La Milano-Sanremo a Ferragosto?

La Milano-Sanremo a Ferragosto?


Piergiorgio Sbrissa, 11/06/2020

Dopo vari e presunti cambi di data, la Milano-Sanremo dovrebbe finalmente svolgersi il 15 agosto, con un arrivo quasi in notturna su via Roma. Gli organizzatori avrebbero preferito il 22 agosto, con la motivazione che la partenza del Tour de France da Nizza una settimana dopo avrebbe agevolato la logistica per le squadre, ma la proposta non è stata accolta, al fine di evitare un accavallarsi della Primavera con molti campionati nazionali il 22 e 23 agosto.

Questi contrasti sulle date pare siano stati molto tesi tra RCS-Sport e UCI, con il direttore generale del gruppo italiano, Paolo Bellino, molto adirato con David Lappartient per questa decisione, quando in un primo momento l’UCI aveva dichiarato che i campionati nazionali non avrebbero avuto luogo quest’anno.

Domani ci dovrebbe essere la conferma ufficiale da parte dell’UCI su questi cambi di data, compreso quello del Lombardia, che dal 31 Ottobre sarebbe retrocesso all’8 agosto, data destinata proprio alla Sanremo nel calendario annunciato dall’UCI il 5 maggio scorso.

Commenti

  1. Sto leggendo da più parti polemiche sulla scelta della San Remo a ferragosto. Io non sono della zona ma non ho difficoltà a capire le problematiche di circolazione stradale, tanto più in giornate da bollino nero, mi chiedo solo, sapendo con 2 mesi di anticipo che in quel giorno le strade non saranno percorribili, non è davvero possibile organizzarsi in modo diverso?
    Ferragosto è di sabato, se ci dovessi andare in giornata opterei per la domenica, ovvio che la gente lo deve sapere del disagio che andrebbe incontro ... se invece dovesse essere la giornata di cambio alberghiero beh, ho 2 mesi per organizzarmi. Siamo andati sulla luna, non la vedo una cosa impraticabile.
  2. ildoppingnonvincemai:

    Sto leggendo da più parti polemiche sulla scelta della San Remo a ferragosto. Io non sono della zona ma non ho difficoltà a capire le problematiche di circolazione stradale, tanto più in giornate da bollino nero, mi chiedo solo, sapendo con 2 mesi di anticipo che in quel giorno le strade non saranno percorribili, non è davvero possibile organizzarsi in modo diverso?
    Ferragosto è di sabato, se ci dovessi andare in giornata opterei per la domenica, ovvio che la gente lo deve sapere del disagio che andrebbe incontro ... se invece dovesse essere la giornata di cambio alberghiero beh, ho 2 mesi per organizzarmi. Siamo andati sulla luna, non la vedo una cosa impraticabile.
    Perché credi che saranno tutti ben informati e non faranno casino?
    Io non ho abbastanza fiducia nel genere umano per pensare una cosa simile....
  3. Magari è OT, ma questa è la situazione sul percorso della Milano-San Remo oggi.

    Dopo il “modello genova”
    Abbiamo il “modello entroterra ligure”
    Quest’ultimo prevede 6 mesi di chiusa per una galleria che perde pezzi dalla volta.
    Prevede anche la chiusa di tratti autostradali in orari che variano di minuto in minuto.
    Perché a noi piacciono le sorprese.
    Non ci piace la banalità.
    È bello mettersi in viaggio e non sapere quando arriverai e soprattutto SE arriverai a lavoro.
    È anche bello passare 3 ore in macchina per fare 22km...
    Perché tanto... oggettivamente cosa avevamo di meglio da fare?
    Autostrade risponde alle mail di protesta che invio costantemente che “si scusa per il disagio ma mette la sicurezza al primo posto”
    Beh.
    In 40 anni dalla costruzione dell’autostrada l’unico “lavoro”
    È stato mettere un pannello luminoso in ingresso delle gallerie dove quando sei fermo in coda puoi comodamente leggere “attenzione coda”
    Però meglio tardi che mai.
    Ora si che mettono la sicurezza al primo posto.
    Ora il casello autostradale in ingresso Da Masone è chiuso.
    Per una frana.
    Calcolando i tempi soliti che riservano a noi dell’entroterra forse i miei nipoti potranno assistere alla riapertura.
    Infondo siamo piccoli comuni.
    10 ... forse 15mila anime...
    perché dobbiamo rompere il cazzo a chi dopo 40 anni di incuria decide di mettere la sicurezza al primo posto???
    Ovviamente a livello nazionale è molto meglio mostrare il “modello genova”
    Magari fare anche un concerto per festeggiare
    L’apertura del nuovo ponte...
    Invece lasciamo pure questo schifo di entroterra nell’ombra.
    Che nessuno sappia e nessuno ne parli...
    Siamo cittadini di serie Z
    Paghiamo le tasse come gli altri...
    Abbiamo pagato 40 anni di pedaggi autostradali sempre più onerosi senza mai lamentarci...
    ecco il risultato.
    Ora mi direte..
    “Basta non prende l’autostrada!! Viaggia in statale”
    Peccato che ogni allerta meteo la statale venga chiusa per una frana...
    una frana che evidentemente si aspetti che evapori per ristabilire la normalità.

    Chiedo scusa per lo sfogo e.. se volete condividere... magari facciamo conoscere anche l’altra faccia de “il modello genova”
    Tutto quello che non fa buona pubblicità viene abbandonato.
    11