addirittura farsi "aiutare" dalla moglie…immagino che uno che faccia queste cose nella maggior parte dei casi lo tenga nascosto, un pò come quando mettono i motorini…per vergogna insomma,… Read more »

fabiopon
Member
fabiopon
Comunque Cassani è sfigato forte…questa volta si meritava davvero l’oro ;-)
IlNigno
Member
IlNigno
Comunque ha preso 10′ in 10 km. Una cotta d’altri tempi!

PAM!!!
Saltato come il tappo dello champagne!
:mrgreen:

IlNigno
Member
IlNigno
In effetti la ragione principale forse è proprio quella. I controlli antidoping. E io che pensavo che fossero come certi amatori che hanno la moglie all’arrivo che li avverte se ci sono i Nas o meno :==(questo non è uno scherzo, ho assistito personalmente alla telefonata durante una GF fra uno in gruppo con me e la moglie all’arrivo che gli dava il via libera :roll:).

Che tristezza…

S
Member
Splinter76
corsa da chi tiene le palle :espulso. mica come il calcio 1) trentin mancato le forze . 2)van der poool una crisi di fame???? che brutta mai vista
blues boy
Member
blues boy
Di questo ricordo di aver letto più volte qui sul forum, io non partecipando a competizioni e girando da solo prima di leggerle qui queste cose non le sapevo, voglio dire a livello amatoriale….ma addirittura farsi "aiutare" dalla moglie…immagino che uno che faccia queste cose nella maggior parte dei casi lo tenga nascosto, un pò come quando mettono i motorini…per vergogna insomma, evidentemente c’è chi non ne ha!

Dio li fa , poi li accoppia :mrgreen: .

S
Member
Splinter76
ci voleva una azione micidiale alla Saronni :ola: ma credo finale molto diverso dal suo mondiale