Il nuovo calendario ufficiale UCI 2020

Il nuovo calendario ufficiale UCI 2020

05/05/2020
Whatsapp
05/05/2020

Dopo varie rivelazioni, anticipazioni e chiacchere varie, l’UCI ha rivelato oggi il nuovo calendario 2020, che ovviamente rimane passibile di cambiamenti in base all’evoluzione dell’epidemia di coronavirus.

 

Riassumendo:

1 agosto : Strade Bianche
5-9 agosto : Tour di Polonia
8 agosto : Milan-San Remo
12-16 agosto : Dauphiné (accorciato da 8 a 5 tappe)
16 agosto : RideLondon-Surrey Classic
25 agosto : Bretagne Classic
29 agosto-20 settembre : Tour de France
8-14 settembre : Tirreno-Adriatico
11 settembre : GP de Québec
13 settembre : GP de Montréal
23 settembre : Mondiale a cronometro
27 settembre : Mondiale in linea
29 settembre-4 octobre : BinckBank Tour
30 settembre : Flèche Wallonne
4 ottobre : Liège-Bastogne-Liège
4-25 ottobre : Giro
10 ottobre : Amstel Gold Race
11 ottobre : Gand-Wevelgem
14 octobre : À Travers la Flandre
15-20 ottobre : Tour Guangxi
18 ottobre : giro delle Flandres
20 ottobre-8 novembre : Vuelta (18 tappe)
21 ottobre : Trois Jours de Bruges-La Panne
25 ottobre : Paris-Roubaix
31 ottobre : Il Lombardie

 

Commenti

  1. Francutio:

    Mi sembra ingeneroso verso i corridori minori, tutte le squadre WT hanno (secondo la pagina riepilogativa di procyclinsgtats) almeno 27 corridori a disposizione e anche considerando qualche infortunio possono coprire tranquillamente fino a 3 gare contemporanee (eventualità che in ogni caso si presenta solo per 4 o 5 giorni del calendario).

    Qualcuno andrà a fare da spettatore perché non in condizione/non adatto al percorso (ma questo per alcune squadre capita anche in condizioni normali, capita di vedere, corridori inadatti alla Roubaix o al Giro schierati perché senza migliori alternative), altri ne approfitteranno per fare esperienza cogliendo occasioni che in una stagione regolare non avrebbero.

    Ovviamente non è la situazione ottimale, ma con qualche sacrificio si può fare, l'alternativa è non correre o correre di meno, sia per gli sponsor sia per i corridori mi sembra una prospettiva peggiore.
    Ci sono giorni in cui ne dovranno avere 23 schierati. Con 27 di roster non mi sembra che ci stiano molto larghi...
    Senza considerare che, in teoria, dovrebbero avere sei ammiraglie (con altrettanti DS e meccanici) e tre bus. Io non conosco bene i dettagli di tutte le squadre. Ma io non credo che la Cofidis (per dirne una non top di budget) abbia 3 bus...
  2. Andras:

    Se non li avesse di proprietà potrebbe noleggiarli: se ce la fanno le scuole medie a noleggiare un pullman per andare in gita, ce la dovrebbe fare anche la Cofidis. Poi penso anche che, se davvero dovessero esserci delle difficoltà economiche o di organico, non saranno troppo severi nel concedere deroghe.
    Noleggiare un bus con dentro docce, la sala riunioni e tutto il resto? Non è che sono bus da turismo con 54 posti a sedere. Le squadre se li fanno fare su misura. Le macchine forse (anche se poi ci vogliono i portabici e tutto). Io non dico che sia impossibile, ed è anche vero che ci si può adattare anche senza il bus (anche se ovviamente questo svantaggerebbe le squadre che non lo hanno). Però molte squadre sono già in seria difficoltà economica e vedo molto complicato per loro riuscire a partecipare a tre eventi in contemporanea.
    Come dici tu l'UCI probabilmente concederà deroghe ma poi c'è il rischio che gli eventi minori si ritrovino davvero con un parterre "misero"...
  3. EZIO61:

    Concordo , tanto e' vero che , anche se prima non ne ho mai guardata una , appena riparte la bundesliga mi appiccico al TV a veder partite ( TV che non sto praticamente piu' accendendo tranne eurosport sul ciclismo che pero' ormai so a memoria)
    La Bundes dovrebbe ripartire presto, a Porte chiuse ma, presto...
    Ho una voglia di vedere Sport che neanche col sesso ne ho mai avuta tanta! :))): :))): :))):