Giro 2021: Filippo Ganna vince la prima tappa ed è la prima Maglia Rosa

13

[Comunicato stampa] Torino, 8 maggio 2021 – Il Campione del mondo a cronometro Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) ha vinto la prima tappa del centoquattresimo Giro d’Italia, la Torino-Torino Tissot ITT di 8.6 km e indossa la prima Maglia Rosa di leader della classifica generale.
Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Edoardo Affini (Jumbo-Visma) e Tobias Foss (Jumbo-Visma)

RISULTATO DI TAPPA
1 – Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) – 8.6 km in 8’47″52, alla media di 58.748 km/h
2 – Edoardo Affini (Jumbo-Visma) a 10″
3 – Tobias Foss (Jumbo-Visma) a 13″
4 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) a 17″
5 – Rémi Cavagna (Deceuninck – Quick-Step) a 18″

GENERAL CLASSIFICATION
1 – Filippo Ganna (Ineos Grenadiers)
2 – Edoardo Affini (Jumbo-Visma) a 10″
3 – Tobias Foss (Jumbo-Visma) a 13″
4 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) a 17″
5 – Rémi Cavagna (Deceuninck – Quick-Step) a 18″

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Filippo Ganna (Ineos Grenadiers)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Filippo Ganna (Ineos Grenadiers)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – non assegnata oggi
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo – Filippo Ganna (Ineos Grenadiers)

Il vincitore di tappa e prima Maglia Rosa Filippo Ganna, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Che bello tornare a trionfare in una cronometro, era passato un po’ di tempo dal mio ultimo successo contro il tempo. Sono veramente contento. Spero di recuperare bene questo sforzo perché siamo solo all’inizio del Giro. Alla vigilia non mi sentivo pronto per questa prova, dopo il Giro di Romandia ero un po giù di morale ma questo successo al Giro è per me una grande iniezione di fiducia e di entusiasmo!”.

Commenti

  1. E' vero che è un gigante (neppure così magro come invece il 90 % dei pro), ma mulinare il 60/11 con quella cadenza è quasi sovrumano. Non tifo contro Bernal (anche perché a me sta simpatico, sebbene ribadisco non abbia grandi probabilità di arrivare a Milano in rosa), ma se per qualsiasi ragione le gerarchie Ineos dovessero cambiare, il secondo a mio parere è TopGanna.
  2. igor_ferro:

    60/11?????
    se mi metto io col 60/11 possono succedere 2 cose:
    1. faccio surplace
    2. cado come una pera secca

    in ogni caso resto li come una pietra miliare
    Monta il 60x11 ma non lo usa spesso. Il 60x11 a 100 RPM implica una velocità di 69 km\h, che sicuramente sul piano non fa.
    Con il 60x13, invece, a 100 RPM si fanno 58 km\h abbondanti...che è anche la sua media ieri.

    Il 60 davanti serve perchè così con il 60x11 ha margine per eventuali tratti in discesa e perchè con il 60 davanti può tenere un pignone più grande dietro, riducendo gli attriti sulla catena dovuti alla rotazione delle maglie e al tenere la catena "storta".
Articolo precedente

C50 Disc e C37 Disc: i grandi classici Ursus si reinventano per i freni a disco

Articolo successivo

Giro 2021: Tim Merlier vince la seconda tappa

Gli ultimi articoli in News