Filippo Ganna si conferma campione del mondo a cronometro

177

Al secondo tempo intermedio il gap tra Filippo Ganna e Wout Van Aert era di solo 0”84 nella cronometro mondiale. Da lì al traguardo però l’italiano ha gestito alla perfezione la propria prestazione, vincendo con 5,4″ di vantaggio sul belga, e 44″ sull’altro belga Remco Evenepoel, bronzo (il quale è stato penalizzato dall’aver perso la borraccia a metà percorso).

Ganna conserva quindi la maglia iridata di specialità. E lo ha fatto segnando la velocità media più alta mai registrata ad un mondiale a cronometro: 54.37km/h.

Stagione su strada finita nel migliore dei modi per Ganna, che ora preparerà i mondiali su pista.

 

Commenti

  1. samuelgol:

    Il primo che mi viene in mente è Rohan Dennis. Un signor cronomen, recente bronzo a Tokyo e bicampione del mondo nei due anni prima di Ganna. Non so se ci sia qualche motivazione contingente per la quale non ha corso ieri.
    Su un percorso così piatto e dritto anche Durbridge avrebbe fatto la sua bella figura. Una top10 ci stava tutta.
  2. leandro_loi:

    E' quel ma dove il ragionamento comincia a perdere di efficacia secondo me. :mrgreen:
    Vabbé ma con quel ragionamento il forum lo chiudiamo...
    Io riconosco che ci sia gente che ne sa più di me su tantissimi argomenti (vedi certe descrizioni dettagliate di aereodinamica in questo stesso tread) però dico comunque la mia, con rispetto ed educazione.
    Nel caso specifico il CT dell'Australia ha tutti i validi motivi e le competenze (almeno mi auguro!). Però secondo me avevano almeno due atleti da top10 e secondo me (ripeto ancora, secondo me) avrebbero fatto bene a portarli (e avrebbero anche onorato la corsa).
  3. bianco222:

    Vabbé ma con quel ragionamento il forum lo chiudiamo...
    Io riconosco che ci sia gente che ne sa più di me su tantissimi argomenti (vedi certe descrizioni dettagliate di aereodinamica in questo stesso tread) però dico comunque la mia, con rispetto ed educazione.
    Nel caso specifico il CT dell'Australia ha tutti i validi motivi e le competenze (almeno mi auguro!). Però secondo me avevano almeno due atleti da top10 e secondo me (ripeto ancora, secondo me) avrebbero fatto bene a portarli (e avrebbero anche onorato la corsa).
    Dici che Durbridge è da top10... non ha MAI fatto una top10 in competizioni internazionali da professionista... ora magicamente è da top10. Con rispetto ed educazione, ti dico che non era da top10 neanche se toglievi i primi 10.
Articolo precedente

Mark Cavendish ha raggiunto un accordo con Lefévère

Articolo successivo

Tony Martin si ritira

Gli ultimi articoli in News