Goodyear ri-entra nel mondo del ciclismo

Goodyear ri-entra nel mondo del ciclismo

18/11/2019
Whatsapp
18/11/2019

Lo storico marchio statunitense Goodyear torna nel mondo del ciclismo. Il suo è un ritorno perché i primi copertoni per biciclette col marchio dello stivale alato risalgono al 1898, anche se poi il marchio è stato assente da questo settore da molti anni.

Goodyear è un colosso da 160 milioni di pneumatici prodotti all’anno (il 3° produttore al mondo), 64.000 dipendenti e 15 miliardi di fatturato annuo.

Per tornare nel ciclismo Goodyear non si è affidata a terzisti, ma ha costruito uno stabilimento di proprietà completamente nuovo a Taiwan, inaugurato lo scorso Febbraio. Quindi tutta la produzione, dalla progettazione al finito, è realizzato internamente.

I copertoni proposti per Bdc sono l’Eagle F1, e l’Eagle F1 Supersport. Il primo è prodotto nelle misure 23, 25, 28, 30, 32mm; il Supersport; che è il top di gamma per competizione, è disponibile nelle misure 23, 25, 28mm. I pesi sono di 180, 190 e 205gr rispettivamente. I pesi del F1: 195gr (23mm), 210gr (25mm), 235gr (28mm), 250gr (30mm) e 260gr (32mm).

Tutti e due gli Eagle sono realizzati con una mescola brevettata in grafene e molecole di silice per migliorare le caratteristiche di grip e resistenza, con una carcassa da 120TPI. La sezione del battistrada del Supersport è del 33% più sottile del F1 base.

Goodyear ha presentato una gamma completa, comprese coperture da mtb e gravel. Per questo utilizzo sono disponibili i modelli Connector e Country, entrambe tubeless. Il Connector è realizzato nella sola misura 40mm, mentre il Country in misura 35mm. La carcassa è la stessa per entrambe, cambia il battistrada che nel Country è liscia (slick) nella parte centrale. 463gr e 441gr rispettivamente.

I prodotti saranno disponibili da Febbraio 2020.

In futuro sono previsti anche dei tubolari ed un copertone tubeless da strada

I prodotti saranno distribuiti da Mandelli.

Sito Goodyear

Commenti

  1. Io ho visto i Goodyear da strada in fiera a Friedrichshafen ed esteticamente sono fighissimi. Poi come tutti giurano che sono il top dei top (e ci mancherebbe dicessero che fanno schifo), ma mi sa che quando finisco i power comp un giro su Goodyear me lo faccio
  2. samuelgol:

    Concordo. In mtb sono una opzione irrinunciabile per le ragioni che chi fa mtb ben conosce. Su strada i vantaggi, legati sostanzialmente al vetrino che ti fa il forellino che al tubeless fa un baffo o al più alla pizzicatura che con il tubeless non c'è, non compensano gli svantaggi legati in primis a una maggiore complessità di manutenzione e montaggio che se è tranquillamente a portata di molti, non lo è di tutti e che comunque anche a chi è capace, non invoglia ad affrontarla visti gli irrisori vantaggi. Per la mtb ho siringhe, valvole smontabili, lattice, compressore....tutte cose che sulla bdc non ritengo conveniente usare x quella volta all'anno che bucando cambio (e riparo) la camera d'aria.
    Io vivo in un mondo paradisiaco senza vetri e soprattutto strade come biliardi sarà per quello che non foro mai :mrgreen:
  3. Umberto44:

    Io ho una Giant Defy advanced Pro 1 del 2019 che di serie monta pneumatici tubeless 700x28 mod.Gavia della stessa Giant....
    Montati tubeless? Hai messo del lattice?