Il nuovo calendario ufficiale UCI 2020

Il nuovo calendario ufficiale UCI 2020

Piergiorgio Sbrissa, 05/05/2020

Dopo varie rivelazioni, anticipazioni e chiacchere varie, l’UCI ha rivelato oggi il nuovo calendario 2020, che ovviamente rimane passibile di cambiamenti in base all’evoluzione dell’epidemia di coronavirus.

 

Riassumendo:

1 agosto : Strade Bianche
5-9 agosto : Tour di Polonia
8 agosto : Milan-San Remo
12-16 agosto : Dauphiné (accorciato da 8 a 5 tappe)
16 agosto : RideLondon-Surrey Classic
25 agosto : Bretagne Classic
29 agosto-20 settembre : Tour de France
8-14 settembre : Tirreno-Adriatico
11 settembre : GP de Québec
13 settembre : GP de Montréal
23 settembre : Mondiale a cronometro
27 settembre : Mondiale in linea
29 settembre-4 octobre : BinckBank Tour
30 settembre : Flèche Wallonne
4 ottobre : Liège-Bastogne-Liège
4-25 ottobre : Giro
10 ottobre : Amstel Gold Race
11 ottobre : Gand-Wevelgem
14 octobre : À Travers la Flandre
15-20 ottobre : Tour Guangxi
18 ottobre : giro delle Flandres
20 ottobre-8 novembre : Vuelta (18 tappe)
21 ottobre : Trois Jours de Bruges-La Panne
25 ottobre : Paris-Roubaix
31 ottobre : Il Lombardie

 

Commenti

  1. Lappartient e’ fin comico quando riduce e risolve il problema di tutti i riposizionamenti delle classiche durante il Giro dicendo che il 25 ottobre non ci sono problemi perché le 3 gare (Giro, vuelta, Roubaix) finiscono in orari differenti. Ha ragione e assieme anche tanta faccia tosta.
    Ma alla fine se il presidente federale italiano si vanta di avere spuntato 4 settimane (4 fine settimane) per il Giro, cosa pretendiamo dall’ Uci ? Ridicoli !
  2. luccio50:

    Lappartient e’ fin comico quando riduce e risolve il problema di tutti i riposizionamenti delle classiche durante il Giro dicendo che il 25 ottobre non ci sono problemi perché le 3 gare (Giro, vuelta, Roubaix) finiscono in orari differenti. Ha ragione e assieme anche tanta faccia tosta.
    Ma alla fine se il presidente federale italiano si vanta di avere spuntato 4 settimane (4 fine settimane) per il Giro, cosa pretendiamo dall’ Uci ? Ridicoli !
    Secondo me più che la questione degli orari c'è anche la questione logistica delle squadre.
    Il giro è l'ultima tappa ed è una crono. E visto che il giorno dopo non corrono li puoi lasciare senza bus e con un hotel in centro a Milano. Metti una sola ammiraglia su l'uomo di classifica e gli altri li abbandoni nelle mani dell'organizzazione (ma già queste mi sembrano cose assurde, il bus che fai lo mandi a Compiegne il sabato notte? fattibile, ma un po' folle...)
    Ma alla Roubaix ti serve il bus e almeno due macchine. Alla Vuelta è una tappa clou. Ti servono anche lì il bus e due ammiraglie. Più il personale per gestirli. E meccanici e massaggiatori e via dicendo (avvantaggiata la Lotto che può far guidare il bus a Gilbert! :== ). E, least but not last, 23 corridori in grado di correre.
    Gli squadroni come Ineos o Jumbo Visma non avranno problemi ma le squadre minori io le vedo in seria difficoltà. Non dimentichiamo che sono tutte e tre corse WT se non c'è una modifica al regolamento le squadre WT sono obbligate ad andare.
  3. Francutio:

    Mi sembra ingeneroso verso i corridori minori, tutte le squadre WT hanno (secondo la pagina riepilogativa di procyclinsgtats) almeno 27 corridori a disposizione e anche considerando qualche infortunio possono coprire tranquillamente fino a 3 gare contemporanee (eventualità che in ogni caso si presenta solo per 4 o 5 giorni del calendario).

    Qualcuno andrà a fare da spettatore perché non in condizione/non adatto al percorso (ma questo per alcune squadre capita anche in condizioni normali, capita di vedere, corridori inadatti alla Roubaix o al Giro schierati perché senza migliori alternative), altri ne approfitteranno per fare esperienza cogliendo occasioni che in una stagione regolare non avrebbero.

    Ovviamente non è la situazione ottimale, ma con qualche sacrificio si può fare, l'alternativa è non correre o correre di meno, sia per gli sponsor sia per i corridori mi sembra una prospettiva peggiore.
    Ci sono giorni in cui ne dovranno avere 23 schierati. Con 27 di roster non mi sembra che ci stiano molto larghi...
    Senza considerare che, in teoria, dovrebbero avere sei ammiraglie (con altrettanti DS e meccanici) e tre bus. Io non conosco bene i dettagli di tutte le squadre. Ma io non credo che la Cofidis (per dirne una non top di budget) abbia 3 bus...