Che la Sardegna abbia un potenziale ciclistico enorme è cosa nota, e pare se ne siano accorti anche gli amministratori della regione i quali hanno varato un progetto di una rete ciclabile regionale da 225 milioni di euro promosso dalla Regione e che vede partecipare 65 associazioni, 209 enti locali e agenzie regionali che vuole dotare l’isola di percorsi dedicati al cicloturismo. Tracciati che si sviluppano in 2mila chilometri, all’interno di cinque direttrici principali e 42 itinerari. La Giunta regionale ha già approvato lo studio preliminare predisposto dall’azienda regionale trasporti (Arst) con la collaborazione dell’Università di Cagliari e stanziato le risorse per la prima fase (link).

Cartina_rete_ciclabile_Regione_Sardegna

Il progetto si basa sul recupero di ferrovie dismesse ed altre strade secondarie e sembra ben pensato per dotare l’isola di una rete ciclabile che potrebbe veramente trasformarla in un paradiso per ciclisti con un indotto notevole anche fuori dai soliti mesi estivi.

Chiaramente quando si tratta di progetti di questa entità in Italia è sempre meglio essere cauti con gli entusiasmi, ma l’iniziativa non può che meritare un plauso.

Non resta che sperare che il tutto si concretizzi. Sarebbe un bell’esempio da seguire anche per altre regioni italiane con potenziali enormi da questo punto di vista.

Sardinia9